Autorizzazione all’uso dei cookie

Ciro Siciliano

Premio Ciro Siciliano 2019

Premiata la MalaspinaIl 6 giugno, nella Sala della Resistenza del Palazzo Ducale a Massa, si è svolta la cerimonia di premiazione della dodicesima edizione del premio “Maresciallo Ciro Siciliano. Pace, giustizia, libertà, democrazia”, fortemente voluto e organizzato, come ogni anno, dalla giornalista Angela Maria Fruzzetti, con il patrocinio del Comune di Massa, della Provincia di Massa Carrara e della Regione Toscana. In rappresentanza delle istituzioni erano presenti, tra gli altri, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri tenente colonnello Massimo Rosati, il presidente dell’Anpi di Massa Dino Oliviero Bigini, il consigliere della Regione Toscana Giacomo Bugliani, l’assessore alla cultura del Comune di Massa Veronica Ravagli, il consigliere comunale e provinciale Stefano Alberti e la delegata del Sindaco del Comune di Massa per la montagna Giorgia Garau. La signora Paola Donati, invece, era presente in rappresentanza della famiglia Siciliano.
Il premio vuole ricordare l’eroico sacrificio del maresciallo dei carabinieri Ciro Siciliano che, di stanza nella caserma di Forno, tentò inutilmente di salvare i civili della frazione montana dalla rappresaglia nazifascista, finendo anch’egli fucilato, il 13 giugno 1944, sull’argine del Frigido insieme ad alcune decine di massesi.
Quest’anno a partecipare per la nostra scuola sono stati gli alunni e le alunne delle classi I E, II E, II B e III D del plesso Malaspina che, con i loro testi, hanno ottenuto il primo premio nella sezione componimenti delle scuole secondarie di I grado.
Ad accompagnare gli studenti e le studentesse premiati sono state le loro insegnanti Maria Riccarda Panighini, Maria Lucia Cancellara e Carmen Menchini.
La giuria ha voluto segnalare, tra i testi prodotti, “Il bosco buio e silenzioso” di Luca Casolare, “Vorrei” di Anna Pieraccini e “La pace” di Annachiara Niccoli.

Premio "Ciro Siciliano"

Premio Ciro SicilianoCome ogni anno all'avvicinarsi della fine della scuola, arriva anche la festa di Sant'Antonio nella frazione di Forno. E il giorno della festa, il 13 giugno, da settant'anni è anche il giorno in cui si ricorda uno dei più terribili massacri avvenuti durante la seconda guerra mondiale nel territorio del nostro Comune.
Proprio per ricordare questo terribile evento, da 11 anni l'Associazione Eventi sul Frigido, con il patrocinio, tra gli altri, del Comune di Massa e grazie all'impegno della giornalista e scrittrice Angela Maria Fruzzetti, propone a tutte le scuole di Massa il premio intitolato alla memoria del Maresciallo dei Carabinieri Ciro Siciliano e ai valori di pace, giustizia, libertà e democrazia.
Proprio prendendo spunto da quelle parole, i ragazzi e le ragazze della classe II E del plesso Malaspina, guidati dal loro insegnante Federico Guidotti, hanno raccontato episodi grandi e piccoli nei quali oggi giovani come loro si sono sforzati di mettere in pratica quei valori che l'abitudine, a volte, consuma: un po' come l'aria, della cui importanza ci ricordiamo solamente quando inizia a mancare...
Accompagnati nella Sala della Resistenza del Palazzo Ducale di Massa dalla loro insegnante di storia Maria Lucia Cancellara, ieri mattina gli studenti e le studentesse della classe II E hanno partecipato alla cerimonia di premiazione e ascoltato la presentazione dell'organizzatrice dell'evento Angela Maria Fruzzetti, gli interventi delle autorità (tra cui il presidente della Provincia di Massa-Carrara Gianni Lorenzetti, il presidente del Consiglio Comunale di Massa Domenico Ceccotti, l'assessore all'Istruzione del Comune di Massa Silvana Sdoga), dei rappresentanti delle locali associazioni partigiane (il presidente dell’Anpi di Massa Dino Oliviero Bigini e la vicepresidente dell’Anpi di Montignoso Lucia del Giudice) e anche della signora Paola Donati, in rappresentanza della famiglia Siciliano.
Grandissima è stata la gioia e la sorpresa quando è stato annunciato il nome del vincitore nella sezione componimenti: si trattava proprio della classe II E della Malaspina!
Tutti gli studenti hanno ricevuto una medaglia in ricordo della cerimonia, mentre alla scuola è andata una targa, alcuni libri per la biblioteca della scuola (tra cui una copia dell'ultimo libro in cui Angela Maria Fruzzetti con Sara Maria Strenta ha raccolto i testi prodotti dai vincitori delle ultime edizioni) e un premio in denaro che sarà utilizzato per potenziare l'offerta formativa della nostra scuola.
Complimenti ai giovani "scrittori" Francesca Bacci, Lisa Balloni, Matteo Bianchi, Alessio Bonuccelli, Thomas Caddeo, Iacopo Casani, Tommaso Casani, Aurora Ciuffi, Sofia Ciuffi, Dennis Dalle Luche, Carlo Dazzi, Lorenzo Faconti, Anna Fruzzetti, Migena Gega, Thomas Lacopo, Edoardo Lodovici, Luca Maccioni, Alice Michelucci, Maria Virginia Nicodemi, Matteo Palla e Daniele Ricci.

La Malaspina nel libro "I giovani raccontano"

La copertina del libroMercoledì 7 febbraio gli alunni della classe II E del plesso Malaspina si sono recati, con le docenti Maria Lucia Cancellara e Daniela Sciutto, nell'aula consiliare del Comune di Massa per assistere alla presentazione del libro, curato da Angela Maria Fruzzetti e Sara Maria Strenta, "I giovani raccontano. Premio Maresciallo Ciro Siciliano. Edizioni 2012 - 2013 - 2014".
Il testo, che, come i precedenti della serie, fa parte della collana Edizioni dell'Assemblea ed è edito a cura del Consiglio Regionale della Regione Toscana, raccoglie la documentazione fotografica e i testi scritti dagli studenti partecipanti al premio Ciro Siciliano negli anni che vanno dal 2012 al 2014.
La nostra scuola, che crede fermamente nei valori che il premio vuole diffondere e consolidare tra i giovani ("Pace, Giustizia, Libertà, Democrazia", non a caso, sono le parole che completano il titolo del concorso che, con quest'anno, è giunto alla sua undicesima edizione), ha voluto partecipare spesso a questa iniziativa (2016-2017, 2013-2014, 2012-2013...) e spesso i suoi alunni sono stati premiati per i testi prodotti.
Anche in questa raccolta sono quindi presenti testi scritti da nostri ex alunni che, grazie alle caratteristiche di questa collana (pubblicata in formato cartaceo, ma disponibile anche in formato elettronico), tutti possono consultare.
Il testo completo del libro è visionabile cliccando sull'immagine posta qui a fianco. Per chi fosse interessato, l'altro volume che presenta testi scritti da nostri ex alunni è visionabile qui: "I giovani raccontano. Premio Maresciallo Ciro Siciliano. Forno, 13 giugno 1944. Pace, giustizia, libertà, democrazia".

Premio Ciro Siciliano alla Malaspina

Decima edizione Premio Maresciallo Ciro SicilianoStamani, presso l'Aula consiliare del Comune di Massa, Angela Maria Fruzzetti, ideatrice e anima dell'iniziativa, ha introdotto la cerimonia di premiazione della decima edizione del Premio Maresciallo Ciro Siciliano, che vuole ricordare la figura del maresciallo dei carabinieri che, nel giugno del 1944 perse la vita nell'eccidio di Forno nel tentativo di salvare i civili della frazione di Forno dalla rappresaglia nazi-fascista.
Prima della cerimonia di premiazione sono intervenute le autorità presenti. Tra queste, il presidente del Consiglio Comunale di Massa Domenico Ceccotti, dopo un commosso omaggio alla figura di Giuseppe Fruzzetti, ha ricordato agli studenti presenti che le parole "pace", "giustizia", "libertà" e "democrazia" sono fra loro indissolubili, mentre il consigliere regionale Giacomo Bugliani, dopo aver spiegato che la pace può e deve sempre fondarsi sul valore della "giustizia", ha ricordato che il simbolo attuale della regione Toscana, il Pegaso alato, era già il simbolo del Comitato di Liberazione Nazionale Toscano durante la guerra di liberazione dal nazi-fascismo. Il presidente della provincia di Massa-Carrara Gianni Lorenzetti, dopo aver rammentato ai presenti che la nostra è l'unica provincia decorata con la medaglia d'oro al valore militare, si è poi soffermato sulla confusione che oggi sembra investire la parola "eroismo": «Non sono eroi quelli che si appendono ai cornicioni per un selfie - ha detto - ma quelli che non cedono alle mode sciocche del momento». L'assessore all'istruzione Silvana Sdoga ha invitato ad imitare Ciro Siciliano nell'impedire i piccoli atti di ingiustizia che quotidianamente possono verificarsi a scuola e nella vita di tutti i giorni, mentre il tenente dei carabinieri Rosa Sciarrone, che a breve lascerà la nostra città per una nuova destinazione, ha prima ringraziato gli ideatori del premio per aver potuto conoscere la storia di Ciro Siciliano e ha poi spiegato che ognuno di noi ha sempre due scelte e che scegliere il bene non rende solo il mondo migliore, ma rende più felici le persone che lo fanno.
Anche quest'anno la nostra scuola ha partecipato al premio, stavolta con la classe II C del plesso Malaspina, che, in un lavoro collettivo, ha cercato di ritrovare nella cronaca di oggi "Altri Ciri" ovvero persone che, nella loro semplice quotidianità, nell'ordinario svolgimento delle loro attività hanno avuto la stessa semplice forza e lo stesso coraggio che Ciro Siciliano dimostrò settant'anni fa, pagando con la vita il suo gesto.
E proprio questo lavoro ha ricevuto il primo premio nella sezione scrittura delle scuole secondarie di primo grado!
Complimenti, pertanto, a Matteo Abba, Elena Battolla, Gianluca Cassone, Leonardo Cortese, Lucrezia Dalessandri, Giovanni Gentili, Ester Lala, Maddalena Loccori, Thomas Moriconi, Anna Francesca Panesi, Alexandr Pak, Sara Pardini, Luigi Ricci, Nicole Rossi, Aurora Savino, Alessandro Vivoli, Bryan Zajmi (e Tommaso Lo Nigro e Riccardo Zanelli) e al loro professore di lettere Federico Guidotti!

Premio Ciro Siciliano

Il libro consegnato agli studentiStamani gli alunni della classe II C del plesso Malaspina hanno partecipato alla cerimonia di premiazione del concorso "Ciro Siciliano" che si è svolta nella splendida sede della Filanda di Forno.
È questo il primo degli appuntamenti che, da alcuni anni a questa parte, si affianca alle iniziative che vogliono tenere viva la memoria del drammatico eccidio che sconvolse la frazione di Forno il 13 giugno 1944.
Insieme a studenti di altre scuole della provincia di Massa-Carrara - sia delle primarie, sia delle secondarie di primo e secondo grado - i nostri alunni hanno ricevuto dalla giuria un premio per gli elaborati nei quali, secondo le indicazioni di Angela Maria Fruzzetti, ideatrice del premio, hanno esposto le loro speculari riflessioni sui temi della pace e della guerra.
Tutti gli studenti hanno anche ricevuto una medaglia commemorativa e il libro che raccoglie i testi e le locandine prodotti per le edizioni 2010 e 2011 del premio.
Al termine della cerimonia, i genitori e gli insegnanti della scuola primaria "Garosi" di Forno hanno offerto a tutti gli studenti una ricca merenda.
Il giorno 13 giugno, infine, due studenti della classe II C, in rappresentanza della loro classe e di tutta la nostra scuola, leggeranno i loro testi all'interno della cerimonia di commemorazione del settantesimo anniversario dell'eccidio di Forno.
Abbonamento a RSS - Ciro Siciliano
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451