Autorizzazione all’uso dei cookie

Benvenuti

Istituto Comprensivo Statale
Malaspina-Staffetti

  • Scuola dell’Infanzia De Amicis di Turano
  • Scuola Primaria De Amicis di Turano
  • Scuola Secondaria di primo grado Malaspina
  • Scuola Secondaria di primo grado Staffetti

Dirigenza e Amministrazione presso la Scuola Secondaria di primo grado Staffetti


Appuntamenti della Scuola

(Nota: per leggere con più agio i dettagli dei diversi appuntamenti, si consiglia di consultare la pagina Calendario)
Non sono presenti altri appuntamenti

25/03/2019 - Alla Staffetti un collegamento virtuoso tra scuola e territorio

A Luni“Il marmo di Carrara è un dono degli Dei”. Questa è una delle tante espressioni con cui si è rivolto ad un nutrito gruppo di studenti della Staffetti la guida turistica Gabriele Giuntoni, titolare della Cave di Marmo "Tours", nel suggestivo scenario del bacino marmifero di Colonnata.
Ma andiamo con ordine. Un team di docenti della Staffetti ha elaborato per il secondo anno consecutivo un articolato progetto le cui finalità sono riconducibili all’acronimo C.I.A.O: Conoscenza, Inclusione, Abilità, Orientamento. In particolare, l’ideazione e la progettualità si devono alle professoresse Gabriella Desiderio e Barbara Bertolucci, l’organizzazione alla professoressa Daniela Polini, la dimensione artistica alla professoressa Barbara Borghini, ma il coinvolgimento poi di tanti altri colleghi, di tutte le discipline, è il valore aggiunto di questo percorso che ad esempio, con modalità esecutive simili, lo scorso anno ha consentito a studenti diversi di realizzare una grande tavola in legno e oro che riproduce una famosa opera di Gustav Klimt e che fa bella mostra di sé nell’atrio della scuola. L’obiettivo a lungo termine del progetto è quello di rendere visibile lo stretto collegamento tra preparazione teorica ed abilità pratica, motivando in questo modo gli studenti ad approfondire le proprie conoscenze non solo nell’immediato ma anche nel futuro, quando il rischio di abbandonare gli studi, soddisfatto l’obbligo scolastico, può risultare piuttosto elevato.
Quest’anno si prevede la realizzazione di un mosaico di pietre di vario genere: il richiamo al nostro territorio è stato immediato. Le docenti hanno curato l’aspetto teorico con alcune lezioni specifiche in varie discipline, hanno approfondito l’aspetto storico-artistico con una visita guidata effettuata nella zona archeologica di Luni, hanno fornito un approccio industriale – che tenesse conto sia delle caratteristiche lavorative sia di quelle ambientali – con una visita guidata su mezzi fuoristrada nei bacini di Colonnata e Fantiscritti. Uscire dai locali scolastici, immergersi nella storia e nella natura, toccare con mano le tante trasformazioni di questa pietra “dono degli Dei” anche grazie all’ospitalità degli Studi d’Arte e Cave Michelangelo di Franco Barattini sono stati gli aspetti innovativi della progettualità di questo anno scolastico, che non sarebbe stata però possibile senza il sostegno economico della Fondazione Marmo Onlus. Nel mese di novembre infatti le docenti referenti avevano presentato al coordinatore organizzativo della Fondazione Marmo, dottor Andrea Balestri, il progetto C.I.A.O. ispirato quest’anno anche alla realtà locale, e tale progetto non solo è stato apprezzato in sede consiliare, ma è stato ritenuto degno di finanziamenti visto il forte collegamento scuola-territorio-realtà produttiva locale. Del resto la metafora latina che definisce il marmo un dono addirittura divino, per i suoi tanti impieghi dall’antichità ad oggi e per la sua versatilità, può aiutare a comprendere anche un aspetto decisamente attuale: l’antropizzazione delle cave ha reso in qualche modo magico questo paesaggio, in grado di incantare i suoi visitatori, come è successo anche ai nostri giovani studenti, che sono rientrati a scuola con la ricchezza emozionale dell’esperienza che avevano appena vissuto, ma anche con la consapevolezza che questo è un ambiente che deve essere comunque tutelato e rispettato e che magari proprio chi ci lavora ha per primo interesse e cura a difendere come incantevole scenario naturale.
Ai nostri studenti a questo punto tocca mettersi all’opera e realizzare quei mosaici, prodotto artistico finale di tutto il percorso, dopo averne progettato in équipe le linee ed i motivi dando libero sfogo alla propria creatività. Alla Staffetti allora ci si potrebbe dare appuntamento a primavera inoltrata, quando sarà compiuta l’opera a mosaico frutto di un cammino così articolato, coinvolgente, inclusivo.

23/03/2019 - Un Mostro (da ridere) alla Malaspina-Staffetti

The MonsterDal 18  al 21 marzo gli alunni di tutte le classi della scuola secondaria di I grado Malaspina-Staffetti hanno partecipato allo spettacolo teatrale in lingua inglese “The Monster” , realizzato dalla compagnia “Action Theatre” presso l’aula magna del Liceo Pascoli in orario scolastico mattutino.
Lo spettacolo ha coinvolto gli studenti in una storia moderna e movimentata, raccontata con pochi mezzi e molta azione, grazie alla bravura di Daniel-Ambrose Jones (il padre) e Manuel Bruttomesso (the Monster).
La storia è una metafora della difficile convivenza fra adolescenti e genitori e viene raccontata attraverso il mimo, il teatro clownesco, l’acrobatica, il rap, l’improvvisazione e le tecniche del teatro di strada, sempre con la massima partecipazione del pubblico, che si è mostrato entusiasta della rappresentazione.
Un sentito ringraziamento alla docente Anna Busi, coordinatrice dell’evento, e agli insegnanti Stefania Camaiora, Barbara Giuseppini, Lorenzo Maggiani, Simona Mercanti, e Giada Torre che hanno collaborato all’organizzazione dello spettacolo.

20/03/2019 - Mobilità personale docente, educativo ed ATA - A.S. 2019-20

MobilitàIn data 6 marzo 2019 è stato sottoscritto in via definitiva il CCNI concernente la mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. per gli anni scolastici relativi al triennio 2019/20, 2020/21, 2021/22. Per quanto riguarda i termini di presentazione delle istanze relative all'a.s. 2019/20, il termine iniziale per il personale docente è l'11 marzo 2019 e quello finale il 5 aprile 2019. Per il personale educativo le istanze potranno essere presentate dal 3 maggio 2019 al 28 maggio 2019. Per il personale ATA le istanze potranno essere presentate dal 1 aprile 2019 al 26 aprile 2019. Per la mobilità professionale e territoriale verso le discipline specifiche dei Licei Musicali la presentazione delle domande è stabilita dal 12 marzo 2019 al 5 aprile 2019. Per gli insegnanti di religione cattolica le domande potranno essere presentate dal 12 aprile 2019 al 15 maggio 2019.

18/03/2019 - La Malaspina incontra Picasso e visita il Santiago Bernabeu

In Spagna!Dal 4 all’8 marzo le classi III D e III F della Malaspina hanno partecipato al viaggio di istruzione a Madrid accompagnate dall’insegnante di spagnolo Maria Herlinda Mena Usaquen, dall'insegnante di arte e immagine Serena Chioni e dall’insegnante di tecnologia Pierandrea Poma.
Il viaggio è iniziato all’aeroporto di Pisa di buon mattino. Arrivati nella capitale spagnola, dopo una breve sosta in hotel, il gruppo ha potuto pranzare nel centro commerciale della stazione Principe Pio.
Nel pomeriggio il gruppo si è subito immerso nella movimentata vita madrilena e con la metropolitana ha raggiunto il museo Reina Sofia dove ad attenderlo c’era la guida Isabel che ha proposto un interessante tour del museo con una ricca selezione di opere culminato con la visione di "Guernica" di Picasso, opera alla quale i nostri studenti sono particolarmente affezionati conservandone una piccola riproduzione nell'Aula Magna della scuola.
All’uscita il gruppo ha potuto visitare la storica stazione di Atocha con all’interno il suo splendido giardino tropicale. Arrivati in hotel, il gruppo ha potuto cenare e sistemarsi per la notte.
Il secondo giorno il gruppo ha effettuato la visita del museo del Prado, ricco di opere d’arte di tutte le epoche e di varie parti del mondo, tra le quali hanno sicuramente attirato l’attenzione dei ragazzi le opere fiamminghe del visionario Bosch e l’originale punto di vista de "Las Meninas" di Velazquez.
Usciti dal museo, pranzo a base del famoso Jamon iberico.
Nel pomeriggio il gruppo ha visitato la chiesa gotica di San Jeronimo, il Parco del Ritiro, il Palazzo di Cristallo, il Monumento ad Alfonso XII, la Porta de Alcalà, la Fuente de Cibeles, e la Gran Via con i suoi imponenti ed eleganti palazzi del ’900, resa ancor più affascinante dall’imbrunire della sera e dalle sfavillanti vetrine dei negozi e dei locali alla moda.
Dopo una piacevole sosta presso la storica cioccolateria San Ginés per degustare i famosi churros con cioccolata, la serata si è conclura con una visita notturna alla Puerta del Sol con il suo Madroño; da qui in hotel, dove il gruppo ha potuto cenare e sistemarsi per la notte.
Il terzo giorno il gruppo non si è fatto intimorire dall’unico giorno di pioggia e con la guida Isabel ha affrontato un percorso cittadino visitando il Palacio Real, la Catedral de la Almudena, il Mercato di San Miguel, la Plaza Mayor e, di nuovo, la Puerta del Sol.
Finito il pranzo il gruppo ha raggiunto in metropolitana il "Santiago Bernabeu", lo stadio del mitico Real Madrid, e ha visitato il museo del Real, ricco di trofei e di cimeli, nonché i vari ambienti dello stadio, compresi gli spogliatoi e le panchine.
Rientro in hotel, cena e sistemazione per la notte.
Il quarto giorno il gruppo, con pullman privato, si è recato a Toledo, dove con la guida Luis ha potuto ammirare dal belvedere l’imponente Alcazar di Toledo e quindi ha effettuato una visita della splendida città antica, dal quartiere ebraico, alla casa di El Greco, dalla chiesa Santa Isabel De Los Reyes alla ricchissima cattedrale di Santa Maria. Pranzo a Toledo e relax per le vie pedonali del centro città.
Nel pomeriggio, al rientro a Madrid, il gruppo ha visitato i giardini Sabatini, il Teatro Real, Plaza Isabel II, Plaza de España, la Plaza Mayor, il quartiere La Latina e la chiesa di San Francesco.
Nel percorso di rientro il gruppo ha potuto rilassarsi nelle vie dello shopping attorno alla Gran Via e alla Piazza del Callao e da qui nuovamente in hotel ha potuto cenare e sistemarsi per la notte.
Il quinto giorno dopo colazione partenza per l’aeroporto e incontro con i compagni della Staffetti con i quali, in attesa dell’imbarco, i ragazzi e le ragazze della Malaspina si sono potuti confrontare su quanto visitato in questi giorni.
Il viaggio si è concluso con il rientro a casa in tarda mattinata.
Bilancio più che positivo e iniziativa sicuramente da ripetere. Arrivederci Madrid!!!

17/03/2019 - Malaspina Global Strike for Future

Global Strike for FutureColorata e ampia partecipazione anche dalla Malaspina al Global Strike for Future: come le "cugine" e i "cugini" della Staffetti, anche le ragazze e i ragazzi del Malaspina hanno dato il loro personale contributo alla giornata di riflessione mondiale sui cambiamenti climatici di venerdì 15 marzo.
Dopo aver affrontato con gli insegnanti delle diverse classi l'urgente e delicato tema dei cambiamenti climatici, del riscaldamento globale, dell'influenza delle attività umane sul clima del pianeta, delle evidenze scientifiche di tale influenza e delle conseguenze di tali cambiamenti, gli studenti hanno prodotto, individualmente o in gruppo, alcuni cartelloni sull'argomento.
Al termine dell'attività coordinata dalle insegnanti di scienze e condotta con la collaborazione di tutti i docenti della scuola, tutti gli alunni e tutte le alunne della Malaspina si sono riuniti con i loro professori e le loro professoresse nel cortile interno della scuola per condividere con i compagni il frutto dei loro lavori.
Do it now!

15/03/2019 - Il tempo sta per finire, riprendiamoci il Futuro!

Al grido di “IL TEMPO STA PER FINIRE, RIPRENDIAMOCI IL FUTURO!” i ragazzi di tutto il mondo, il 15 marzo 2019,  hanno deciso di farsi sentire!!!!!
Tra loro anche i ragazzi della nostra scuola, il Plesso Staffetti,  che si sono preparati per questa giornata studiando la situazione climatica della Terra, le cause dei cambiamenti climatici, le conseguenze  e le soluzioni possibili.

Fridays For Future è un movimento che si sta facendo parlare di se'  ovunque, e il 15 di marzo in tutta Europa e nel resto del mondo, in 100 paesi e 1400 città,  ha visto  studenti e cittadini scendere  in strada con Greta Thunberg,  una “eroina dei nostri tempi”, una ragazzina svedese poco più grande dei nostri studenti, che,  delusa dai “grandi”, ha trovato il coraggio di lottare per la salvezza del  proprio pianeta.
E' lei stessa la prima ad essere colpita per la visibilità che ha ottenuto in poco tempo, spronando i suoi coetanei  al grido: “SE DA SOLA SONO RIUSCITA  A FARE TUTTO QUESTO, PENSATE COSA POTREMMO  FARE TUTTI INSIEME!”, e tutti insieme sono riusciti ad organizzare il primo sciopero mondiale per il clima.

Un venerdì all'insegna dell'ambiente, del rispetto della natura, con una richiesta molto precisa: politiche immediate per porre un freno ai cambiamenti climatici.I nostri alunni si sono impegnanti molto per dare un contributo concreto a questa iniziativa, preparando  striscioni, cartelloni e slogan al fine di sensibilizzare chi ancora non era a conoscenza della situazione in cui versa il pianeta.
I ragazzi si sono soffermati sia sull'esigenza di politiche ambientali dall'alto, quanto su ciò che può fare ognuno di noi nella vita di tutti i giorni per il clima: non consumare energia inutilmente, non sprecare acqua potabile, andare a scuola a piedi o in bicicletta, non consumare troppa plastica, fare la raccolta differenziata, tenere pulite le aule scolastiche e l'ambiente che ci circonda.
L'esperienza è stata molto positiva perchè ha permesso ai ragazzi di riflettere sulle tematiche ambientali,  di confrontarsi e di sentirsi uniti per il raggiungimento di un obiettivo comune:  SALVARE IL NOSTRO PIANETA.

14/03/2019 - La Malaspina a Roma e a palazzo Montecitorio

Davanti a MontecitorioI giorni 6, 7 e 8 marzo, le classi II A e II C della Malaspina hanno partecipato al viaggio di istruzione a Roma accompagnate dalle insegnanti di lettere Bianca Maria Ferrari e Paola Biagioni, dall'insegnante di musica Gabriella D'Onofrio e dal vicepreside professor Giovanni Vullo.
Anticipato dalla lezione tenuta qualche giorno fa alla Malaspina dalla deputata Martina Nardi agli studenti delle due classi, il viaggio è iniziato prima dell'alba. Il gruppo, accompagnato da Marco, autista esperto e simpatico, ha raggiunto la capitale nelle ore centrali del mattino, in una splendida giornata di sole.
Dopo un tour panoramico della città e una pausa pranzo con vista Colosseo, le classi e i loro accompagnatori hanno iniziato la visita dei luoghi più belli del centro storico: Piazza di Spagna, Trinità dei Monti, Fontana di Trevi; e poi Piazza Navona, il Pantheon e la bellissima chiesa di San Luigi dei Francesi con gli splendidi quadri del Caravaggio. Insomma un'immersione completa nella storia, nella cultura, nello sfarzo e nella bellezza dell'arte antica.
Arrivati in hotel e sistemate le valigie, il gruppo, stanco e affamato, è stato accolto nella sala ristorante dal gioviale e sorridente signor Antonio.
Poi tutti insieme a guardare la partita Porto-Roma e a chiacchierare un po'.
Il secondo giorno il gruppo ha visitato la Basilica di San Pietro in Vaticano alla quale fa da coronamento la monumentale piazza San Pietro. È la più grande delle quattro basiliche papali di Roma, uno degli edifici più importanti del mondo e centro del cattolicesimo. Secondo la tradizione sorge nel luogo dove fu sepolto l'apostolo Pietro nel 64 d.C. Dopo la visita, tutti a pranzo ad assaggiare i diversi gusti della pinsa romana e poi rientro in hotel per il cambio d'abito. Eleganti ed eccitati, i ragazzi hanno raggiunto in pullman palazzo Montecitorio, per l'attesissima visita. All'interno il gruppo è stato accolto da Stefania Cevenini, un'affabile assistente parlamentare, che aveva il compito di guidare i ragazzi e gli insegnanti all'interno del palazzo, nonché di illustrare la sua storia e le sue funzioni. Dopo essere passati sotto il metal detector, condizione obbligatoria per chiunque voglia accedere all'edificio, e aver ascoltato le regole da rispettare durante la visita, emozionatissimi e in assoluto silenzio i visitatori hanno seguito Stefania nel Transatlantico, un lungo ed ampio corridoio chiamato così perché l'arredamento ricorda quello delle grandi navi transoceaniche. Qui si riuniscono i parlamentari prima di entrare in aula. È stato inoltre possibile osservare la Sala Verde, utilizzata dai parlamentari per la lettura dei quotidiani e della stampa periodica, e finalmente entrare nell'aula della Camera dei Deputati. Fatti accomodare in tribuna, i ragazzi hanno assistito in silenzio ad un'interpellanza in materia sanitaria, e poi, sciolta la seduta, hanno ascoltato Stefania che ha fornito spiegazioni dettagliate sulle funzioni svolte all'interno dell'aula e le hanno rivolto alcune domande, incuriositi dalla maestosità dell'ambiente e dalla luce proveniente dal cosiddetto “velario”, il soffitto composto da vetri decorati. Purtroppo non è stato possibile visitare le altre sale a causa della presenza di commissioni di deputati impegnate nel loro lavoro ma l'esperienza è stata davvero emozionante ed indimenticabile. Usciti dal palazzo, dopo l'immancabile foto di gruppo, alunni ed insegnanti si sono fermati all'interno della galleria “Alberto Sordi”, per un po' di shopping nella libreria Feltrinelli e nei negozi circostanti.
Il terzo giorno, dedicato alla visita dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina, le classi e i rispettivi insegnanti hanno formato due gruppi per effettuare più agevolmente la visita guidata all'interno del palazzo. I musei sono una delle raccolte artistiche più grandi del mondo, dal momento che espongono l'enorme collezione accumulata nei secoli dai Papi. È uno dei luoghi più visitati in assoluto ed ospita opere di arte antica, medievale, rinascimentale e contemporanea. Spettacolare la galleria degli affreschi “delle carte geografiche” dove i ragazzi hanno potuto individuare la città di Massa sulla carta dell'antica Etruria ed osservare la volta del salone completamente e straordinariamente affrescata. Senza dubbio l'emozione più grande ha riguardato l'ingresso nella Cappella Sistina, la cappella principale del palazzo apostolico, nonché uno dei più famosi tesori culturali ed artistici della città del Vaticano. Fu costruita tra il 1475 e il 1481, all'epoca di Papa Sisto IV Della Rovere, da cui prese il nome. È conosciuta in tutto il mondo sia perché è il luogo nel quale si tiene il conclave per l'elezione pontificia, sia perché è decorata con una delle opere d'arte più apprezzate e celebrate della civiltà artistica occidentale: gli affreschi di Michelangelo Buonarroti che ricoprono la volta e la parete di fondo. Uno spettacolo indescrivibile!
Il viaggio si è concluso con il rientro a casa in tarda serata. Bilancio più che positivo e iniziativa sicuramente da ripetere. Arrivederci Roma!!!

05/03/2019 - La Costituzione entra in classe

L'onorevole Nardi in mezzo agli studenti della MalaspinaLunedì 4 marzo la Malaspina ha ospitato la deputata massese Martina Nardi che ha incontrato due classi seconde in previsione del viaggio di istruzione a Roma e della visita alla Camera dei Deputati.
I ragazzi della II A e della II C hanno così potuto conoscere più da vicino il funzionamento delle istituzioni democratiche, attraverso una simpatica simulazione improvvisata dall'onorevole Nardi che ha visto protagonisti i nostri giovani alunni entrati nei panni di ministri, deputati, senatori e perfino del presidente della Repubblica. I ragazzi hanno appreso le strade che portano all'approvazione di una legge e hanno capito che il cuore del lavoro dei parlamentari consiste nel dialogo fra tutti i deputati e tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, sulle soluzioni migliori da dare ai problemi di un grande Paese aperto all'Europa e al mondo come l'Italia.
La dottoressa Nardi ha spiegato ai ragazzi che Montecitorio è uno dei palazzi più belli ed importanti di Roma e custodisce opere d'arte di inestimabile valore ma non è un museo, bensì un luogo dove ogni giorno ci si confronta, spesso con grande passione, sulle decisioni che riguardano il futuro della nostra società civile; e, soprattutto, è un'istituzione aperta verso tutti coloro che intendono dare il loro contributo al funzionamento della nostra democrazia. I ragazzi, attenti ed interessati, hanno rivolto moltissime domande curiose all'onorevole, dimostrando di aver voglia di crescere anche come cittadini attivi ed informati.
Prossimo appuntamento a Roma, giovedì 7 marzo, per vivere un'esperienza utile, positiva ma soprattutto unica, perché non c'è niente di meglio di una visita diretta per rendere viva e reale la teoria appresa a scuola.

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451