Autorizzazione all’uso dei cookie

Benvenuti

Istituto Comprensivo Statale
Malaspina-Staffetti

  • Scuola dell’Infanzia De Amicis di Turano
  • Scuola Primaria De Amicis di Turano
  • Scuola Secondaria di primo grado Malaspina
  • Scuola Secondaria di primo grado Staffetti

Dirigenza e Amministrazione presso la Scuola Secondaria di primo grado Staffetti


Appuntamenti della Scuola

(Nota: per leggere con più agio i dettagli dei diversi appuntamenti, si consiglia di consultare la pagina Calendario)

23/03/2018 - Con Phileas Fogg e Passepartout in giro per il mondo... sotto il Teatro Tenda

Il giro del mondo in 80 giorniLe classi II B, III B, I C, II C, III C, I E e II E del plesso Malaspina e la classe I D del plesso Staffetti, accompagnate dai docenti Angelica Arrighi, Paola Biagioni, Maria Lucia Cancellara, Ugo Carattini, Maria Manuela Ceresa, Federico Guidotti, Elisabetta Mosti, Giada Torre e Chiara Zanzani, si sono recate stamani al Teatro Tenda del Parco degli Ulivi per assistere alla rappresentazione "Il giro del mondo in 80 giorni. Storygame tra Jules Verne e Sotterraneo".
Lo spettacolo rientrava nella rassegna Teatro Ragazzi proposta, come tutti gli anni, dal Comune di Massa.
Messo in scena dal collettivo di ricerca teatrale "Sotterraneo" e interpretato da Sara Bonaventura, Claudio Cirri e Mattia Tuliozi, lo spettacolo si è presentato come l'innesto di suggestioni pop nel tessuto di uno dei più noti romanzi di Jules Verne. Utilizzando il linguaggio dei videogiochi e prendendo in prestito parole e modi dall'immaginario televisivo, questo rinnovato "Giro del mondo" ha affrontato en passant temi quanto mai attuali come il rapporto tra culture diverse, gli stereotipi culturali e l'identità di genere, senza mai uscire dal registro di una rilettura giocosa e postmoderna del grande classico d'avventura.
Applausi e risate hanno accompagnato tutta la rappresentazione fino al lieto fine, che - come ben sa chi conosce il libro - è giunto dopo un lungo momento di suspense.
E un applauso meritano anche i nostri giovani spettatori, che hanno seguito con attenzione e partecipazione dall'inizio alla fine la sua messa in scena.

20/03/2018 - Le classi prime della Malaspina e della Staffetti a teatro in lingua inglese

Action Theatre per le prime della Malaspina-StaffettiAnche quest’anno, come ogni anno, la nostra scuola ha ospitato la compagnia teatrale Action Theatre, una compagnia di giovani attori madrelingua inglese che il 13 e il 14 marzo scorsi, nell'aula magna del plesso Staffetti, hanno messo in scena lo spettacolo "Brother and Sister Act" per gli alunni di tutte le classi prime del plesso Malaspina e del plesso Staffetti. Lo spettacolo, divertente e coinvolgente, è stato seguito da una sorta di workshop finale in cui i nostri studenti sono stati incoraggiati dalle docenti ad interagire liberamente con gli attori in lingua inglese.
Si ringraziano la professoressa Anna Busi, organizzatrice dell'iniziativa, e le professoresse di lingua inglese Nicoletta Bini, Barbara Giuseppini, Simona Mercanti, Roberta Signorino e Giada Torre che hanno guidato i nostri ragazzi in quest’attività motivante, stimolante e dal grande valore formativo.

19/03/2018 - Una nuova pagina dei cronisti della Malaspina-Staffetti su «La Nazione»

La seconda pagina dei Cronisti della Malaspina-StaffettiPubblicata anche la seconda pagina che concorrerà per il campionato di giornalismo "Cronisti in classe" del quotidiano «La Nazione».
Mentre la prima pagina si era occupata di riflettere sui punti di forza e di debolezza della nostra città, con la seconda pagina i giovani giornalisti del Laboratorio di Giornalismo della Malaspina si sono confrontati con la questione della sicurezza stradale: per questo motivo, come abbiamo già raccontato qui e qui, hanno voluto ascoltare dalle parole dell’ingegnere dell’Automobile Club di Massa-Carrara Marco Bonanni e da quelle della Comandante della Polizia Stradale della provincia di Massa-Carrara Serafina di Vuolo, sia l’andamento degli incidenti nel nostro territorio (le cause principali, gli effetti, gli orari, le persone più coinvolte…) sia tutte le iniziative che cercano di contrastare i comportamenti più a rischio. E tutto ciò hanno fatto per cercare di rispondere alla domanda: ma le nuove tecnologie favoriscono o contrastano gli incidenti stradali?
Per sapere cosa hanno risposto, basta leggere i tre articoli scritti da Jacopo Bisio, Federico Chicchi, Desirée Evangelista, Emma Fruzzetti e Giulia Vergellito (I A Malaspina) e Penelope Brignole, Thomas Calderone, Gaia De Angeli, Flavia Gallo, Silvia Lazzeri, Allegra Metta e Francesco Vivian (II A Malaspina) guidati dal professor Federico Guidotti e dal giornalista Alberto Sacchetti.
Chi volesse votare i due articoli scritti dai nostri studenti e dalle nostre studentesse, può farlo, previa registrazione gratuita al sito del quotidiano, qui (per il primo articolo) e qui (per il secondo articolo).
Ma per il Laboratorio di Giornalismo non è finita qui...

18/03/2018 - La Staffetti in un articolo della "Nazione"

Sabato, 17 marzo il quotidiano "La Nazione", nella cronaca di Massa, ha pubblicato un articolo della giornalista Laura Sacchetti dedicato alla scuola Staffetti dal titolo "Una full immersion nel francese per 175  gli studenti “Staffetti”.
Riportiamo qui il testo integrale dell'articolo.

Una full immersion nel francese per 175  gli studenti “Staffetti”.
Presenti anche i ragazzi appena rientrati da un viaggio a Parigi.

Una full immersion di francese per gli studenti della scuola media Staffetti. «Lo studio delle lingue straniere – spiega l’istituto scolastico Staffetti – è particolarmente coltivato e le strategie didattiche delle nostre docenti, in particolare, in questo caso, della professoressa Federica Bigarani, di francese, riescono a mantenere alta l’attenzione e l’impegno anche degli animi più indolenti. Lunedì scorso, infatti, 175 alunni hanno assistito allo spettacolo “Saint-Germain-des-Prés”, rigorosamente in lingua francese, presso il Teatro Tenda cittadino, presentato da France Théâtre, che ha tenuta desta l’attenzione di tutto il giovane pubblico per l’intera durata della rappresentazione». Il tema non era semplice e la storia, ambientata a partire dagli ultimi anni della seconda guerra mondiale, durante il quale gli intellettuali francesi si incontravano nei bar del famoso Quartier Latin, per vivaci e critici dibattiti. Sul palco gli alunni hanno potuto andare con la fantasia al mitico Café de Flore ed ascoltare dagli attori alcuni pensieri del filosofo Jean-Paul Sartre, certamente espressi con semplicità, anche grazie al pretesto creativo del copione teatrale, che ruotava intorno ad un fantascientifico viaggio nel tempo fatto da un avvenente garçon de café: i divertenti equivoci legati a questo salto all’indietro hanno alleggerito i riferimenti filosofici magari un po’ complessi ed i momenti di ballo e canto hanno coinvolto tutti gli spettatori, soprattutto quando, in omaggio alla Resistenza italiana, si è cantato tutti insieme “Bella Ciao”. Tra il pubblico c’erano anche i ragazzi della 3ª A, che la sera precedente erano rientrati da un viaggio d’istruzione a Parigi durato cinque giorni. Sicuramente aver ascoltato nella realtà la lingua studiata sui banchi di scuola ha resi gli alunni più partecipi e recettivi durante lo spettacolo. I tanti riferimenti a quartieri e zone parigine che avevano appena visitato hanno contribuito a farli immergere ancora di più nella rappresentazione teatrale. Il pensiero si è riempito dei ricordi reali: Saint-Germain-des-Prés, Café de Flore, Sorbonne, Rive Gauche, dove avevano passeggiato solo un paio di giorni prima. «Il soggiorno parigino dei nostri studenti – spiega la scuola – ovviamente è stato riempito da tante altre meraviglie: dal museo del Louvre al museo d’Orsay, dal film Imax nella Géode alla cattedrale di Notre-Dame e dalla passeggiata lungo gli Champs-Élysées a Montmartre».

Laura Sacchetti

17/03/2018 - Quarto e quinto posto per la Malaspina-Staffetti ai Campionati Nazionali di Geografia!

Terza edizione dei Campionati Nazionali di GeografiaTerza edizione dei Campionati Nazionali della Geografia stamani a Carrara presso l’IIS "Domenico Zaccagna" che li ha organizzati in collaborazione con l'"Associazione Italiana Insegnanti di Geografia" e "SOS Geografia". L’infaticabile Riccardo Canesi, aiutato da una squadra di docenti e di studenti professionali e impeccabili, ha accolto stamani nell’Aula Magna dell’Istituto 33 squadre provenienti dalla Toscana (dalle province di Massa-Carrara, Livorno e Pistoia), dalla Liguria (province di La Spezia, Genova e Imperia) dalla Lombardia (province di Bergamo e Brescia), dal Trentino, dalla Campania (provincia di Salerno) e finanche dalla Calabria (provincia di Reggio Calabria).
Gli alunni e le alunne, motivatissimi, si sono combattuti a suon di puzzle geografici, cartine mute, giochi geografici al PC e coordinate geografiche di località da individuare tramite fotografie.
È stato bellissimo vedere 132 giovani studenti e studentesse delle scuole secondarie di I grado di tutta Italia gareggiare sulle conoscenze e sulle competenze richieste da una disciplina che, sempre più necessaria in un mondo globalizzato, appare viceversa sempre più bistrattata nella programmazione scolastica.
Dopo il sesto e l’ottavo posto guadagnati dalle nostre due compagini nei campionati interregionali di gennaio, oggi la Malaspina-Staffetti si è migliorata, sfiorando di pochissimo il podio: "Andorra", la squadra della Malaspina, ha ottenuto la quarta posizione mentre la "Lettonia", la squadra della Staffetti, si è piazzata al quinto posto, a soli 4 punti di distanza dai gemelli della Malaspina.
Nel dettaglio, la squadra della Malaspina si è classificata prima nel gioco delle coordinate e seconda in quello della carta muta; al quarto posto si è invece piazzata la squadra della Staffetti sia nella prova del puzzle, sia nelle prove individuali al PC.
La squadra della Malaspina era composta da Nicola Fruzzetti, Gabriele Massa, Jacopo Navari e Lorenzo Tognetti (III A) e accompagnata dal professor Federico Guidotti; la squadra della Staffetti era composta da Giacomo Alvino, Iacopo Biagi, Camilla Vigliar e Andrea Zoppi (III A) e accompagnata dalla professoressa Gabriella Desiderio. Una citazione anche per le quattro riserve delle due squadre Gabriele Alberti, Marta Dell'Amico, Maria Teresa Lenzoni e Alexandr Pak, che hanno condiviso la preparazione degli studenti titolari, e per la professoressa Maria Lucia Cancellara, insegnante di geografia degli alunni della Malaspina.

17/03/2018 - Campionati Provinciali di Nuoto

Cascata di medaglie per gli alunni della Malaspina Staffetti che il 14 marzo hanno partecipato alle Finali dei Campionati Interprovinciali di Nuoto presso la Piscina Comunale di Massa. 
1° posto assoluto per la Cadetta Rebecca Gabrielli nei 50 metri Stile Libero, 2° posto nei 50 metri Rana per Elisabetta Conti e 3° posto nei 50 metri Dorso per Nicole Celi. Passando ai Cadetti, 1° posto assoluto per Matteo Abba nei 50 metri Stile Libero e 2° posto di Davide Sartori. Luca Lucchini guadagna un 1° posto nei 50 metri Dorso, Nicola Sartori un 2° posto nei 50 metri Rana e Marco Galvani un sorprendente 1° posto assoluto nei 50 metri Farfalla. Nella categoria Ragazze Rebecca Sciortino si guadagna un 2° posto nei 50 metri stile libero e nella categoria Ragazzi Gabriele Passaro ottiene il meritatissimo 1° posto nei 50 metri Dorso. 1° posto assoluto per Matteo Casotti nei 50 metri farfalla. Sfiora il bronzo Giorgio Frandi nei 50 metri stile. Oro nella Staffetta 4x50 stile libero per Marco Galvani, Davide Sartori, Nicola Sartori e Matteo Abba che salgono sul gradino più alto del podio aggiudicandosi anche la Vittoria Provinciale Cadetti.  
Un’immensa soddisfazione per i risultati sportivi raggiunti dalla squadra del nostro Istituto messa insieme dalla professoressa Francesca Tonelli che ha seguito i ragazzi durante la manifestazione e le lezioni svolte in piscina dedicate a coloro che si sono approcciati al nuoto proprio grazie al servizio offerto dalla scuola e che hanno dimostrato con i fatti, durante questo campionato, che l’impegno alla fine paga sempre.

15/03/2018 - La Malaspina alla ricerca della storia di Massa

La copia della Tavola Peutingeriana conservata al Museo di Massa“Non potevamo immaginare che la città di Massa nel Rinascimento avesse avuto la possibilità di coniare monete, addirittura d’oro! E neppure che oggi queste monete sono valutate, sul mercato dell’antiquariato, fino a 12.000 euro!”
Questa è stata una delle prime considerazioni dei ragazzi e delle ragazze della classe I E della Malaspina a seguito della visita alla Deputazione di Storia Patria per le Antiche Provincie Modenesi, che si è svolta lo scorso 7 marzo con la professoressa Maria Riccarda Panighini, grazie alla gentile e gratuita collaborazione della professoressa Lietta Del Giudice, dell’architetto Nicola Gallo e della presidente della Deputazione, la dottoressa Olga Raffo Maggini.
In particolare, con l’architetto Gallo i ragazzi e le ragazze hanno visitato il Museo della Deputazione all’interno del quale sono contenuti reperti del territorio che vanno dal periodo romano all’età contemporanea (per citarne alcuni: capitello e base romanici della Chiesa di San Remigio a Turano; frammenti marmorei della pieve di San Lorenzo a Monte Libero; lapide del cimitero ebraico di Eschignano; monete e medaglie della Zecca di Massa; bandiera tricolore degli esuli massesi; fucili della Guardia Civica di Massa del 1859; stampe di Mazzini e Cavour) e successivamente hanno assistito a un’importante e chiara lezione di storia del territorio tenuta dalla professoressa Del Giudice che ha ripercorso la genealogia dei marchesi Malaspina, tracciando un quadro storico di Massa a partire dal medioevo fino ai giorni nostri.
Questa esperienza, che è stata preceduta da alcune lezioni di storia del territorio effettuate in classe dalla professoressa Panighini, ha reso i ragazzi consapevoli del fatto che anche la città di Massa ha una sua storia, e quindi ha evidenziato i legami tra micro-storia e macro-storia, facendo comprendere non solo il ruolo del nostro territorio nella storia con la S maiuscola, ma, tra le altre cose, anche il perché delle mura della nostra città, delle sue porte, delle sue chiese e dei suoi palazzi affrescati.
Un momento di particolare interesse per la classe si è verificato di fronte alla Tavola Peutingeriana, di cui la Deputazione conserva una copia, anche perché i ragazzi si sono divertiti a rintracciare la loro città.

13/03/2018 - La polizia stradale alla Malaspina

La Polizia Stradale alla MalaspinaLa comandante della Polizia Stradale della provincia di Massa-Carrara accompagnata da un agente della Polizia Stradale; un'automobile della polstrada parcheggiata nel cortile della scuola; la prova dell'etilometro a uno studente...
Ma cosa è successo oggi alla Malaspina?
Niente paura! I giovani giornalisti del Laboratorio di Giornalismo della Malaspina stanno preparando gli articoli per la seconda pagina del campionato di giornalismo "Cronisti in classe" de «La Nazione» e hanno invitato la dottoressa Serafina di Vuolo, comandante della Polizia Stradale di Massa-Carrara, per un'intervista-lezione sulla sicurezza stradale.
Con la dottoressa Di Vuolo, che si è sottoposta con estrema disponibilità al fuoco di fila delle domande preparate dai giovani redattori, è venuto anche l'appuntato capo Emilio Maira che ha illustrato agli studenti e alle studentesse le caratteristiche dell'automobile di servizio della Polizia Stradale. Dopo aver spiegato lo scopo di tutti gli "attrezzi del mestiere" equipaggiati sulla vettura, l'appuntato ha mostrato il funzionamento dell'etilometro e ha poi sottoposto al test uno dei nostri alunni che si è offerto volontario.
Una foto ricordo ha segnato la fine dell'incontro istruttivo e cordiale.
Un grazie alla Comandante della Polizia Stradale della nostra provincia e al suo assistente per la disponibilità dimostrata.
E ora appuntamento a venerdì 16 marzo per leggere gli articoli dei nostri studenti sulle pagine di cronaca locale de «La Nazione»!
(Per chi se lo chiedesse, l'alunno sottoposto al test dell'etilometro è risultato completamente sobrio!)

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451