Autorizzazione all’uso dei cookie

Teatro

Applausi per le attrici e gli attori della Malaspina

A Teatro con la MalaspinaÈ andato in scena ieri sera al Teatro dei Servi per i genitori (dopo le anteprime della mattina per gli alunni della scuola) lo spettacolo teatrale ideato e diretto da Alberto Nicolai con le professoresse Paola Biagioni e Bianca Maria Ferrari all'interno del Laboratorio Teatrale della Malaspina.
Come tutti gli anni questa rappresentazione si è inserita nella rassegna di spettacoli teatrali scolastici “La classe va in scena” patrocinata dal Comune di Massa.
Finalmente svelato il mistero della trama: vari personaggi della storia e della letteratura (dal Mr. Hyde di Stevenson a Cleopatra, da Didone al Rosso Malpelo di Verga, dallo shakespeariano Riccardo III a Rasputin, da Agamennone al tolkieniano Gollum, da Lady Macbeth alla Regina di Cuori di Lewis Carroll, fino alla Annie Wilkes di "Misery non deve morire" - solo per citarne alcuni) si trovano insieme in una stazione ferroviaria in attesa del treno e presto, pensando di aver messo finalmente a tacere quella che credono la loro dittatoriale "voce narrante", scoprono l'ebbrezza di poter finalmente abbandonare il proprio eterno ruolo e di lasciarsi andare alle proprie passioni. Ma la voce non era la voce narrante, la libertà era un'illusione e alla fine a tutti toccherà tornare a recitare il ruolo consueto.
“Cercando l’alba dentro l’imbrunire” è stato interpretato da: Laura Benedini, Giulia Bertuccelli, Giulia Bignotti, Sofia Bondielli, Sofia Emma Ciuffi, Tommaso Della Bona, Cosimo Di Filippo, Anna Fruzzetti, Martina Iacopetti, Sofia Ingegneri, Riccardo Loffredo, Gabriele Massa, Gaia  Meccheri, Anna Chiara Niccoli, Sara Pardini, Anna Laura Parenti, Anna Regina, Virginia Sancin, Pietro Tabbì, Alice Tarantola, Lorenzo Tognetti e Samuele Tommasiello.

Fervono i preparativi per lo spettacolo teatrale della Malaspina

La Malaspina a teatroLavori in corso nel Laboratorio Teatrale della Malaspina: ultimi ritocchi, infatti, con l’esperto Alberto Nicolai al nuovo spettacolo che le ragazze e i ragazzi della Malaspina porteranno in scena martedì 29 maggio nelle due rappresentazioni mattutine delle 9.30 e delle 11.00 e in quella serale delle 21.15 presso il Teatro dei Servi nel contesto della rassegna teatrale “La Classe va in scena” del Comune di Massa.
Il laboratorio guidato da Alberto Nicolai con le professoresse Bianca Maria Ferrari e Paola Biagioni non metterà in scena un’opera del repertorio tradizionale, ma ha cercato con tutti i partecipanti un tema originale, su cui gli studenti e le studentesse tutti insieme hanno poi elaborato una trama e un copione originali. L’unico vincolo è stato il riferimento all’Apocalisse che quest’anno costituisce il tema di riflessione del progetto didattico elaborato dal Liceo Classico “Rossi”, dal Liceo Scientifico “Fermi” e dalle Scuole Secondarie della Malaspina-Staffetti dopo i riscontri positivi ottenuti lo scorso anno da Utopia’70.
Bocche cucite da parte delle attrici e degli attori sul copione di quest’anno, ma qualcosa è trapelato lo stesso. Una domanda, infatti, è stata rivolta spesso dai ragazzi e dalle ragazze del laboratorio ai docenti di lettere della nostra scuola: «Prof, mi scusi: mi potrebbe indicare un “cattivo” della letteratura?»
Che cosa staranno preparando le nostre studentesse e i nostri studenti nell’aula magna della Malaspina?
La risposta martedì prossimo... “Cercando l'alba dentro l’imbrunire”.
(La locandina e la brochure sono state elaborate a cura degli studenti Matteo Nemec, Greta Ofretti, Rachele Paiardi e Ilaria Scarpellini del Liceo Scientifico “Enrico Fermi”)

La Malaspina-Staffetti nella Foresta di Sherwood

Robin Hood a MassaStamattina tutte le quattordici classi del plesso Malaspina, accompagnate dai docenti Angelica Arrighi, Alice Bertoncini, Laura Borzone, Paola Biagioni, Paola Cagetti, Maria Lucia Cancellara, Manuela Ceresa, Serena Chioni, Lorenza Corsetti, Chiara Crudeli, Daniela Del Sarto, Bianca Maria Ferrari, Federico Guidotti, Carmen Menchini, Maria Riccarda Panighini, Pierandrea Poma, Daniela Sciutto, Roberta Signorino, Patrizia Strani, Giada Torre e Giovanni Vullo, e le classi III A, III B, III C, III D, I E, II E, III E, I F, II F e III F del plesso Staffetti, accompagnate dalle insegnanti Maria Antonella Baldini, Lucia Bani, Elena Belligi, Enio Bertani, Stefania Bertoneri, Nicoletta Bini, Barbara Borghini, Anna Busi, Simona Mercanti, Elisabetta Parlatore, Sandra Radicchi, Laura Rubini, Stefania Sola, Elisabetta Tonini e Maria Grazia Voconi, si sono recate… nella misteriosa Foresta di Sherwood, o meglio, al Teatro Tenda del Parco degli Ulivi che oggi, per i nostri studenti, si è trasformato nel celebre sfondo della mitica leggenda di Robin Hood, l’eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri.
Lo spettacolo, ispirato al romanzo storico Ivanhoe di Sir Walter Scott e messo in scena dalla compagnia teatrale Palketto Stage, propone sotto forma di musical la storia del fuorilegge e arciere imbattibile, la cui figura emerge dalle nebbie della tradizione orale dove si mescolano leggende locali, divinità celtiche e avvenimenti storici. In questa magica atmosfera i nostri studenti, pieni di entusiasmo, hanno potuto assistere ad uno spettacolo interamente in lingua inglese e alla fine, hanno avuto la possibilità di interagire coi talentuosi attori madrelingua ponendo loro domande sul musical ma anche chiedendo di soddisfare simpatiche curiosità personali sulle loro vite di giovani attori in tour.
Si ringraziano tutte le docenti di inglese Lucia Bani, Nicoletta Bini, Anna Busi, Roberta Signorino e, in particolare, le due organizzatrici, le professoresse Simona Mercanti e Giada Torre. Last but not least, uno speciale ringraziamento alla dottoressa Cinzia Bertilorenzi, la nostra biondissima Robin Hood in gonnella che, armata di inesauribile tenacia e straordinaria pazienza, ha fatto in modo che per la prima volta un musical in lingua inglese della Palketto Stage fosse rappresentato a Massa, dimezzando così i costi per le famiglie di tutti gli studenti della nostra città.

Theatre and Body Language: un laboratorio espressivo in lingua

Martedì 27 marzo le classi II E e II F della Staffetti e le classi I C e II C della Malaspina hanno vissuto un’esperienza davvero emozionante: un laboratorio teatrale in lingua inglese, una vera e propria full immersion in modalità workshop nella lingua parlata e nella mimica inglese.
All’interno delle aule del plesso Staffetti, per l’occasione trasformate in set e palcoscenico, una compagnia di attori madrelingua ha coinvolto i nostri studenti in diverse attività: esercizi individuali, di gruppo e corali di warming up fino ad arrivare alla "messa in scena" di una fiaba. Gli esperti hanno saputo mettere a proprio agio gli alunni attraverso esercizi-gioco, l'uso di un linguaggio chiaro e di una gestualità particolarmente espressiva.
Il teatro, si sa, è sempre occasione di incontro, di comunicazione verbale e fisica, e tutti i ragazzi, anche i più timidi, sono stati incoraggiati a mettersi in gioco, ad esporsi senza inibizioni, sperimentando la lingua inglese e le varie attività comunicative senza temere l'errore o la critica ed è soprattutto in questo senso che il laboratorio si è rivelato davvero efficace. Ogni ragazzo infatti, in una cornice di socializzazione e di reciprocità, ha dato il proprio contributo per la riuscita delle attività proposte, ogni studente ha liberato la propria fantasia e la propria creatività incanalandola in senso espressivo-comunicativo.
È stato davvero interessante osservare i gruppi classe intenti a sviluppare i compiti assegnati. I ragazzi si sono divertiti nell'interpretare i personaggi della fiaba loro assegnata ed hanno mostrato di apprezzare particolarmente questa modalità alternativa di fare Inglese che, attraverso il gioco, ha reso più facile la memorizzazione di nuove parole e modi di dire, e che attraverso il linguaggio del corpo, ha anche permesso loro di affrontare le insicurezze tipiche della crescita.
Si ringraziano le docenti di inglese Simona Mercanti e Giada Torre, promotrici dell’iniziativa per il secondo anno consecutivo, e gli insegnanti accompagnatori Elena Belligi, Paola Cagetti, Manuela Ceresa, Irene Crapisi e Pier Andrea Poma. Un ringraziamento particolare va inoltre a tutti i ragazzi che con la propria partecipazione attiva hanno reso questa giornata così speciale e ricca di spunti di riflessione.

Con Phileas Fogg e Passepartout in giro per il mondo... sotto il Teatro Tenda

Il giro del mondo in 80 giorniLe classi II B, III B, I C, II C, III C, I E e II E del plesso Malaspina e la classe I D del plesso Staffetti, accompagnate dai docenti Angelica Arrighi, Paola Biagioni, Maria Lucia Cancellara, Ugo Carattini, Maria Manuela Ceresa, Federico Guidotti, Elisabetta Mosti, Giada Torre e Chiara Zanzani, si sono recate stamani al Teatro Tenda del Parco degli Ulivi per assistere alla rappresentazione "Il giro del mondo in 80 giorni. Storygame tra Jules Verne e Sotterraneo".
Lo spettacolo rientrava nella rassegna Teatro Ragazzi proposta, come tutti gli anni, dal Comune di Massa.
Messo in scena dal collettivo di ricerca teatrale "Sotterraneo" e interpretato da Sara Bonaventura, Claudio Cirri e Mattia Tuliozi, lo spettacolo si è presentato come l'innesto di suggestioni pop nel tessuto di uno dei più noti romanzi di Jules Verne. Utilizzando il linguaggio dei videogiochi e prendendo in prestito parole e modi dall'immaginario televisivo, questo rinnovato "Giro del mondo" ha affrontato en passant temi quanto mai attuali come il rapporto tra culture diverse, gli stereotipi culturali e l'identità di genere, senza mai uscire dal registro di una rilettura giocosa e postmoderna del grande classico d'avventura.
Applausi e risate hanno accompagnato tutta la rappresentazione fino al lieto fine, che - come ben sa chi conosce il libro - è giunto dopo un lungo momento di suspense.
E un applauso meritano anche i nostri giovani spettatori, che hanno seguito con attenzione e partecipazione dall'inizio alla fine la sua messa in scena.

Le classi prime della Malaspina e della Staffetti a teatro in lingua inglese

Action Theatre per le prime della Malaspina-StaffettiAnche quest’anno, come ogni anno, la nostra scuola ha ospitato la compagnia teatrale Action Theatre, una compagnia di giovani attori madrelingua inglese che il 13 e il 14 marzo scorsi, nell'aula magna del plesso Staffetti, hanno messo in scena lo spettacolo "Brother and Sister Act" per gli alunni di tutte le classi prime del plesso Malaspina e del plesso Staffetti. Lo spettacolo, divertente e coinvolgente, è stato seguito da una sorta di workshop finale in cui i nostri studenti sono stati incoraggiati dalle docenti ad interagire liberamente con gli attori in lingua inglese.
Si ringraziano la professoressa Anna Busi, organizzatrice dell'iniziativa, e le professoresse di lingua inglese Nicoletta Bini, Barbara Giuseppini, Simona Mercanti, Roberta Signorino e Giada Torre che hanno guidato i nostri ragazzi in quest’attività motivante, stimolante e dal grande valore formativo.

A teatro, ricordando Bartali: un campione (anche) di umanità

Gino Bartali, campione di ciclismo e di umanitàSono iniziate le rappresentazioni della stagione teatrale che il nostro Comune, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo, ogni anno organizza per gli studenti delle scuole di Massa.
Al Teatro dei Servi, mercoledì 7 febbraio, è andato in scena per le ragazze e per i ragazzi delle classi II B, III B e III C del plesso Malaspina, accompagnati dai loro docenti Angelica Arrighi e Federico Guidotti, lo spettacolo "La battaglia dei pedali: Gino Bartali, un ragazzo controvento".
Lo spettacolo, interpretato dai tre giovani e affiatatissimi attori Aurora Candelli, Francesca Bellini e Julio Escamilla della compagnia "La Piccionaia", ha voluto ricordare il grande ciclista toscano soprattutto nel suo aspetto più umano: quando, durante la guerra, con la scusa degli allenamenti in bicicletta, trasportò i documenti falsi che servirono a salvare centinaia di ebrei dalla deportazione nei lager nazisti.
Particolarmente toccanti sono stati i momenti in cui i tre giovani attori hanno ricordato la tragica morte su strada del giovane fratello del campione toscano e il viaggio in bicicletta compiuto da Bartali in una Firenze spettrale, appena abbandonata dalle truppe tedesche, per dare sepoltura nel cimitero della sua Ponte a Ema alla piccola bara del figlio nato morto.

Passeggiando con Dante alla Malaspina

A spasso con Dante alla Malaspina"A spasso con Dante" è il titolo della lezione aperta sui testi della Commedia e dello Stil Novo che ieri mattina le alunne e gli alunni delle classi II D e II F del plesso Malaspina hanno tenuto di fronte alle proprie famiglie presso l'Aula Magna della scuola.
Al termine del percorso che li ha portati alla scoperta della nascita della lingua italiana e delle sue prime manifestazioni letterarie, gli alunni si sono alternati in recitazioni ad alta voce di ampi brani dell'Inferno e della Vita Nova di Dante e anche dal Canzoniere di Guido Cavalcanti, accompagnati da brani musicali scelti grazie alla collaborazione con la professoressa di musica Daniela Sciutto. In una sorta di passeggiata dantesca, gli alunni e le alunne delle due classi, hanno guidato il pubblico dai versi leggiadri del Cavalcanti alle note cupe del Conte Ugolino della Gherardesca. Dapprima la lettura ad alta voce e poi la recitazione in prima persona ha consentito ai ragazzi di immedesimarsi nelle vicende e farle proprie, impossessandosi al contempo dei primi rudimenti dell'analisi retorica e linguistica.
L'esperimento teatrale è stato pensato e realizzato dalla docente di italiano, professoressa Carmen Menchini, proprio in virtù dell'entusiasmo mostrato dai ragazzi rispetto ai testi studiati.
Alla fine applausi da parte del professor Pierandrea Poma, elogi dal vicario della dirigente professor Giovanni Vullo e grande emozione per i giovani "attori" di fronte al pubblico dei loro familiari - e grande entusiasmo per la riuscita del progetto!

Teatro Ragazzi (A.S. 2017-2018)

Si allega il programma della stagione Teatro Ragazzi e la relativa scheda di adesione.
Si ricorda che i moduli devono essere compilati dagli insegnanti referenti di ogni classe e inviati all'Ufficio Cultura del Comune di Massa entro mercoledì 10 gennaio 2018.
Gli uffici rimangono a disposizione per chiarimenti e informazioni.

Forti come una primavera all’inferno

Grande successo dello spettacolo teatrale del plesso Staffetti al teatro Guglielmi di Massa. Secondo la tradizione, lo spettacolo è stato proposto stamani alle classi del plesso stamani e stasera in replica ai genitori e alla Dirigente. Partendo da un archetipo illustre, la "Lisitrata" dell'autore greco Aristofane, lo spettacolo è stato dedicato a tutte le donne, non solo dell'antica Grecia, ma a quelle che nel corso del tempo hanno lasciato un segno indelebile nella Storia.
Forti come una primavera all’inferno
storie di donne di ieri e di oggi
Come una primavera all’inferno,
che scala malefici
e dannazioni
e fiorisce come un cielo di rubini
anche su questo mio povero cuore
che non vuole ancora cadere.
(Alda Merini)
Partiamo dall’oggi e facciamo un salto all’indietro, volendo dare voce ai ruoli delle Donne nella società, alla loro condizione, alle loro parole e ai loro silenzi. Dall’antica Grecia fino a noi, attraverso una carrellata di figure femminili che si affacciano e si sono affacciate sulla scena domestica, economica, intellettuale e pubblica della società. Donne sempre e infinitamente presenti nella comunità, indispensabili per le loro funzioni quotidiane. Donne sempre presenti pure negli avvenimenti che costruiscono, trasformano o lacerano la società. Donne di cui si parla molto, nel tentativo di contenerne la loro antica natura selvaggia. Donne capaci di grandi eccessi. Donne che fanno paura. Donne, infine, che escono dall’ombra della storia ponendo alcuni interrogativi sul loro passato e il loro futuro, sul dominio subìto e soprattutto sul significato del rapporto tra i sessi, in una storia che nel tempo e nello spazio è  necessariamente anche storia di Uomini.
Questi gli interpreti: Gaia Della Bona, Sara Vanelli, Elena Maria Festa, Niccolò Farneti, Riccardo Baudone, Irene Marchetti, Elisa Bianchi, Alessandro Perna, Noemi Ragaglini, Michele Ricci, Samuele Fera, Rachele Benedetti, Nicola Gardella, Martina Bongiorni, Chiara Pastore, Lorenzo Gianardi, Leonardo Giannecchini, Nicole Mustone, Aurora Nari, Fabio Bertocchi, Gaia Zoe Galli, Flavio Bigini Pellistri, Maya Tommasi Grossi, Federico Boni, Anna Granatelli, Juri Tazzini, Giada Todaro, Nicolò Della Bona, Maria Piacentini e Anita Ustioni.
Il progetto teatrale è delle docenti Giusi Benedetti e Aldalisa Nardini, mentre la regia è a cura di Alessandra Roselli; il disegno di copertina della locandina è di Chiara Pastore.
Si ringraziano il Comune di Massa (Settore Istruzione e Cultura) e i genitori degli alunni in scena.

Pagine

Abbonamento a RSS - Teatro
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451