Tu sei qui

Archivio News

Cerca
Pubblicata il 09/01/2018
A partire dalle ore 9:00 di stamani, per le famiglie è possibile registrarsi al portale dedicato alle iscrizioni on line per le classi prime di scuola primaria e secondaria di I e II grado. Poi, dalle 8.00 del 16 gennaio alle 20.00 del 6 febbraio 2018, sarà possibile invece fare l’iscrizione vera e propria.
Il sito dedicato www.iscrizioni.istruzione.it contiene tutte le informazioni utili per lo svolgimento della procedura e alcuni tutorial per supportare le famiglie. Chi ha un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l’identità. Altrimenti si potrà fare la normale registrazione al portale e seguire passo dopo passo la propria procedura di iscrizione.
Per chi desiderasse iscrivere il proprio figlio o la propria figlia alla Scuola Primaria De Amicis di Turano, il codice ministeriale è MSEE81801E.
Per chi desiderasse iscrivere il proprio figlio o la propria figlia alla Scuola Secondaria di Primo Grado Malaspina o Staffetti, il codice ministeriale è MSMM81801D.
Per chi fosse interessato ad iscrivere il proprio bambino o la propria bambina alla Scuola dell'Infanzia di Turano, si ricorda che la procedura è ancora cartacea.
Per le famiglie dei nostri studenti e delle nostre studentesse che, invece, stanno frequentando l'ultima classe e sono ancora alla ricerca della scuola più adatta alle proprie esigenze o dell’indirizzo da scegliere, il portale di riferimento è Scuola in Chiaro, con le schede sintetiche su tutti gli istituti, i principali dati, l’offerta formativa in chiaro e i Rapporti di autovalutazione delle scuole che contengono, fra l’altro, punti di forza e obiettivi di miglioramento. Si rimanda anche alla nostra pagina dedicata all'orientamento in uscita.
La segreteria della nostra scuola, allo scopo di aiutare tutti i genitori che volessero chiarimenti o un aiuto per iscrivere i propri figli e le proprie figlie, rimarrà aperta dal 16 gennaio al 6 febbraio secondo il seguente calendario:
- plesso Staffetti: da lunedì a sabato dalle 8.00 alle 9.00 e dalle 12.30 alle 13.30; il martedì e il giovedì anche dalle 14.00 alle 16.00;
- plesso Malaspina: martedì e giovedì dalle 8.00 alle 13.30.
Buona scelta a tutte le famiglie!
Pubblicata il 08/01/2018
Collegamento alla nostra biblioteca"Leggere è come trovarsi in un castello di mille stanze ed avere la chiave per aprirle tutte" (Stephen King).
Per fornire agli alunni e alle alunne della nostra scuola questa magica chiave, è stato avviato un progetto di rinnovamento della Biblioteca scolastica, a cura dei docenti Federico Guidotti, Carmen Menchini, Aldalisa Nardini e Roberta Signorino.
Lo scopo del progetto è mettere a disposizione della comunità scolastica (e non solo) gli strumenti necessari a coltivare e sostenere l’amore per la lettura e, tramite quest’ultima, una competenza di cittadinanza di grande importanza: la corretta ricerca e comprensione delle informazioni.
Il progetto, nell'immediato, prevede:
- l’arricchimento del patrimonio librario (tramite acquisti e grazie alle donazioni ricevute durante l'iniziativa #ioleggoperché dalle famiglie - GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO PARTECIPATO! - e dall’Associazione Italiana Editori, ma anche della Biblioteca di Forte dei Marmi);
- la creazione di un sito della Biblioteca con un proprio catalogo online accessibile anche da casa (per vedere il catalogo in linea basta cliccare sul logo "Biblioteca" visibile qui a fianco);
- il rilascio di un’apposita tessera per il prestito;
- la riorganizzazione degli spazi e della collocazione dei libri della Biblioteca al fine di rendere quest’ultima più accogliente e più facilmente accessibile e fruibile, non solo per il prestito, ma anche, in prospettiva, per attività di ricerca, laboratori e iniziative di promozione e condivisione della lettura tra i ragazzi (al momento è attiva, alla Biblioteca della Malaspina, una Bacheca dei Lettori con le recensioni dei libri letti).
Poiché la Biblioteca scolastica è pensata soprattutto per i nostri studenti, la loro opinione è importante. Chiediamo dunque ai ragazzi di partecipare ad un sondaggio per la scelta delle icone che verranno usate per etichettare gli scaffali dei vari generi letterari. Cliccando su questo link sarà possibile votare l’opzione preferita.
La parola ai lettori!
Pubblicata il 20/12/2017
Si allega il programma della stagione Teatro Ragazzi e la relativa scheda di adesione.
Si ricorda che i moduli devono essere compilati dagli insegnanti referenti di ogni classe e inviati all'Ufficio Cultura del Comune di Massa entro mercoledì 10 gennaio 2018.
Gli uffici rimangono a disposizione per chiarimenti e informazioni.
Pubblicata il 19/12/2017
Il Comune di Massa ha approvato l'elenco delle proposte didattiche relativo all'Avviso Pubblico "Realtà Locale: Storica, Ambientale e Produttiva e Attività  Didattiche e Formative A.S. 2017-2018".
L'elenco delle proposte didattiche finanziabili, trasmesso a tutte le scuole del territorio comunale per le formali adesioni, è disponibile in calce.
L'elenco delle proposte riporta il nome dell’associazione proponente, l'intervento didattico, il titolo, i destinatari, una breve presentazione, gli obiettivi e una breve descrizione e articolazione dell'intervento didattico.
Le scuole potranno scegliere le proposte didattiche da realizzare compilando l'apposita modulistica da inviarsi tramite PEC all'indirizzo comune.massa@postacert.toscana.it entro e non oltre il 19 gennaio 2018.
Per informazioni: Settore Istruzione, U.O Attività per l'Istruzione ed Educazione Permanente, via Venturini c/o Scuola secondaria di I grado "Alfieri Bertagnini", tel. 0585 490512-525-580.
ELENCO PROPOSTE
Pubblicata il 14/12/2017
Tante le domande, alcune anche a carattere personale, che i ragazzi della Staffetti hanno rivolto al giornalista scrittore Luigi Garlando, autore del fortunato romanzo Per questo mi chiamo Giovanni, che ha regalato due ore di intrattenimento letterario stamani agli studenti, riuniti per l’occasione in aula magna.
Garlando ha risposto volentieri a tutte le domande, raccontando del suo lavoro di giornalista sportivo – scrive per la «Gazzetta dello Sport» – e della sua passione per la scrittura, cominciata proprio grazie alla lettura di un romanzo che gli ha cambiato la vita. Ci ha raccontato infatti che da quel momento ha comuinciato a leggere, a leggere così tanto che poi ha anche iniziato anche a scrivere, perché, come ha risposto al ragazzo che gli aveva posto questa domanda, è stato "come se vedi qualcuno in televisione, tipo Messi che fa una finta, ti viene poi voglia di scendere in cortile e tirare un calcio al pallone".
Garlando ha confidato alla nostra giovane platea che lo spunto per scrivere una storia è semplicemente intorno a noi, che basta guardarsi intorno ed ecco arrivare l’idea; e se quell’idea riguarda aspetti “difficili” da trattare, ecco che Garlando prende energia ed accetta la sfida. Oltre alla collana "Gol", con l’ormai mitica squadra calcistica delle "Cipolline", Garlando ha scritto infatti di tantissimi argomenti che nessuno aveva ancora affrontato per un pubblico giovane: prima di Per questo mi chiamo Giovanni, non era stato ancora pubblicato in Italia un libro per ragazzi che raccontasse la mafia. "Non esistono argomenti da grandi e argomenti da ragazzi", dice Garlando che nei suoi libri parla di legalità, di razzismo, di politica, di guerra, di storia, ma con “parole concrete”, capaci cioè di far comprendere a tutti lettori, più o meno giovani, il significato del racconto senza trascendere in concetti astratti o nebulosi che resterebbero privi di significato alle orecchie di lettori ancora in erba. Se infatti un lettore perdesse il gusto della lettura a causa di un suo libro trovato noioso o difficile da comprendere, Garlando non se lo perdonerebbe mai.
Molte domande ovviamente gli sono state rivolte proprio sul libro letto anche dai nostri ragazzi: perché scegliere, per parlare di mafia, proprio Giovanni Falcone? Perché aveva bisogno di un simbolo forte, di uno che ha rinunciato a tutto, anche alle gioie della paternità – emozione che Garlando ha voluto condividere col nostro giovane pubblico – per realizzare quello che ha fatto per la legalità nel nostro paese, ma sempre col sorriso sulle labbra: lo scrittore ce lo descrive con l’immagine di una persona che "al mattino si svegliava sapendo che la sua vita aveva un senso! E questo gli donava felicità".
Insomma, l’aula magna era gremita, i ragazzi curiosi ed intrigati e le due ore sono volate, ma Garlando non si è sottratto al rito delle dediche autografate da lasciare sui libri dei nostri studenti, tutti in fila paziente ad aspettare il proprio turno per avere un ricordo di una persona che li ha incantati con una storia avvincente. Del resto Luigi Garlando è uno scrittore molto letto da sempre nella nostra scuola, come è stato testimoniato anche da una nostra "ex mamma", la pittrice massese Maria Rita Vita, che ha contribuito a ringraziare lo scrittore regalando alle docenti che hanno organizzato questo incontro, le professoresse Gabriella Desiderio e Giuseppina Benedetti, un piccolo presente da poter donare a Luigi Garlando: un dono simbolico per la disponibilità cordiale con cui ha coinvolto piacevolmente non solo gli studenti, ma davvero tutti noi.
Pubblicata il 11/12/2017
Scuola apertaSi ricorda a tutte le famiglie interessate che sabato 16 dicembre 2017 i due plessi della nostra scuola secondaria di primo grado Malaspina e Staffetti rimarranno aperti dalle 16.00 alle 18.00 per la seconda delle tre giornate di "scuola aperta" in vista delle iscrizioni all'anno scolastico 2018-2019.
Anche in questa occasione i docenti delle due scuole allestiranno laboratorî didattici a cui i ragazzi e le ragazze in visita potranno liberamente partecipare.
I genitori, le ragazze e i ragazzi in visita potranno poi visitare gli ambienti delle due scuole, porre domande agli insegnanti e conoscere la nostra offerta didattica.
I collaboratori della Dirigente Scolastica Giovanni Vullo presso il plesso Malaspina e Gabriella Desiderio presso il plesso Staffetti illustreranno ai genitori l'Offerta Formativa della nostra scuola.
Un'ultima giornata di "scuola aperta" è prevista per sabato 20 gennaio 2018.
Partecipate numerosi!
Pubblicata il 10/12/2017
Collegamento al sito del Comune di MassaSi comunica che, come da ordinanza n° 127 del Sindaco di Massa, domani lunedì 11 dicembre 2017, tutte le scuole del Comune di Massa resteranno chiuse per allerta meteo.
Le lezioni riprenderanno regolarmente il giorno martedì 12 dicembre.
Per qualsiasi aggiornamento, si prega di consultare il sito della scuola oppure quello del Comune di Massa.
La restituzione dei profili orientativi presso la scuola Staffetti è rimandata a mercoledì 13 dicembre 2017 dalle 16.30 alle 20.00.
Pubblicata il 29/11/2017
W lo sport!Si arricchisce l’offerta formativa per gli alunni della Malaspina-Staffetti che da gennaio avranno la possibilità di frequentare in orario extrascolastico nuove attività motorie e sportive sotto la guida dei loro docenti.
La progettualità dell’iniziativa si attuerà con interventi modulari attraverso approfondimenti di lezioni pratiche nelle discipline di nuoto, pallavolo, atletica leggera, gym dance fusion e calcio a 5.
L’interesse alla valorizzazione del movimento nasce come esigenza per una crescita armonica dei nostri ragazzi, che attraverso l’attività motoria e sportiva potranno incrementare le loro abilità e sicurezze migliorando anche la predisposizione all’apprendimento. Sperimentando i valori positivi dello sport, gli alunni potranno acquisire competenze sociali e di autonomia personale, migliorando la percezione di se stessi e degli altri, attraverso la vita di gruppo, processi d’inclusione e d’integrazione.
Le attività saranno svolte in sinergia con il territorio, grazie alla disponibilità dell’utilizzo della piscina e del campo scuola comunale di Massa. Referenti del progetto per il plesso Staffetti la professoressa Francesca Tonelli e per il plesso Malaspina il professor Alessandro Vitaloni.
Pubblicata il 24/11/2017
Io scelgo, io studioCome ogni anno la nostra scuola organizza diverse iniziative per orientare i suoi studenti delle classi terze nella scelta della scuola secondaria di secondo grado.
Naturalmente, oltre alle attività svolte durante l'orario curricolare, ai tavoli orientativi pomeridiani e al progetto condotto dal dott. Giorcelli (di cui via via la scuola rende conto alle famiglie tramite circolari e avvisi on line), le diverse scuole secondarie di secondo grado organizzano giornate di scuola aperta e attività laboratoriali per tutte le ragazze e per tutti i ragazzi che il prossimo anno dovranno intraprendere questo nuovo e importante percorso di studi.
Per la comodità delle famiglie dei nostri studenti, tutte le iniziative che vengono realizzate dalle scuole secondarie del nostro territorio e che vengono segnalate al nostro Istituto sono raccolte in questa pagina, raggiungibile cliccando sull'icona "Io scelgo, io studio" posta qui di fianco.
Buona scelta!
Pubblicata il 21/11/2017
Giulia Bertuccelli con alcuni suoi disegniStamani 35 alunni delle classi terze si sono confrontati per decidere il rappresentante del plesso Malaspina alla fase finale della settima edizione del Concorso di disegno estemporaneo "Io Creo Drawing", organizzato dall'associazione Italian Spirit of Art.
Sotto l'attenta sorveglianza del professor Ugo Carattini e di una responsabile dell'associazione, i 35 alunni hanno disegnato ritratti, nature morte, paesaggi, composizioni di oggeti e figure morte utilizzando pastelli a olio, sanguigna, pennarelli e matite colorate.
Alla fine è risultata vincitrice l'alunna Giulia Bertuccelli della classe III A, che il 15 marzo nei locali dell'Accademia di Belle Arti di Carrara affronterà gli studenti delle altre scuole della provincia di Massa-Cartrara qualificati per la fase finale.
in bocca al lupo a Giulia!
Pubblicata il 13/11/2017
Iscrizioni on lineÈ disponibile da oggi, sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la circolare sulle iscrizioni per l’anno scolastico 2018/2019.
Ci sarà tempo dalle 8.00 del 16 gennaio alle 20.00 del 6 febbraio 2018 per effettuare la procedura on line per l’iscrizione alle classi prime della scuola primaria, della secondaria di I e II grado. Già a partire dalle 9.00 del 9 gennaio si potrà accedere alla fase di registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it. Chi ha un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l’identità.
Per le scuole dell’infanzia la procedura è cartacea.
Gli strumenti per la scelta
Per effettuare l’iscrizione on line va innanzitutto individuata la scuola di interesse. Strumento utile in questo senso è il portale ‘Scuola in Chiaro’ che raccoglie i profili di tutte le scuole italiane e visualizza informazioni che vanno dall’organizzazione del curricolo, all’organizzazione oraria, agli esiti degli studenti e ai risultati a distanza (Università e mondo del lavoro).
Scuola dell’infanzia
La domanda resta cartacea e va presentata alla scuola prescelta. Possono essere iscritti alle scuole dell’infanzia le bambine e i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 31 dicembre 2018, che hanno la precedenza. Possono poi essere iscritti le bambine e i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2019. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla scuola dell’infanzia di bambini che compiono i tre anni di età successivamente al 30 aprile 2019.
Scuola primaria
Le iscrizioni si fanno on line. I genitori possono iscrivere alla prima classe della scuola primaria le bambine e i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2018. Si possono iscrivere anche i bambini che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2018 e comunque entro il 30 aprile 2019. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla prima classe della primaria di bambine e bambini che compiono i sei anni successivamente al 30 aprile 2019. I genitori, al momento della compilazione delle domande di iscrizione on line, possono indicare, in subordine rispetto alla scuola che costituisce la loro prima scelta, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Il sistema di iscrizioni on line comunica di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso le scuole indicate come seconda o terza opzione.
Secondaria di I grado
All’atto dell’iscrizione on line, i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può essere di 30 oppure 36 ore, elevabili fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee. In subordine alla scuola che costituisce la prima scelta, è possibile indicare fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento.
Secondaria II grado
Nella domanda di iscrizione on line alla prima classe di una scuola secondaria di secondo grado statale, i genitori esprimono anche la scelta dell’indirizzo di studio. Oltre alla scuola di prima scelta è possibile indicare, in subordine, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento.
La circolare contiene informazioni dettagliate anche sulle iscrizioni di alunne e alunni con disabilità, con disturbi specifici di apprendimento e con cittadinanza non italiana. Con riferimento a questi ultimi, in particolare, si ricorda che anche per quelli sprovvisti di codice fiscale è consentito effettuare la domanda di iscrizione on line. Una funzione di sistema, infatti, consente la creazione di un cosiddetto “codice provvisorio” che, appena possibile, l’istituzione scolastica sostituisce con il codice fiscale definitivo.
Pubblicata il 11/11/2017
Oggi pomeriggio, presso il Centro Commerciale “Le Terrazze” di La Spezia, gli studenti Francesco Fialdini, Alessia Novani, Lorenzo Sartini, Mikael Tartarini e Matilda Varano della Classe III B del plesso Malaspina, accompagnati dalla professoressa Laura Gianfranceschi, hanno sfidato gli agguerriti studenti di altre scuole della provincia di La Spezia e di Massa-Carrara a suon di domande sull’Universo.
L’iniziativa, dall’ironico titolo “Al centro dell’Universo”*, è stata condotta dall’IRAS (Istituto Spezzino Ricerche Astronomiche) con la collaborazione di Spigas e Le Terrazze.
Bravi i nostri studenti, che si sono però dovuti arrendere ai quarti di finale.
L’iniziativa segna la conclusione di un percorso che aveva portato gli esperti dell’IRAS, oltreché nella classe III B, anche nella classe III C con la professoressa Maria Manuela Ceresa e nella classe II F con la professoressa Alice Bertoncini: durante le lezioni interattive di astronomia, gli esperti hanno illustrato ai nostri studenti alcuni concetti introduttivi allo studio dell'astronomia, come il sistema solare, le stelle, le distanze astronomiche, i viaggi interstellari e gli esopianeti.

* Il titolo era ironico perché al termine della lezione i ragazzi hanno scoperto che il nostro pianeta si trova in una zona periferica della nostra galassia, la quale, peraltro, non è neppure una delle più grandi…
Pubblicata il 10/11/2017
Si informa che l’UCIIM, ente qualificato MIUR per la formazione del personale della scuola, organizza un
Corso di preparazione/formazione per aspiranti DIRIGENTI SCOLASTICI Online e in presenza LE NUOVE  ISTITUZIONI SCOLASTICHE: PROGETTAZIONE, ORGANIZZAZIONE, GESTIONE”
È diretto ai soci UCIIM. È possibile associarsi qualora si condividano le finalità dell’Associazione (per associarsi ci si può rivolgere alle presidenti di sezione in calce).
Sarà svolto in modalità on line e in presenza: ai corsisti sarà assegnata password di accesso alla piattaforma FAD UCIIM.
Sono previsti 9 moduli.
Sarà rilasciato attestato valido per gli usi consentiti dalla legge.
Il contributo soci è pari a euro 250,00 per l’intero corso e può essere utilizzato il Bonus Docenti. Diversamente, il pagamento può essere effettuato con bonifico intestato a UCIIM – IBAN IT51V0521603229000000015298 – CAUSALE “CORSO PREPARAZIONE CONCORSO DIRIGENTI”. I presidenti di sezione sono a disposizione per ogni dubbio o chiarimento.
Per iscriversi al corso collegarsi al sito www.uciim.it. e andare alla sezione in evidenza sulla Home page.
Gli iscritti al corso riceveranno una mail con le indicazioni operative.
Nota: gli incontri in presenza saranno realizzati esclusivamente per chi avrà superato la prova preselettiva e ove si riesca a costituire gruppi di almeno 15 persone anche nella provincia di Massa.
Per info:
Presidenti sezionali
- Sezione di Pontremoli - Raffaella Marioni email: r.marioni@virgilio.it
- Sezione di Aulla - Adriana Pietrini email: pieadr@libero.it
- Sezione di Massa - Maria Rosaria Ferri email: mr.ferri@libero.it
Presidente RTS Massa Carrara, Prof.ssa Silvia Bennati
Consigliere Nazionale UCIIM, Prof.ssa Patrizia Zito
Pubblicata il 10/11/2017
I.R.A.S.E. Nazionale, la UIL Scuola Toscana e la scuola UIL Scuola La Spezia nell'ambito delle proprie attività formative, organizza il
CORSO DI FORMAZIONE rivolto al personale docente CONCORSO DIRIGENTI: ASPETTANDO IL BANDO, relatrice prof.ssa Francesca Severa (Segretaria Nazionale Irase)
Il corso si terrà Giovedì 16 Novembre dalle ore 16,00 alle ore 18,30 presso l'IIS BARSANTI di Massa.
Il corso è valido come credito formativo e, ai sensi degli artt. 64 e 67 del CCNL 2006/2009 è previsto l’esonero dal servizio.
In tale occasione saranno comunicate le date dei successivi incontri.
Si prega di comunicare tempestivamente l’adesione all'indirizzo toscana@uilscuola.it compilando la scheda di partecipazione in allegato.
Saranno prioritariamente prese in considerazione le domande degli iscritti Uil Scuola o di coloro che intendono iscriversi. Altre eventuali richieste saranno considerate in ordine di arrivo fino alla capienza dell'aula.
Pubblicata il 09/11/2017
EduscopioPer aiutare le famiglie e gli studenti delle classi terze che si troveranno a breve a dover decidere quale scuola scegliere per il prosieguo degli studi secondari, anche quest'anno la Fondazione Agnelli ha reso disponibile il suo motore di ricerca "Eduscopio", con i dati aggiornati sulle scuole superiori che meglio preparano agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma.
Si tratta della IV edizione del portale che offre gratuitamente agli studenti e alle loro famiglie informazioni oggettive e comparabili sulla qualità dei percorsi di istruzione secondaria di II grado di tutta Italia: una risorsa preziosa nel momento della scelta della scuola superiore da frequentare dopo le medie.
Come sottolinea Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, “eduscopio.it è diventato in questi quattro anni un riferimento per le famiglie, come dimostrano i circa 800mila utenti unici che hanno a oggi visitato il portale, con un incremento medio annuo del 17%, e i 3,5 milioni di pagine consultate. eduscopio.it è utile perché consente di comparare la qualità delle scuole dell’indirizzo di studio che interessa allo studente nell’area dove risiede. Ha successo perché le informazioni che contiene sono frutto di analisi accurate a partire da grandi banche dati, perciò oggettive e affidabili: aiuta chi non si accontenta del “passa parola” e, in modo particolare, quelle famiglie che non possono contare su reti sociali e culturali forti. In questo senso, è anche uno strumento democratico”.
Per la nuova edizione di eduscopio.it, Gianfranco De Simone e Martino Bernardi - i ricercatori responsabili del progetto - hanno analizzato gli esiti universitari e lavorativi di circa 1.100.000 studenti che si sono diplomati in oltre 6.000 scuole italiane negli anni scolastici 2011/12, 2012/13 e 2013/14.
Ma la nuova edizione presenta anche delle novità di rilievo.
La prima è di contenuto: da quest'anno, eduscopio.it ha raggiunto una copertura nazionale anche per gli esiti lavorativi dei diplomati. Sono classificate le scuole ad indirizzo tecnico e professionale di tutte le regioni italiane (erano 7 nel 2016), con l’eccezione delle province autonome di Aosta e Bolzano.
La seconda novità ha a che fare con la funzionalità del portale: la versione mobile di eduscopio.it è stata completamente ridisegnata. Da oggi consultare eduscopio.it con il proprio smartphone è più facile e divertente.
Pubblicata il 09/11/2017
Immagini per la Terra® è il concorso di educazione ambientale che Green Cross Italia organizza da 25 anni per portare nelle scuole i temi dell’ecologia e della sostenibilità. È rivolto agli studenti e agli insegnanti di tutti gli istituti di ogni ordine e grado italiani, presenti sul territorio nazionale e all’estero.
L’iniziativa vanta 25 anni di successi, la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il patrocinio delle più alte cariche dello Stato, di istituzioni e di enti di ricerca.
Ogni anno chiediamo alle scuole di approfondire uno specifico tema ambientale e di seguire un percorso formativo e didattico che porterà alla realizzazione di un’opera.
La XXVI edizione, promossa per l’anno scolastico 2017/2018, ha per titolo “Energia libera tutti”: che cos’è e da dove proviene, come si produce e in che modo è stata scoperta? E poi: perché ha un ruolo così importante per lo sviluppo delle civiltà e come ha accompagnato i destini dei popoli nelle loro alterne vicende?
Green Cross invita ragazzi e professori, bambini e maestri a fare un viaggio alla scoperta dell’energia, una risorsa che però non è ripartita in maniera equa tra gli abitanti della Terra. Partendo dalla nostra quotidianità è possibile allargare lo sguardo agli altri Paesi, a quelle aree come l’Africa sub-sahariana e l’Asia sud-orientale dove molte persone non hanno accesso a questa risorsa. Secondo le Nazioni Unite, nel mondo ci sono oltre un miliardo di individui senza energia elettrica. E quasi tre miliardi cucinano con carburanti tossici o tecnologie pericolose e dannose per la salute. Garantire a tutti l’accesso all’energia e a sistemi di produzione sostenibili è quindi fondamentale. Disporre di una quantità sufficiente di questa risorsa rende più liberi, perché consente ai popoli di emanciparsi dalla povertà e dal sottosviluppo. Per questo è necessaria un’energia che libera tutti e che sia libera per tutti. Ognuno di noi deve fare la propria parte: cittadini, enti, istituzioni, associazioni, politici, governanti. E anche i giovani, che possono sfruttare il loro immenso giacimento di energia, per modificare i destini dei popoli e vincere la lotta ai cambiamenti climatici.
Immagini per la Terra® chiede alle classi di produrre elaborati usando i diversi linguaggi della comunicazione: è possibile inviare, per esempio, giornalini, spot, video, reportage, disegni, fumetti, elaborati multimediali, fotografie. I lavori saranno sottoposti al giudizio di una commissione di specialisti composta da giornalisti, artisti, esperti ambientali che individuerà entro la fine dell’anno scolastico 8 vincitori, due per ogni ordine di scuola.
Gli istituti vincitori riceveranno un premio di € 1.000 ciascuno, da impiegare a sostegno di iniziative ambientali.
A tutti gli studenti che parteciperanno al concorso verrà inviato un diploma nominativo.
Scarica qui:
Pubblicata il 09/11/2017
Anche quest'anno, la Rete degli archivi per non dimenticare, con la collaborazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, propone alle istituzioni scolastiche del territorio nazionale il bando di concorso della quarta edizione Tracce di memoria.
La documentazione dovrà essere inviata entro il 7 aprile 2018.
I vincitori, per ogni grado ed ordine di scuola, saranno premiati nell’ambito delle celebrazioni del Giorno della Memoria per le vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice (9 maggio).
Quest'anno il concorso pone al centro la rivisitazione di temi e protagonisti legati alle vicende storiche del terrorismo, della violenza politica e della criminalità organizzata nel nostro Paese dopo il 1946.
Nel bando di concorso qui sotto disponibile sono decritti in dettaglio temi e contenuti che possono essere oggetto del lavoro di documentazione che impegnerà gli Istituti, le classi, i gruppi di studenti o i singoli studenti, con il fondamentale contributo dei docenti, nella produzione creativa degli elaborati (testi, filmati, registrazioni audio etc.).
Le modalità tecniche per la partecipazione al concorso e l'invio dei materiali sono descritte nel bando.
Come ogni anno, i vincitori, per ogni grado ed ordine di scuola, saranno premiati durante il Giorno della Memoria (9 maggio), nel quale sarà data occasione agli studenti e agli insegnanti di illustrare e discutere gli elaborati.
Pubblicata il 03/11/2017
La Malaspina al Festival della Scienza di GenovaGiornata tutta dedicata alla scienza oggi per la scuola Malaspina.
Tutte le classi seconde e tutte le classi terze della Malaspina, infatti, si sono recate di buon mattino a Genova per partecipare ad alcune delle tantissime iniziative didattiche offerte dal Festival della Scienza, giunto quest'anno alla sua quindicesima edizione.
Con le docenti di scienze Annamaria Biamino, Manuela Ceresa, Daniela Del Sarto, Laura Gianfranceschi e Patrizia Strani, le studentesse e gli studenti delle classi II A, II B, II C, II D, II E, II F, III A, III B, III C e III E hanno potuto prendere parte a interessanti e originali laboratori che li hanno aiutati a comprendere meglio, spesso sotto forma di gioco, alcuni fenomeni della fisica, della chimica e della biologia.
E quindi i nostri giovani scienziati hanno potuto studiare, tra le altre cose: il volodai fratelli Wright ai viaggi interplanetari, per non parlare di tappeti magici, dei disegni di Leonardo e dell'equazione di Bernoulli; mare e bioluminescenza e quindi ricci di mare e spugne, ma anche lucciole, ciclopiste illuminate a batteri e acqua tonica ultravioletta; comunicazioni interstellari, e quindi Curiosity, Voyager e distanze incommensurabili; animali incredibili, che sembrano fantastici, ma che non si tovano nei libri di Harry Potter, bensì nel giardino di casa; gelatine e sali dal Giappone, alla scoperta del quinto gusto e dell'antica sapienza culinaria nipponica; vaccini e... pecore, per imparare l'importanza dello stare uniti e dell'agire compatti (vaccinandosi!) in difesa delle persone più deboli; tecniche costruttive in terra cruda secondo antiche tradizioni giapponesi; come potrebbe essere il futuro grazie alle invenzioni e alle innovazioni che già oggi si sperimentano all'interno dell'Istituto Italiano di Tecnologia; la fluorescenza e la fotodegradazione, attraverso succhi di frutta, evidenziatori e maniche di camicia.
Gli oltre centocinquanta studenti sono stati accompagnati anche da Angelica Arrighi, Lucia Bani, Paola Biagioni, Maria Lucia Cancellara, Ugo Carattini, Serena Chioni, Lorenza Corsetti, Gabriella D'Onofrio, Bianca Maria Ferrari, Federico Guidotti, Carmen Menchini, Pierandrea Poma, Giada Torre, Alessandro Vitaloni e Giovanni Vullo.
Pubblicata il 30/10/2017
Elezioni Consigli di ClasseSi comunica che sono pubblicati all’Albo della scuola i risultati delle elezioni per il rinnovo della componente genitori nei Consigli di Classe, delle rispettive sedi, del corrente anno scolastico.
È possibile presentare ricorso alla Commissione Elettorale d’Istituto entro 5 giorni dall’affissione all’Albo.
La Commissione Elettorale, esaminati eventuali ricorsi, rende definitivi i risultati entro 5 giorni dalla scadenza del termine sopra indicato.
Pubblicata il 28/10/2017
Scuola aperta alla MalaspinaLaboratori di musica, arte, scienze, lingue e italiano oggi pomeriggio per tutte le bambine e tutti i bambini delle scuole primarie che hanno voluto visitare la scuola Malaspina!
Infatti, mentre nell'Aula Magna il professor Giovanni Vullo, vicepreside dell'Istituto, con l'aiuto dei docenti Federico Guidotti e Carmen Menchini, illustrava ai diversi genitori presenti l'offerta formativa della Malaspina-Staffetti, la sua articolazione oraria, le lingue insegnate e il corpo docente, i piccoli ospiti sono stati coinvolti in una serie di interessanti laboratori che, vista la prossimità della festa, erano in buona parte incentrati sul tema di Halloween e accompagnati da piccoli gadget, da bibite e da dolciumi (anche gluten-free!).
Le professoresse di lingua francese Paola Cagetti e di lingua inglese Roberta Signorino hanno accolto i ragazzi nell'aula di inglese, addobbata per l'occasione con decorazioni 'da brivido', e hanno proposto ai ragazzi schede didattiche con divertenti giochi linguistici (memory, bingo) per l'apprendimento del lessico legato ad Halloween.
Nel laboratorio di arte e italiano, guidato dai professori Maria Lucia Cancellara, Paola Biagioni e Ugo Carattini, i bambini e le bambine delle classi quinte hanno costruito storie utilizzando il lancio dei dadi e illustrato le fiabe lette da alcune alunne della Malaspina.
Nel laboratorio scientifico, con le professoresse Alice Bertoncini e Laura Gianfranceschi, i ragazzi in visita hanno creato fantasmi elettrostatici danzanti e bolle in bottiglia grazie a reazioni chimiche e a liquidi con differenti densità; tutti gli esperimenti erano controllati attentamente da alcuni insetti stecco, mimetizzati all'interno del laboratorio.
Infine nell'aula di musica le professoresse Gabriella D'Onofrio e Daniela Sciutto hanno proposto l'esecuzione di canti all'unisono e a 2 voci nonché canti con il flauto spaziando dal repertorio classico fino al country e al rap.
I laboratori sono proseguiti anche quando il professor Vullo ha fatto da cicerone ai genitori guidandoli in una visita alle strutture della scuola: dalla biblioteca al laboratorio di informatica al laboratorio linguistico, passando per le normali aule di studio che, da quest'anno, sono state tutte dotate di PC collegato a internet e connesso a una LIM (lavagna interattiva multimediale) o a un televisore.

Prossimi appuntamenti con la scuola aperta alla Malaspina e alla Staffetti a dicembre e a gennaio!

Pagine

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451