Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Archivio News

Cerca
Pubblicata il 19/04/2019
Premiati!Anche l'edizione 2017-2018 del giornalino della nostra scuola ha ricevuto l'attestato e la medaglia dell'Ordine dei Giornalisti.
Come già accaduto nel 2016 e nel 2018, anche quest'anno, in occasione della sedicesima edizione del Concorso Nazionale con cui l'Ordine dei Giornalisti segnala i giornalini scolastici più meritevoli tra quelli elaborati nelle scuole italiane di ogni ordine e grado, «La Gazzetta dell'Aula» della Malaspina-Staffetti è risultata una delle venti testate cartacee selezionate tra tutte quelle prodotte negli Scuole Secondarie di I grado.
Mercoledì 17 aprile una piccola delegazione di studentesse guidata dal professor Federico Guidotti (il coordinatore del progetto dall'anno scolastico 2007-2008) e da Alberto Sacchetti (il giornalista che collabora con la nostra scuola fin dal primo numero del giornalino, uscito nel corso dell'anno scolastico 2002-2003) si è recata a Cesena, dove, nella splendida cornice dell'ottocentesco Teatro Bonci, ha ricevuto, insieme con le altre scuole premiate, il bel riconoscimento.
Bravissime le ragazze che, chiamate sul palco, hanno esposto in poche parole, di fronte al teatro gremito, le varie fasi in cui si è articolata la preparazione del giornalino nonché i suoi contenuti. Nicole Celi (III E/S), Ariela Hysenaj (III B/M), Rebecca Mattia (III F/M), Lucia Pianini (III A/M), Sophie Tonazzini Pardini (III E/S) ed Elena Torre (III E/S) hanno degnamente rappresentato tutte le ragazze e tutti i ragazzi che nel 2017-2018 hanno scritto gli articoli, scattato le foto, disegnato le illustrazioni e preparato i grafici del sedicesimo numero del nostro giornalino.
Le 24 pagine premiate erano state curate dalle classi seconde delle sezioni A, B, C, E e F della Malaspina e delle sezioni A, D, E e F della Staffetti sotto la supervisione delle professoresse Angelica Arrighi, Paola Barattini, Elena Belligi, Paola Biagioni, Lorenza Corsetti, Carmen Menchini, Elisabetta Parlatore ed Elisabetta Tonini nonché dai ragazzi e dalle ragazze del Laboratorio di Giornalismo della Malaspina, guidato dal giornalista Sacchetti e dal professor Guidotti.
Appuntamento a fine maggio con il diciassettesimo numero de «La Gazzetta dell'Aula».
Pubblicata il 19/04/2019

Il podio maschileSi conclude con la vittoria della squadra maschile Malaspina-Staffetti la finale provinciale di nuoto delle scuole secondarie di primo grado che si è svolta il 17 aprile presso la piscina comunale di Massa
È primo posto assoluto per l’alunna Rebecca Gabrielli che vince la finale 50 metri stile libero con 29’’0 e porta sul podio, al terzo posto, la squadra femminile dell’istituto con Martina Bonfigli del 2007 (quinta classificata nei 50 metri dorso), Giulia Bertucci (2006, quinta classificata nei 50 metri rana) e Elisabetta Conti (quinta classificata nei 50 metri farfalla).
Prova sorprendente per i ragazzi che quest’anno hanno gareggiato, per la prima volta, in una categoria unica, con una finale staffetta 4x50 a stile libero da cardiopalma, al termine della quale Matteo Casotti, Lorenzo Maneschi, Davide Sartori e Tommaso Sevieri si sono aggiudicati il primo posto assoluto con 2’00’’1.
Matteo Casotti, anno 2006 ottiene il primo posto assoluto provinciale nei 50 metri dorso; argento per Tommaso Sevieri (2007), che raggiunge il secondo posto nei 50 metri farfalla; terzo posto nei 50 metri rana per Nicola Sartori.
Ottimi risultati anche per gli alunni Gabriele Passaro (2006) con il quarto posto nei 50 metri dorso, Lorenzo Maneschi (2007) con un quinto posto nei 50 metri stile libero e per Davide Sartori, sesto posto sempre nei 50 metri stile. Arriva al quinto posto nei 50 metri rana Francesco Umbri e in sesta posizione Francesco Giordano nei 50 metri farfalla. 
Partecipa alla manifestazione con grande sportività e senso di appartenenza alla squadra in qualità di riserva l’alunno Giacomo Giuntoli (2007).
I docenti che hanno seguito e accompagnato gli alunni, Francesca Tonelli per il plesso Staffetti e Alessandro Vitaloni per il plesso Malaspina unitamente a tutti gli altri colleghi, si complimentano con gran soddisfazione per i risultati raggiunti da questi volenterosi alunni che sanno coniugare sport e studio avvalorando la tesi di mens sana in corpore sano!

Pubblicata il 10/04/2019
Foto di gruppo davanti a Palazzo VecchioIl 4 aprile gli studenti e le studentesse della classe II B del plesso Malaspina hanno visitato la bella Firenze accompagnati dalle docenti Alice Bertoncini, Maria Lucia Cancellara e Annalisa Canesi.
Dopo un allegro viaggio in treno il gruppo ha fatto una bella passeggiata per ammirare i monumenti principali del centro storico. I ragazzi sono rimasti affascinati dalla Piazza del Duomo con il luminoso Battistero e l’alto Campanile di Giotto che li ha lasciati a testa in su così come la facciata di Santa Maria del Fiore.
Tra abitazioni rinascimentali e del '600 sono arrivati davanti a Palazzo Vecchio, non dimenticandosi di ammirare la copia del David di Michelangelo per poi attraversare Ponte Vecchio con le sue "dorate" vetrine, fino a giungere a Palazzo Pitti.
Da qui gli alunni si sono poi recati al Giardino di Archimede provando, alcuni per la prima volta, l'ebbrezza di una corsa in tram. Giunti al museo hanno "scoperto" il teorema di Pitagora e alcune sue dimostrazioni; grazie all’attenta guida di Simona, dottoressa in Logica, e della professoressa Bertoncini, tutti gli alunni e tutte le alunne hanno cercato di mettere in pratica il celeberrimo teorema attraverso varie costruzioni geometriche.
Tornati poi nel centro della città, dopo una breve pausa pranzo, il gruppo ha visito la casa-museo di Dante. Passeggiando tra le teche con l’aiuto delle due docenti di lettere, gli alunni hanno ripercorso la vita e le fasi della stesura della Commedia del grande poeta senza dimenticare un accenno alla Firenze medievale e alle case torri.
La giornata si è conclusa in Piazza Santa Croce davanti al monumento dedicato dai fiorentini al loro più illustre concittadino.
Qui, colti da un forte temporale, non hanno potuto ben analizzare la statua ma è cominciata una divertente fuga tra le vie del centro per raggiungere Santa Maria Novella.
Una giornata allegra e spensierata tra scienza, letteratura e arte che ha reso felici alunni e docenti.
Pubblicata il 09/04/2019

La  Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo,  il 2 aprile,  è stata indetta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 18 dicembre 2007. Come ogni anno in molte città italiane e del mondo sono stati illuminati di blu i più importanti monumenti a testimonianza della vicinanza della comunità alle persone con autismo e alle loro famiglie.

Il 2 Aprile i bambini e le bambine, le ragazze e i ragazzi della Scuola dell'Infanzia e della Scuola Primaria De Amicis di Turano, coordinati dalle loro insegnanti, hanno ascoltato e letto la storia "Lo strano caso di Angelino Qualunque e la palla di vetro" realizzato cartelloni, indossato braccialetti blu e riflettuto sul tema dell'autismo e sull'universalità del linguaggio del cuore.

Pubblicata il 02/04/2019
eTwinning SchoolAll’inizio dell’anno scolastico la nostra scuola aveva ottenuto l’eTwinning "European Quality Label" per il progetto “HER story: remarkable women in our countries’ local and national history” elaborato nel corso dello scorso anno scolastico dalle classi II A e II B del plesso Malaspina.
Ma alla Malaspina non sono rimasti con le mani in mano e anche quest’anno, sotto la guida dell’insegnante Angelica Arrighi, referente eTwinning, i ragazzi e le ragazze delle classi I B e III B hanno partecipato, rispettivamente, ai progetti “Penfriends” e “Harry Potter Competition”. Ai due progetti hanno collaborato anche i docenti Barbara Giuseppini, Elena Loni, Lorenzo Maggiani e Pierandrea Poma. I docenti Maria Lucia Cancellara, Laura Gianfranceschi, Bianca Maria Ferrari e il vicepreside Giovanni Vullo hanno invece partecipato ai learning events online.
Tutti i ragazzi e tutte le ragazze che hanno partecipato al progetto hanno dimostrato ottime competenze linguistiche, tecnologiche e di cittadinanza che, nel corso degli anni, sono andate affinandosi e migliorando.
Tutto questo ha permesso alla nostra scuola di ottenere un nuovo meritatissimo riconoscimento: il titolo di eTwinning School: per l’anno scolastico che verrà, la nostra sarà una delle 1004 scuole europee, una delle 130 scuole italiane, una delle 3 scuole toscane e unica scuola della provincia a potersi fregiare di questo titolo.
Ciò significa che la nostra scuola è ora ufficialmente scuola leader ed esempio per le altre scuole italiane ed europee nelle competenze linguistiche, tecnologiche e di cittadinanza!
Pubblicata il 29/03/2019
Foto ricordoCome consuetudine, anche quest’anno, un nutrito gruppo di alunni dell’Istituto Comprensivo Malaspina Staffetti, dal 17 al 23 marzo, ha partecipato alla settimana bianca per imparare e migliorare la pratica sportiva dello sci. La settimana si è svolta nella magnifica cornice di Pila, in Val d’Aosta, tra le magnifiche vette del Monte Bianco, del Cervino e del Monte Rosa.
Il tempo atmosferico è stato meraviglioso per tutta la settimana e le piste erano perfettamente innevate. L’hotel in cui i ragazzi erano alloggiati risiede direttamente sulle piste e la location perfetta ha contribuito a rendere ancora più speciale il soggiorno.
Gli alunni, il primo giorno, sono stati divisi dai maestri di sci in diversi gruppi a seconda dei livelli sciistici e per 4 ore al giorno si sono cimentati nella pratica sportiva, migliorando le loro capacità e abilità in modo significativo. Per alcuni di loro era la prima esperienza sugli sci, altri invece erano già esperti sciatori.
Le giornate erano scandite da ritmi veloci: sveglia alle 7 e, dopo un’abbondante colazione, tutti sulle piste dalle 9 alle 11, poi un riposino e alle 12,30 il pranzo, quindi altre due ore di lezione di sci, poi doccia e tutti giù a teatro per attività di lettura, studio, socializzazione.
Dopo cena, i simpaticissimi ragazzi dell’animazione intrattenevano i nostri alunni a teatro con spettacoli molto divertenti, balletti e performance canore d’altissimo livello!
Il gruppo era guidato dal vicepreside Giovanni Vullo, che anche quest’anno ha organizzato il soggiorno in maniera perfetta, dalle professoresse Serena Chioni, Laura Gianfranceschi e Carmen Menchini per il plesso Malaspina e da Giuseppina Benedetti, Stefania Bertoneri e Aldalisa Nardini per il plesso Staffetti.
La settimana bianca rappresenta da anni un punto qualificane del PTOF dell’Istituto ed è un’esperienza altamente formativa per gli alunni che hanno modo di crescere in autonomia, di confrontarsi con situazioni nuove, di stringere nuove relazioni e di potenziare le loro abilità sportive. Gli insegnanti ci tengono a ringraziare tutti gli alunni partecipanti perché hanno dimostrato grande senso di responsabilità, autonomia e organizzazione, sono stati tutti molto educati e rispettosi delle regole e questa cosa ha sicuramente contribuito a rendere questa settimana speciale e indimenticabile. Un ringraziamento va anche ai loro genitori che hanno collaborato, chi da casa, chi lì con noi, a gestire al meglio ogni situazione o imprevisto. Infine un saluto caloroso ai numerosi aggregati che ogni anno ci seguono rinnovandoci la loro fiducia.
Pubblicata il 28/03/2019
Giovani e saluteÈ arrivata in edicola anche la seconda pagina elaborata dai nostri studenti del Laboratorio di Giornalismo della Malaspina per il Campionato di Giornalismo "Cronisti di Classe" del quotidiano «La Nazione».
Dopo aver seguito le tracce di una loro ex-collega che, dai banchi della Malaspina, è arrivata a fare ricerca scientifica e a insegnare nelle più prestigiose Università degli Stati Uniti, stavolta i nostri cronisti in erba hanno cercato di capire, intervistando le esperte di alimentazione Samantha Manfredi e Patrizia Strani e l'insegnante di scienze motorie Alessandro Vitaloni come, quando e quanto debba mangiare e quale attività sportiva o motoria debba preferibilmente praticare un ragazzo o una ragazza nell'età dello sviluppo.
Chi fosse interessato ad approfondire l'argomento può leggere gli articoli pubblicati su «La Nazione».
Anche questi articoli sono stati scritti da Luca Antonioli, Nicolò Ceccarelli e Federico Chicchi (classe II A) e Lorenzo Ceccarelli, Daniele Fruzzetti, Luca Fruzzetti, Lorenzo Gasperini, Davide Guidotti, Serena Ricci e Leonardo Volpato (classe III A); il Laboratorio è coordinato dal professor Federico Guidotti con l'ausilio del giornalista Alberto Sacchetti.
Per chi volesse votare la pagina della Malaspina-Staffetti, basta registrarsi sul sito del quotidiano ed esprimere il proprio apprezzamento per la pagina, cliccando sul cuoricino.
Ma per i giovani giornalisti della Malaspina e della Staffetti è in arrivo un'altra sorpresa...
Pubblicata il 27/03/2019

Il giorno Giovedi 21 marzo 2019,  presso il Museo Civico del Marmo di Carrara, si è svolta la  finale del Concorso "IO CREO DRAWING 2019"

 L' alunna Laura Trimboli , della classe 3 C Staffetti, ha partecipato alla fase finale del Concorso "IO CREO DRAWING 2019", confrontandosi con altri 17 finalisti provenienti da varie scuole della provincia di Massa Carrara, che hanno aderito all‘iniziativa promossa dall‘ Associazione I.S.A.  (Italian Spirit of Art), e si è classificata al primo posto.

Il suo disegno, delicato e pulito, dal titolo "Serenità" ha colpito i componenti della giuria per il messaggio di speranza e positività che contiene. La figura del giovane di spalle che osserva il mare infinito e tiene un palloncino in mano, simbolo di libertà, come ha spiegato la giovane artista, sono l‘espressione di quello a cui tutti aspiriamo per il nostro presente e futuro: serenità.

Il nostro Istituto ha sempre aderito con entusiasmo, fin dalla prima edizione di otto anni fa, al concorso "IO CREO".  Grazie a questa iniziativa, i docenti di Arte e Immagine hanno ogni anno l‘opportunità di motivare gli alunni a lavorare, migliorarsi e raggiungere risultati eccellenti nell‘espressione artistica;  con questa vittoria, inoltre, è stato ottenuto anche un cospicuo contributo economico (1000 euro) per l‘acquisto di materiale artistico. Di questo siamo molto grati all‘Associazione artistica I.S.A. e al suo Presidente Paolo Ramagini e confidiamo che tale progetto prosegua negli anni a venire.

Pubblicata il 25/03/2019
Foto di gruppoEdizione 2019 per i Campionati Interregionali e per i Campionati Nazionali della Geografia di Carrara: questo è ormai un appuntamento fisso per la nostra scuola che, in più occasioni, è riuscita a distinguersi nella manifestazione.
Primo premio ex aequo nella prova del puzzle nei Campionati Interregionali alla squadra della Staffetti; ottavo posto, sulle 32 squadre partecipanti ai Campionati Nazionali, per la squadra della Malaspina; primo premio ex aequo per il miglior video a tema geografico alla scuola Malaspina-Staffetti: questo, in sintesi, il bilancio per il nostro Istituto.
Ideati e organizzati dal professor Riccardo Canesi e ospitati dall’Istituto di Istruzione Superiore “Domenico Zaccagna” di Carrara, i “Giochi della geografia” non hanno mai nascosto il loro scopo principale, cioè quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo fondamentale dell’insegnamento della geografia. A fronte di un mondo sempre più globale, in cui ogni giorno informazioni, merci, uomini e donne transitano, sempre più velocemente, da un luogo all’altro del pianeta, nella nostra scuola, negli ultimi anni, si è assistito ad una diminuzione complessiva delle ore dedicate allo studio della materia che, più di ogni altra può aiutare gli studenti a comprendere la ragione di quei movimenti nonché le culture dei popoli con cui, sempre più spesso, virtualmente e non, si debbono confrontare.
Ma per i nostri studenti e per quelli di decine di scuole che venerdì 22 e sabato 23 marzo si sono confrontati nelle diverse gare proposte dagli organizzatori, i campionati di geografia sono stati soprattutto un occasione per divertirsi e per mettere alla prova le loro conoscenze geografiche: latitudine e longitudine, carte mute, giochi al PC, puzzle del mondo, domande sull’Unione Europea e sui fenomeni migratori.
Campionati interregionali
Tutti preparati e tutti emozionati i ragazzi e le ragazze in gara. Emozionatissime le tre squadre che hanno gareggiato venerdì: la Spagna di Laura Benedini, Pietro Tabbì (II C/M), Gaia Meccheri e Annachiara Niccoli (II E/M), la Francia di Giulia Bertucci (II A/M), Laura Bianchi (II C/M), Francesca Galeotti e Anass Smerjel (II A/S) e la Svizzera di Andrea Fantoni, Gabriele Passaro, Aurora Peschi e Anita Rosa (II A/S) hanno fatto del loro meglio, ma alla fine non sono riuscite a superare la metà della classifica, dominata dall’Istituto Comprensivo “Della Torre” di Chiavari.
Comunque, a riprova che l’unione fa la forza, la squadra del nostro Istituto che ha ottenuto il miglior piazzamento è risultata quella che riuniva ragazzi e ragazze della Malaspina e della Staffetti; subito dietro di loro la squadra della Staffetti, che però ha avuto la soddisfazione di vincere la prova del puzzle a pari merito con la Carducci di Carrara; infine, poco discosta, la squadra della Malaspina.
Campionati nazionali
Qualche soddisfazione in più la nostra scuola l’ha avuta nei Campionati Nazionali, vinti dall'Istituto Comprensivo "Calvino" di Sanremo: il nostro istituto non è riuscito a replicare il quarto e il quinto posto dello scorso anno, ma si è comunque piazzato in ottava posizione con la squadra dei Paesi Bassi, composta da Pietro Fruzzetti, Francesco Giordano (III A/M), Viola Andreazzoli e Rebecca Sodini (III C/M). Traditi dall’emozione le ragazze e i ragazzi della squadra del Belgio Benedetta Bertoneri, Elena Torre (III E/S), Thomas Baldi e Federico Bertuccelli (III F/S), che hanno comunque affrontato la prova con grande grinta e determinazione.
Infine, novità di quest’anno, il premio per il video a tema geografico: con la collaborazione del Laboratorio dei Linguaggi Audiovisivi, attivo da alcuni anni nel plesso Malaspina della nostra scuola, e con il contributo determinante di Lorenzo Caravello del Gruppo Cineamatori delle Apuane FEDIC, la nostra scuola ha ottenuto il primo premio a pari merito con la Scuola Media “Mazzini” di Livorno. Insieme con tutti i video realizzati dalle altre scuole, anche il nostro sarà inviato al Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti per sensibilizzare il governo italiano sull'insegnamento della geografia.
Complimenti a tutti i ragazzi partecipanti, agli accompagnatori Elena Belligi, Maria Lucia Cancellara, Gabriella Desiderio e Federico Guidotti, alle riserve e agli alunni assenti che si sono preparati come i loro compagni e che li hanno sostenuti da lontano: Eleonora Ardini (III F/S), Andrea Bertoncini (III F/M), Nicole Celi (III E/S), Matteo Nani (II A/S) e Elena Panfietti (III C/M).
Appuntamento al prossimo anno!
Pubblicata il 25/03/2019
A Luni“Il marmo di Carrara è un dono degli Dei”. Questa è una delle tante espressioni con cui si è rivolto ad un nutrito gruppo di studenti della Staffetti la guida turistica Gabriele Giuntoni, titolare della Cave di Marmo "Tours", nel suggestivo scenario del bacino marmifero di Colonnata.
Ma andiamo con ordine. Un team di docenti della Staffetti ha elaborato per il secondo anno consecutivo un articolato progetto le cui finalità sono riconducibili all’acronimo C.I.A.O: Conoscenza, Inclusione, Abilità, Orientamento. In particolare, l’ideazione e la progettualità si devono alle professoresse Gabriella Desiderio e Barbara Bertolucci, l’organizzazione alla professoressa Daniela Polini, la dimensione artistica alla professoressa Barbara Borghini, ma il coinvolgimento poi di tanti altri colleghi, di tutte le discipline, è il valore aggiunto di questo percorso che ad esempio, con modalità esecutive simili, lo scorso anno ha consentito a studenti diversi di realizzare una grande tavola in legno e oro che riproduce una famosa opera di Gustav Klimt e che fa bella mostra di sé nell’atrio della scuola. L’obiettivo a lungo termine del progetto è quello di rendere visibile lo stretto collegamento tra preparazione teorica ed abilità pratica, motivando in questo modo gli studenti ad approfondire le proprie conoscenze non solo nell’immediato ma anche nel futuro, quando il rischio di abbandonare gli studi, soddisfatto l’obbligo scolastico, può risultare piuttosto elevato.
Quest’anno si prevede la realizzazione di un mosaico di pietre di vario genere: il richiamo al nostro territorio è stato immediato. Le docenti hanno curato l’aspetto teorico con alcune lezioni specifiche in varie discipline, hanno approfondito l’aspetto storico-artistico con una visita guidata effettuata nella zona archeologica di Luni, hanno fornito un approccio industriale – che tenesse conto sia delle caratteristiche lavorative sia di quelle ambientali – con una visita guidata su mezzi fuoristrada nei bacini di Colonnata e Fantiscritti. Uscire dai locali scolastici, immergersi nella storia e nella natura, toccare con mano le tante trasformazioni di questa pietra “dono degli Dei” anche grazie all’ospitalità degli Studi d’Arte e Cave Michelangelo di Franco Barattini sono stati gli aspetti innovativi della progettualità di questo anno scolastico, che non sarebbe stata però possibile senza il sostegno economico della Fondazione Marmo Onlus. Nel mese di novembre infatti le docenti referenti avevano presentato al coordinatore organizzativo della Fondazione Marmo, dottor Andrea Balestri, il progetto C.I.A.O. ispirato quest’anno anche alla realtà locale, e tale progetto non solo è stato apprezzato in sede consiliare, ma è stato ritenuto degno di finanziamenti visto il forte collegamento scuola-territorio-realtà produttiva locale. Del resto la metafora latina che definisce il marmo un dono addirittura divino, per i suoi tanti impieghi dall’antichità ad oggi e per la sua versatilità, può aiutare a comprendere anche un aspetto decisamente attuale: l’antropizzazione delle cave ha reso in qualche modo magico questo paesaggio, in grado di incantare i suoi visitatori, come è successo anche ai nostri giovani studenti, che sono rientrati a scuola con la ricchezza emozionale dell’esperienza che avevano appena vissuto, ma anche con la consapevolezza che questo è un ambiente che deve essere comunque tutelato e rispettato e che magari proprio chi ci lavora ha per primo interesse e cura a difendere come incantevole scenario naturale.
Ai nostri studenti a questo punto tocca mettersi all’opera e realizzare quei mosaici, prodotto artistico finale di tutto il percorso, dopo averne progettato in équipe le linee ed i motivi dando libero sfogo alla propria creatività. Alla Staffetti allora ci si potrebbe dare appuntamento a primavera inoltrata, quando sarà compiuta l’opera a mosaico frutto di un cammino così articolato, coinvolgente, inclusivo.
Pubblicata il 23/03/2019
The MonsterDal 18  al 21 marzo gli alunni di tutte le classi della scuola secondaria di I grado Malaspina-Staffetti hanno partecipato allo spettacolo teatrale in lingua inglese “The Monster” , realizzato dalla compagnia “Action Theatre” presso l’aula magna del Liceo Pascoli in orario scolastico mattutino.
Lo spettacolo ha coinvolto gli studenti in una storia moderna e movimentata, raccontata con pochi mezzi e molta azione, grazie alla bravura di Daniel-Ambrose Jones (il padre) e Manuel Bruttomesso (the Monster).
La storia è una metafora della difficile convivenza fra adolescenti e genitori e viene raccontata attraverso il mimo, il teatro clownesco, l’acrobatica, il rap, l’improvvisazione e le tecniche del teatro di strada, sempre con la massima partecipazione del pubblico, che si è mostrato entusiasta della rappresentazione.
Un sentito ringraziamento alla docente Anna Busi, coordinatrice dell’evento, e agli insegnanti Stefania Camaiora, Barbara Giuseppini, Lorenzo Maggiani, Simona Mercanti, e Giada Torre che hanno collaborato all’organizzazione dello spettacolo.
Pubblicata il 20/03/2019
MobilitàIn data 6 marzo 2019 è stato sottoscritto in via definitiva il CCNI concernente la mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. per gli anni scolastici relativi al triennio 2019/20, 2020/21, 2021/22. Per quanto riguarda i termini di presentazione delle istanze relative all'a.s. 2019/20, il termine iniziale per il personale docente è l'11 marzo 2019 e quello finale il 5 aprile 2019. Per il personale educativo le istanze potranno essere presentate dal 3 maggio 2019 al 28 maggio 2019. Per il personale ATA le istanze potranno essere presentate dal 1 aprile 2019 al 26 aprile 2019. Per la mobilità professionale e territoriale verso le discipline specifiche dei Licei Musicali la presentazione delle domande è stabilita dal 12 marzo 2019 al 5 aprile 2019. Per gli insegnanti di religione cattolica le domande potranno essere presentate dal 12 aprile 2019 al 15 maggio 2019.
Pubblicata il 18/03/2019
In Spagna!Dal 4 all’8 marzo le classi III D e III F della Malaspina hanno partecipato al viaggio di istruzione a Madrid accompagnate dall’insegnante di spagnolo Maria Herlinda Mena Usaquen, dall'insegnante di arte e immagine Serena Chioni e dall’insegnante di tecnologia Pierandrea Poma.
Il viaggio è iniziato all’aeroporto di Pisa di buon mattino. Arrivati nella capitale spagnola, dopo una breve sosta in hotel, il gruppo ha potuto pranzare nel centro commerciale della stazione Principe Pio.
Nel pomeriggio il gruppo si è subito immerso nella movimentata vita madrilena e con la metropolitana ha raggiunto il museo Reina Sofia dove ad attenderlo c’era la guida Isabel che ha proposto un interessante tour del museo con una ricca selezione di opere culminato con la visione di "Guernica" di Picasso, opera alla quale i nostri studenti sono particolarmente affezionati conservandone una piccola riproduzione nell'Aula Magna della scuola.
All’uscita il gruppo ha potuto visitare la storica stazione di Atocha con all’interno il suo splendido giardino tropicale. Arrivati in hotel, il gruppo ha potuto cenare e sistemarsi per la notte.
Il secondo giorno il gruppo ha effettuato la visita del museo del Prado, ricco di opere d’arte di tutte le epoche e di varie parti del mondo, tra le quali hanno sicuramente attirato l’attenzione dei ragazzi le opere fiamminghe del visionario Bosch e l’originale punto di vista de "Las Meninas" di Velazquez.
Usciti dal museo, pranzo a base del famoso Jamon iberico.
Nel pomeriggio il gruppo ha visitato la chiesa gotica di San Jeronimo, il Parco del Ritiro, il Palazzo di Cristallo, il Monumento ad Alfonso XII, la Porta de Alcalà, la Fuente de Cibeles, e la Gran Via con i suoi imponenti ed eleganti palazzi del ’900, resa ancor più affascinante dall’imbrunire della sera e dalle sfavillanti vetrine dei negozi e dei locali alla moda.
Dopo una piacevole sosta presso la storica cioccolateria San Ginés per degustare i famosi churros con cioccolata, la serata si è conclura con una visita notturna alla Puerta del Sol con il suo Madroño; da qui in hotel, dove il gruppo ha potuto cenare e sistemarsi per la notte.
Il terzo giorno il gruppo non si è fatto intimorire dall’unico giorno di pioggia e con la guida Isabel ha affrontato un percorso cittadino visitando il Palacio Real, la Catedral de la Almudena, il Mercato di San Miguel, la Plaza Mayor e, di nuovo, la Puerta del Sol.
Finito il pranzo il gruppo ha raggiunto in metropolitana il "Santiago Bernabeu", lo stadio del mitico Real Madrid, e ha visitato il museo del Real, ricco di trofei e di cimeli, nonché i vari ambienti dello stadio, compresi gli spogliatoi e le panchine.
Rientro in hotel, cena e sistemazione per la notte.
Il quarto giorno il gruppo, con pullman privato, si è recato a Toledo, dove con la guida Luis ha potuto ammirare dal belvedere l’imponente Alcazar di Toledo e quindi ha effettuato una visita della splendida città antica, dal quartiere ebraico, alla casa di El Greco, dalla chiesa Santa Isabel De Los Reyes alla ricchissima cattedrale di Santa Maria. Pranzo a Toledo e relax per le vie pedonali del centro città.
Nel pomeriggio, al rientro a Madrid, il gruppo ha visitato i giardini Sabatini, il Teatro Real, Plaza Isabel II, Plaza de España, la Plaza Mayor, il quartiere La Latina e la chiesa di San Francesco.
Nel percorso di rientro il gruppo ha potuto rilassarsi nelle vie dello shopping attorno alla Gran Via e alla Piazza del Callao e da qui nuovamente in hotel ha potuto cenare e sistemarsi per la notte.
Il quinto giorno dopo colazione partenza per l’aeroporto e incontro con i compagni della Staffetti con i quali, in attesa dell’imbarco, i ragazzi e le ragazze della Malaspina si sono potuti confrontare su quanto visitato in questi giorni.
Il viaggio si è concluso con il rientro a casa in tarda mattinata.
Bilancio più che positivo e iniziativa sicuramente da ripetere. Arrivederci Madrid!!!
Pubblicata il 17/03/2019
Global Strike for FutureColorata e ampia partecipazione anche dalla Malaspina al Global Strike for Future: come le "cugine" e i "cugini" della Staffetti, anche le ragazze e i ragazzi del Malaspina hanno dato il loro personale contributo alla giornata di riflessione mondiale sui cambiamenti climatici di venerdì 15 marzo.
Dopo aver affrontato con gli insegnanti delle diverse classi l'urgente e delicato tema dei cambiamenti climatici, del riscaldamento globale, dell'influenza delle attività umane sul clima del pianeta, delle evidenze scientifiche di tale influenza e delle conseguenze di tali cambiamenti, gli studenti hanno prodotto, individualmente o in gruppo, alcuni cartelloni sull'argomento.
Al termine dell'attività coordinata dalle insegnanti di scienze e condotta con la collaborazione di tutti i docenti della scuola, tutti gli alunni e tutte le alunne della Malaspina si sono riuniti con i loro professori e le loro professoresse nel cortile interno della scuola per condividere con i compagni il frutto dei loro lavori.
Do it now!
Pubblicata il 15/03/2019

Al grido di “IL TEMPO STA PER FINIRE, RIPRENDIAMOCI IL FUTURO!” i ragazzi di tutto il mondo, il 15 marzo 2019,  hanno deciso di farsi sentire!!!!!
Tra loro anche i ragazzi della nostra scuola, il Plesso Staffetti,  che si sono preparati per questa giornata studiando la situazione climatica della Terra, le cause dei cambiamenti climatici, le conseguenze  e le soluzioni possibili.

Fridays For Future è un movimento che si sta facendo parlare di se'  ovunque, e il 15 di marzo in tutta Europa e nel resto del mondo, in 100 paesi e 1400 città,  ha visto  studenti e cittadini scendere  in strada con Greta Thunberg,  una “eroina dei nostri tempi”, una ragazzina svedese poco più grande dei nostri studenti, che,  delusa dai “grandi”, ha trovato il coraggio di lottare per la salvezza del  proprio pianeta.
E' lei stessa la prima ad essere colpita per la visibilità che ha ottenuto in poco tempo, spronando i suoi coetanei  al grido: “SE DA SOLA SONO RIUSCITA  A FARE TUTTO QUESTO, PENSATE COSA POTREMMO  FARE TUTTI INSIEME!”, e tutti insieme sono riusciti ad organizzare il primo sciopero mondiale per il clima.

Un venerdì all'insegna dell'ambiente, del rispetto della natura, con una richiesta molto precisa: politiche immediate per porre un freno ai cambiamenti climatici.I nostri alunni si sono impegnanti molto per dare un contributo concreto a questa iniziativa, preparando  striscioni, cartelloni e slogan al fine di sensibilizzare chi ancora non era a conoscenza della situazione in cui versa il pianeta.
I ragazzi si sono soffermati sia sull'esigenza di politiche ambientali dall'alto, quanto su ciò che può fare ognuno di noi nella vita di tutti i giorni per il clima: non consumare energia inutilmente, non sprecare acqua potabile, andare a scuola a piedi o in bicicletta, non consumare troppa plastica, fare la raccolta differenziata, tenere pulite le aule scolastiche e l'ambiente che ci circonda.
L'esperienza è stata molto positiva perchè ha permesso ai ragazzi di riflettere sulle tematiche ambientali,  di confrontarsi e di sentirsi uniti per il raggiungimento di un obiettivo comune:  SALVARE IL NOSTRO PIANETA.

Pubblicata il 14/03/2019
Davanti a MontecitorioI giorni 6, 7 e 8 marzo, le classi II A e II C della Malaspina hanno partecipato al viaggio di istruzione a Roma accompagnate dalle insegnanti di lettere Bianca Maria Ferrari e Paola Biagioni, dall'insegnante di musica Gabriella D'Onofrio e dal vicepreside professor Giovanni Vullo.
Anticipato dalla lezione tenuta qualche giorno fa alla Malaspina dalla deputata Martina Nardi agli studenti delle due classi, il viaggio è iniziato prima dell'alba. Il gruppo, accompagnato da Marco, autista esperto e simpatico, ha raggiunto la capitale nelle ore centrali del mattino, in una splendida giornata di sole.
Dopo un tour panoramico della città e una pausa pranzo con vista Colosseo, le classi e i loro accompagnatori hanno iniziato la visita dei luoghi più belli del centro storico: Piazza di Spagna, Trinità dei Monti, Fontana di Trevi; e poi Piazza Navona, il Pantheon e la bellissima chiesa di San Luigi dei Francesi con gli splendidi quadri del Caravaggio. Insomma un'immersione completa nella storia, nella cultura, nello sfarzo e nella bellezza dell'arte antica.
Arrivati in hotel e sistemate le valigie, il gruppo, stanco e affamato, è stato accolto nella sala ristorante dal gioviale e sorridente signor Antonio.
Poi tutti insieme a guardare la partita Porto-Roma e a chiacchierare un po'.
Il secondo giorno il gruppo ha visitato la Basilica di San Pietro in Vaticano alla quale fa da coronamento la monumentale piazza San Pietro. È la più grande delle quattro basiliche papali di Roma, uno degli edifici più importanti del mondo e centro del cattolicesimo. Secondo la tradizione sorge nel luogo dove fu sepolto l'apostolo Pietro nel 64 d.C. Dopo la visita, tutti a pranzo ad assaggiare i diversi gusti della pinsa romana e poi rientro in hotel per il cambio d'abito. Eleganti ed eccitati, i ragazzi hanno raggiunto in pullman palazzo Montecitorio, per l'attesissima visita. All'interno il gruppo è stato accolto da Stefania Cevenini, un'affabile assistente parlamentare, che aveva il compito di guidare i ragazzi e gli insegnanti all'interno del palazzo, nonché di illustrare la sua storia e le sue funzioni. Dopo essere passati sotto il metal detector, condizione obbligatoria per chiunque voglia accedere all'edificio, e aver ascoltato le regole da rispettare durante la visita, emozionatissimi e in assoluto silenzio i visitatori hanno seguito Stefania nel Transatlantico, un lungo ed ampio corridoio chiamato così perché l'arredamento ricorda quello delle grandi navi transoceaniche. Qui si riuniscono i parlamentari prima di entrare in aula. È stato inoltre possibile osservare la Sala Verde, utilizzata dai parlamentari per la lettura dei quotidiani e della stampa periodica, e finalmente entrare nell'aula della Camera dei Deputati. Fatti accomodare in tribuna, i ragazzi hanno assistito in silenzio ad un'interpellanza in materia sanitaria, e poi, sciolta la seduta, hanno ascoltato Stefania che ha fornito spiegazioni dettagliate sulle funzioni svolte all'interno dell'aula e le hanno rivolto alcune domande, incuriositi dalla maestosità dell'ambiente e dalla luce proveniente dal cosiddetto “velario”, il soffitto composto da vetri decorati. Purtroppo non è stato possibile visitare le altre sale a causa della presenza di commissioni di deputati impegnate nel loro lavoro ma l'esperienza è stata davvero emozionante ed indimenticabile. Usciti dal palazzo, dopo l'immancabile foto di gruppo, alunni ed insegnanti si sono fermati all'interno della galleria “Alberto Sordi”, per un po' di shopping nella libreria Feltrinelli e nei negozi circostanti.
Il terzo giorno, dedicato alla visita dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina, le classi e i rispettivi insegnanti hanno formato due gruppi per effettuare più agevolmente la visita guidata all'interno del palazzo. I musei sono una delle raccolte artistiche più grandi del mondo, dal momento che espongono l'enorme collezione accumulata nei secoli dai Papi. È uno dei luoghi più visitati in assoluto ed ospita opere di arte antica, medievale, rinascimentale e contemporanea. Spettacolare la galleria degli affreschi “delle carte geografiche” dove i ragazzi hanno potuto individuare la città di Massa sulla carta dell'antica Etruria ed osservare la volta del salone completamente e straordinariamente affrescata. Senza dubbio l'emozione più grande ha riguardato l'ingresso nella Cappella Sistina, la cappella principale del palazzo apostolico, nonché uno dei più famosi tesori culturali ed artistici della città del Vaticano. Fu costruita tra il 1475 e il 1481, all'epoca di Papa Sisto IV Della Rovere, da cui prese il nome. È conosciuta in tutto il mondo sia perché è il luogo nel quale si tiene il conclave per l'elezione pontificia, sia perché è decorata con una delle opere d'arte più apprezzate e celebrate della civiltà artistica occidentale: gli affreschi di Michelangelo Buonarroti che ricoprono la volta e la parete di fondo. Uno spettacolo indescrivibile!
Il viaggio si è concluso con il rientro a casa in tarda serata. Bilancio più che positivo e iniziativa sicuramente da ripetere. Arrivederci Roma!!!
Pubblicata il 05/03/2019
L'onorevole Nardi in mezzo agli studenti della MalaspinaLunedì 4 marzo la Malaspina ha ospitato la deputata massese Martina Nardi che ha incontrato due classi seconde in previsione del viaggio di istruzione a Roma e della visita alla Camera dei Deputati.
I ragazzi della II A e della II C hanno così potuto conoscere più da vicino il funzionamento delle istituzioni democratiche, attraverso una simpatica simulazione improvvisata dall'onorevole Nardi che ha visto protagonisti i nostri giovani alunni entrati nei panni di ministri, deputati, senatori e perfino del presidente della Repubblica. I ragazzi hanno appreso le strade che portano all'approvazione di una legge e hanno capito che il cuore del lavoro dei parlamentari consiste nel dialogo fra tutti i deputati e tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, sulle soluzioni migliori da dare ai problemi di un grande Paese aperto all'Europa e al mondo come l'Italia.
La dottoressa Nardi ha spiegato ai ragazzi che Montecitorio è uno dei palazzi più belli ed importanti di Roma e custodisce opere d'arte di inestimabile valore ma non è un museo, bensì un luogo dove ogni giorno ci si confronta, spesso con grande passione, sulle decisioni che riguardano il futuro della nostra società civile; e, soprattutto, è un'istituzione aperta verso tutti coloro che intendono dare il loro contributo al funzionamento della nostra democrazia. I ragazzi, attenti ed interessati, hanno rivolto moltissime domande curiose all'onorevole, dimostrando di aver voglia di crescere anche come cittadini attivi ed informati.
Prossimo appuntamento a Roma, giovedì 7 marzo, per vivere un'esperienza utile, positiva ma soprattutto unica, perché non c'è niente di meglio di una visita diretta per rendere viva e reale la teoria appresa a scuola.
Pubblicata il 05/03/2019
Dante 2021Il Dipartimento di Lettere del Liceo scientifico “G. Marconi” di Carrara propone alcune lezioni di aggiornamento su temi di grande importanza per la didattica dantesca nelle scuole medie superiori. Il corso, premessa a iniziative di più largo respiro che si terranno nel prossimo anno scolastico, rientra nelle iniziative promosse dall’ADI e dalle Università per Dante 2021 e mira a promuovere un diverso approccio all’insegnamento della Commedia nelle scuole, fornendo idee e spunti scientifici per sperimentare una didattica dantesca su due anni e con alcune caratteristiche che la scelta delle tematiche, le relazioni degli esperti, il confronto tra docenti proveranno a chiarire. Tra le finalità del corso rientrano:
- la sperimentazione della lettura della Commedia nel secondo biennio dei licei ed Istituti tecnici (escluso ultimo anno);
- la verifica della fattibilità delle Indicazioni nazionali circa la lettura di almeno 25/20 canti della Commedia;
- la compilazione di un database on line, da estendere anche ai colleghi delle scuole non inclusi, sui canti scelti ed effettivamente commentati;
- la redazione di un syllabus.
Alla fine del corso verranno rilasciati gli attestati, a cura di ADI, SD e Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università di PISA.
L’iscrizione al Corso si può effettuare anche online utilizzando la piattaforma ministeriale SOFIA.
Le iscrizioni saranno possibili fino al 6 marzo.
I quattro incontri si terranno presso l’Aula polifunzionale del Liceo, Via Campo d’Appio 90, Avenza e avranno cadenza settimanale (a partire dal 7 marzo).
Pubblicata il 05/03/2019
MIURA seguito di alcune problematiche concernenti l’oggetto, sentite anche le OO.SS. regionali, si precisa e dispone quanto segue.
In presenza di residua disponibilità del contingente provinciale il personale docente, educativo ed A.T.A. con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e determinato, secondo i requisiti previsti dal contratto integrativo regionale sottoscritto il 26/11/2012, che non abbia presentato la pertinente domanda entro la scadenza del 15 ottobre 2018, è ammesso a beneficiare dei permessi retribuiti per il diritto allo studio nei seguenti casi:
- nomina successiva alla data del 15 ottobre2018, purché sia stata inoltrata la relativa richiesta entro i 7 giorni successivi alla stipula del contratto individuale;
- mancata conclusione alla data del 15 ottobre 2018 delle prove selettive per l’ammissione ad uno dei corsi di cui all’art. 2 del citato contratto integrativo regionale, inclusi ovviamente anche i corsi per il conseguimento dei 24 C.F.U. ai sensi del D.M. 10 agosto 2017, n. 616;
- partecipazione, ai sensi del D.M. 8 febbraio 2019, n. 92, e del D.M. 21 febbraio 2019, ai percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nelle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di I grado e secondaria di II grado.
ALLEGATI
Pubblicata il 01/03/2019
Logo ConsultaLa Consulta Provinciale delle Persone con Disabilità, di concerto con la Provincia di Massa Carrara, ricorda che dal 9 gennaio 2019 è operativo presso la Provincia e gestito dalla Consulta lo Sportello Informativo Scolastico.
Il servizio si avvale di personale docente volontario e intende offrire un punto di assistenza e di ascolto per orientare e indirizzare gli studenti con disabilità di ogni ordine e grado e le loro famiglie verso le idonee strutture per la soluzione delle problematiche sollevate.
Lo sportello è aperto al pubblico tutti i mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 ed è ubicato presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) a Palazzo Ducale (Massa); referente dello Sportello è la dottoressa Shara Ginepri.

Pagine

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451