Tu sei qui

L'istituto

La nostra scuola ha sede nel Comune di Massa, che insieme ai comuni della Lunigiana, Carrara e Montignoso forma la provincia di Massa Carrara. Questa zona, che si affaccia sul mar Ligure con un lungo litorale sabbioso, è protetta alle spalle dalle Alpi Apuane. Deve la sua particolare fama alla presenza del pregiato marmo bianco.
Il punto di forza della nostra strategia educativa è la disponibilità umana all'ascolto e al dialogo, alla condivisione delle esperienze, dei problemi, delle scelte, in una parola: l'attenzione alla persona che valorizza la diversità di tutti.
La scuola conta su un gruppo di docenti ed operatori altamente qualificato e motivato che, nel rispetto dei ruoli e delle funzioni, sa realizzare un coinvolgimento pieno, una relazione tra soggetti uniti per un fine comune: la formazione umana ed intellettuale degli allievi.
La Storia e l'intestazione
L'Istituto Comprensivo "Malaspina-Staffetti" è nato dalla fusione delle scuole medie "Moroello Malaspina" e "Luigi Staffetti" (unite dal 1° settembre 1999) con le scuole primaria e dell'infanzia "Edmondo De Amicis" di Turano (avvenuta il 1° agosto 2010). L'Istituto Comprensivo è dislocato nei tre edifici che ospitavano le scuole prima dell'aggregazione.
Moroello Malaspina fu il signore che ospitò Dante Alighieri nei primi anni del suo esilio. Nel 1306 il poeta era in Lunigiana ospite dei Malaspina e da essi ebbe incarichi diplomatici di rilievo. In quale considerazione il poeta tenesse la cortesia e il valore di tutto quel nobile casato è detto in versi famosi del Purgatorio (VIII, 121-132).
Il Conte Luigi Staffetti (Massa, 1869 - Genova, 1929) fu uno storico, studioso di storia locale. In qualità di membro della Commissione Consultiva Conservatrice dei monumenti d'arte ed antichità per la provincia di Massa Carrara e di presidente dell'Accademia dei Rinnovati di Massa manifestò grande interesse per la storia della nostra città.
Edmondo De Amicis fu l'autore del romanzo "Cuore", uno dei testi più popolari della letteratura italiana per ragazzi. In questo libro dedicato ai ragazzi della scuole un alunno di classe terza "notava man mano in un quaderno, come sapeva, quello che aveva visto, sentito, pensato, nella scuola e fuori; e suo padre, in fin d'anno, scrisse queste pagine su quelle note, studiandosi di non alterare il pensiero, e di conservare, quanto fosse possibile, le parole del figliuolo. Il quale poi, 4 anni dopo, essendo già nel Ginnasio, rilesse il manoscritto e v'aggiunse qualcosa di suo, valendosi della memoria ancor fresca delle persone e delle cose".

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451