Autorizzazione all’uso dei cookie

Benvenuti

Istituto Comprensivo Statale
Malaspina-Staffetti

  • Scuola dell’Infanzia De Amicis di Turano
  • Scuola Primaria De Amicis di Turano
  • Scuola Secondaria di primo grado Malaspina
  • Scuola Secondaria di primo grado Staffetti

Dirigenza e Amministrazione presso la Scuola Secondaria di primo grado Staffetti


Appuntamenti della Scuola

(Nota: per leggere con più agio i dettagli dei diversi appuntamenti, si consiglia di consultare la pagina Calendario)
Non sono presenti altri appuntamenti

13/06/2019 - The Big Challenge 2019

The Big ChallengeGrande soddisfazione per gli studenti delle classi II A, II C e II E del plesso Malaspina che il 26 marzo scorso hanno partecipato per la prima volta alla gara online di lingua inglese “The Big Challenge”.
In un tempo massimo di 45 minuti, gli studenti si sono misurati nella risoluzione di 45 quesiti di difficoltà crescente riguardanti la comprensione scritta e orale, il lessico, la grammatica e la cultura anglo-americana sfidando i coetanei di tutta Italia.
Nella graduatoria finale, resa nota pochi giorni fa, straordinario il secondo posto in classifica regionale e dodicesimo in classifica nazionale di Pietro Tabbì della classe II C.
Ottimo anche il piazzamento di Michele Intaglietta (II C), nono in regione e centovettottesimo in graduatoria nazionale, e delle alunne Anna Laura Parenti (II C) e Giulia Bertucci (II A), rispettivamente diciassettesima e diciottesima in classifica regionale.
Well Done! anche gli alunni Costanza Grilli (II A), Niccolò Ceragioli (II C), Giulia Bignotti (II C), Virginia Sancin (II E), Valentina Micheli (II E), Cosimo Di Filippo (II C), Laura Bianchi (II C), Costanza Bianchi (II C), Matteo Solinas (II C), Lorenzo Maneschi Bianchi (II C), Nicolò Ceccarelli (II A), Gaia Ambrosini Nobili (II A), Enrico Del Ministro (II C), Stella Ciuffi (II C), Maria Cappuccio (II E), Davide Cavazzon (II A) e Greta Giorgi (II C) che hanno riportato un punteggio al di sopra della media nazionale.
Questo notevole risultato, che si affianca alla Certificazione Linguistica Trinity, al Progetto e-Twinning, agli spettacoli interattivi in lingua e ai numerosi Clil realizzati in tutte le classi, è un’ulteriore conferma dell’impegno profuso dai docenti della Malaspina nel potenziamento della lingua inglese e nella volontà di essere davvero per i nostri studenti "una finestra aperta sul mondo".
Le più vive congratulazioni vanno ai vincitori e a tutti i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo e spirito di competizione.
Si ringraziano i docenti Lorenzo Maggiani e Giada Torre, promotori e organizzatori dell’iniziativa.

12/06/2019 - Classi terze: pubblicazione voti e schede di valutazione

Pagelle!Si ricorda che domani 13 giugno alle ore 10.00 presso i rispettivi plessi della scuola secondaria i coordinatori delle classi terze riceveranno i genitori degli alunni interessati all'Esame di Stato.
I voti finali delle singole discipline sono stati pubblicati sul registro elettronico e sono visionabili tramite l'app dedicata (android o ios) o tramite l'apposita pagina web.
Le schede di valutazione, dove è anche riportato il voto di ammissione, sono scaricabili in formato PDF tramite la pagina web del registro (Documenti -> Pagella).

12/06/2019 - Competenze in atto alla Staffetti

Nell’ultima settimana di scuola alla Staffetti si sono tributati i giusti onori ai tanti alunni che si sono messi in gioco durante l’anno sperimentando attività scolastiche diverse dalla tradizionale didattica.
Quanto successo!!!
Ma andiamo con ordine. Sono stati premiati, acclamati festosamente nelle proprie classi, i CAMPIONI DELLA MATEMATICA: la squadra Staffetti, composta da Andrea Fantoni, Matteo Pelliccia, Gabriele Rubini, Lorenzo Baccei, che è arrivata finalista alle fasi nazionali di Modena dei Giochi Logici, dove si è classificata con onore. Le prof.sse Barsotti Catia e Masetti Serena, accompagnate dalla collaboratrice della dirigente scolastica prof.ssa Desiderio Gabriella, hanno consegnato una pergamena ed un premio a questi ragazzi, premi che si sono aggiunti ai riconoscimenti esterni che avevano già ricevuto. Un premio è stato consegnato anche a quegli alunni che si erano distinti  ai “Giochi d’autunno 2018” proposti dall’università Bocconi.
A fine settimana poi è stata organizzata una cerimonia in pompa magna nella palestra della Staffetti per celebrare il QUINTO MEMORIALE JONATHAN. Jonathan Gentili è stato alunno alla Staffetti per tanti anni e la sua disabilità lo ha reso a tutti talmente caro che, quando è mancato, la Staffetti ha deciso di dedicargli un’importante aula della scuola e tutto l’istituto comprensivo ha dato il via ad un’attività sociale e fortemente inclusiva: una passeggiata ludico motoria alla foce del Frigido che si svolge genralmente l’ultimo giorno di scuola. Quest’anno abbiamo scelto di ricordarlo in una cerimonia più raccolta, alla quale hanno partecipato la mamma, la nonna e la zia di Jonathan, che hanno ricevuto dal prof. Gianni Vullo e dal prof. Angelo Gatti – ex insegnante della Staffetti e attuale collaboratore prezioso – una targa ed un omaggio floreale.
È stata questa anche l’occasione per dare visibilità e onore ai tanti studenti che si sono lasciati trasportare dalla fantasia nel campo artistico. Ha fatto gli onori di casa la prof.ssa Desiderio, che in una palestra partecipe e coinvolta ha premiato i tanti GIOVANI ARTISTI. 
Le occasioni legate al mondo dell’arte e della creatività sono state davvero molteplici: siamo partiti con gli splendidi mosaici realizzati dagli studenti che hanno seguito il progetto C.I.A.O. (Conoscenza, Inclusione, Abilità, Orientamento) sotto la sapiente guida della prof.ssa Barbara Borghini, che, col suo estro e le sue competenze, è riuscita a far realizzare ai ragazzi dei mosaici degni di un lavoro prodotto da esperti. Del resto durante le ore di questo laboratorio il clima è stato davvero sereno, stimolante e creativo: la condizione ideale affinché ognuno potesse dare sfogo alla propria creatività senza timore di essere “giudicato”.
Le prof.sse Stefania Sola, Monica Ferrari e Sandra Radicchi hanno poi premiato i finalisti del concorso “NO a bullismo e cyberbullismo”
La novità di quest’iniziativa è stata il …. coinvolgimento del pubblico! Senza nulla togliere alla professionalità delle docenti, in prima linea entusiaste nel proporre attività stuzzicanti la creatività degli studenti.
Gli studenti di tutte le classi della Staffetti e delle classi quarta e quinta di Turano hanno realizzato dei disegni ispirati a questo tema durante le ore di Arte e Immagine. Le professoresse in team hanno proceduto ad una prima selezione, individuando i disegni di 20 finalisti i cui elaborati sono stati esposti nei locali delle due scuola affinché gli alunni di tutta la scuola potessero votare il loro preferito. Ebbene, il legittimo riconoscimento è stato assegnato a tutti i finalisti, mentre si sono aggiudicati anche un premio i primi classificati. Per la scuola primaria: Gabriele Todaro, 3° classificato; Gabriele Mondello, 2° classificato; Isabella Goga e Pietro Ruocco, che hanno lavorato insieme ed hanno conquistato il 1° premio. Per la Staffetti: Francesca Galeotti, 3° classificata; Aurora Balzani, 2° classificata; Gaia Guidi, 1°classificata. 
Come concludere?!
Si potrebbero ricordare i tanti successi sportivi di cui si è già data ampia notizia, o le alunne che hanno vinto primi premi in concorsi esterni, ma preferiamo sottolineare che un clima sereno, poter lavorare a classi aperte, saper trovare linguaggi alternativi capaci di parlare a tutte le sensibilità, riuscire a muovere le corde giuste delle personali competenze che tutti possiedono, ma di cui spesso sono inconsapevoli, ci sembra sia la ricetta vincente per il successo …..scolastico e non!

07/06/2019 - Premio Ciro Siciliano 2019

Premiata la MalaspinaIl 6 giugno, nella Sala della Resistenza del Palazzo Ducale a Massa, si è svolta la cerimonia di premiazione della dodicesima edizione del premio “Maresciallo Ciro Siciliano. Pace, giustizia, libertà, democrazia”, fortemente voluto e organizzato, come ogni anno, dalla giornalista Angela Maria Fruzzetti, con il patrocinio del Comune di Massa, della Provincia di Massa Carrara e della Regione Toscana. In rappresentanza delle istituzioni erano presenti, tra gli altri, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri tenente colonnello Massimo Rosati, il presidente dell’Anpi di Massa Dino Oliviero Bigini, il consigliere della Regione Toscana Giacomo Bugliani, l’assessore alla cultura del Comune di Massa Veronica Ravagli, il consigliere comunale e provinciale Stefano Alberti e la delegata del Sindaco del Comune di Massa per la montagna Giorgia Garau. La signora Paola Donati, invece, era presente in rappresentanza della famiglia Siciliano.
Il premio vuole ricordare l’eroico sacrificio del maresciallo dei carabinieri Ciro Siciliano che, di stanza nella caserma di Forno, tentò inutilmente di salvare i civili della frazione montana dalla rappresaglia nazifascista, finendo anch’egli fucilato, il 13 giugno 1944, sull’argine del Frigido insieme ad alcune decine di massesi.
Quest’anno a partecipare per la nostra scuola sono stati gli alunni e le alunne delle classi I E, II E, II B e III D del plesso Malaspina che, con i loro testi, hanno ottenuto il primo premio nella sezione componimenti delle scuole secondarie di I grado.
Ad accompagnare gli studenti e le studentesse premiati sono state le loro insegnanti Maria Riccarda Panighini, Maria Lucia Cancellara e Carmen Menchini.
La giuria ha voluto segnalare, tra i testi prodotti, “Il bosco buio e silenzioso” di Luca Casolare, “Vorrei” di Anna Pieraccini e “La pace” di Annachiara Niccoli.

06/06/2019 - La Malaspina in viaggio nel tempo a Berlino

Al Neues Palais nel Parco di Sanssouci a PotsdamLa meta della gita delle studentesse e degli studenti delle classi III C e III E della Malaspina, accompagnati dai docenti Paola Biagioni, Maria Lucia Cancellara, Gabriella D’Onofrio e Federico Guidotti, è stata quest’anno Berlino.
Centro mercantile nel Basso Medioevo, capitale prussiana all’inizio del Settecento, capitale del secondo impero tedesco nella seconda metà dell’Ottocento, capitale del nazismo dal ’33 al ’45, capitale divisa di due repubbliche contrapposte durante gli anni della guerra fredda, infine capitale di uno dei più importanti Stati dell’Unione Europea oggi, Berlino si è offerta alle ragazze e ai ragazzi della Malaspina con le sue ricchezze artistiche, con la sua viabilità moderna, con i suoi giganteschi centri commerciali, con le sue vie eleganti, con i suoi locali che servono berlinesissimi currywurst, oppure cibo etnico proveniente da tutto il mondo, ma anche con le testimonianze della sua recente e tragica storia; una storia che è anche nostra, perché, italiani e tedeschi, siamo tutti cittadini d’Europa.
La visita è iniziata la sera dell’8 maggio, con l’arrivo all’aeroporto di Berlino-Schönefeld e il trasferimento in albergo, situato a pochi passi dall’elegante Kurfürstendamm.
Il secondo giorno del viaggio di istruzione a Berlino è iniziato con la visita della celeberrima Porta di Brandeburgo e, a pochi passi, del Memoriale per gli ebrei assassinati d'Europa. Dopo il pranzo all’interno della gigantesca Mall of Berlin, la passeggiata è proseguita nel pomeriggio con la visita all’esposizione permanente “Topografia del Terrore” nei luoghi in cui sorgevano sia il quartier generale della Gestapo, sia quello delle SS, tragici ricordi della Berlino assoggettata al nazismo. Dopo una sosta di fronte alla statua dedicata a Marx ed Engels, i ragazzi e le ragazze hanno raggiunto l’ultima meta della giornata: l’Isola dei Musei. Lì hanno visitato il Pergamonmuseum, dove, tra le altre cose, hanno potuto ammirare la splendida ricostruzione della Porta di Ishtar, e la Alte Nationalgalerie, dove sono conservati dipinti di scuola tedesca del XIX e del XX secolo – tra cui la famosa “Isola dei morti” di Böcklin e diverse opere di Friedrich – ma anche quadri di famosi impressionisti e post-impressionisti (Monet, Manet, Renoir, Cézanne, Degas, Gauguin, Toulouse-Lautrec, Segantini…), alcune sculture neoclassiche di Thorvaldsen e “Il pensatore” di Rodin.
Il venerdì è stato dedicato al campo di concentramento e di sterminio di Sachsenhausen. La visita guidata di quello che fu il modello di tutti i campi di sterminio nazisti è stata resa preziosa dall’intelligente e appassionata guida di due giovani italiani che vivono a Berlino: Jacopo e Majla. Grazie a loro le fotografie, le stanze e i muri delle baracche, il prato dell’appello, i resti delle docce dove veniva praticata la “soluzione finale” contro il popolo ebraico sono diventati viva testimonianza dell’orrore di una storia che non deve ripetersi.
Nel pomeriggio, visita alla East Side Gallery, una lunga sezione del muro ricoperta da murales dipinti nel 1990 da artisti provenienti da tutto il mondo per festeggiarne la caduta. Tra questi i famosi “The Mortal Kiss” di Dimitrji Vrubel, che raffigura Erich Honecker e Leonid Breznev che si baciano sulla bocca, e “Test the Best” di Birgit Kinder, che mostra una Trabant che esce dal muro.
Sabato trasferta a Potsdam, dove i ragazzi e le ragazze hanno potuto visitare il Parco di Sanssouci. Lì hanno visto il Neues Palais, dove l’ultimo imperatore tedesco Guglielmo II amava trascorrere l’estate, il Tempio dell’Amicizia, dedicato da Federico il Grande alla sorella Guglielmina, l’esotico Padiglione Cinese e, soprattutto, lo splendido Castello di Sanssouci, l’edificio dove nel Settecento l’imperatore Federico il Grande accoglieva i suoi ospiti, tra cui il grande filosofo Voltaire e il compositore Johann Sebastian Bach, raccoglieva i dipinti dell’amato Watteau, leggeva i libri della sua biblioteca personale, componeva musica e suonava il flauto con una piccola orchestra da camera.
La mattina di domenica, salto nel tempo e ritorno agli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso con la visita al Museo della DDR, ovvero della Repubblica Democratica Tedesca: vedere e, letteralmente, toccare dal vivo come si viveva nell’ex Germania Est, in un paese di quello che fu il “blocco sovietico”, è stato sicuramente il complemento più efficace alle pagine del libro di storia studiato a scuola.
Nel pomeriggio visita all’Olympiastadion che nel 1936 ospitò le Olimpiadi fortemente volute dal regime nazista e che vide le imprese sportive del velocista afroamericano Jesse Owens. Occorre dire che molti degli studenti ricordavano lo stadio soprattutto per un evento sportivo un po’ più recente, ovvero la vittoria della squadra nazionale di calcio in occasione dei campionati mondiali del 2006…
Dopo cena la gita a Berlino si è chiusa splendidamente con la visita al Palazzo del Reichstag, oggi sede del Bundestag, il Parlamento Federale Tedesco, e della sua cupola in vetro e acciaio realizzata dall’architetto Norman Foster. Dalla terrazza panoramica è stato possibile ammirare dall’alto i monumenti più importanti di Berlino illuminati dalle luci della sera.
Prima di tornare in albergo, visita notturna alla Porta di Brandeburgo a segnare idealmente la fine della visita alla città proprio con il monumento con cui era iniziata.
Il 13 maggio, fatto il pieno di monumenti storici e di bellezze artistiche, spazio allo shopping al Kaufhaus des Westens (o, più semplicemente, KaDeWe), uno dei centri commerciali più antichi (1907) e più grandi (il primo per estensione nell’Europa continentale) di Berlino, prima del viaggio di ritorno a Massa.

05/06/2019 - Libri in comodato d'uso (A.S. 2019-2020)

Comodato d'usoSi informano i genitori che anche per il prossimo anno scolastico è possibile fare domanda per usufruire dei libri in comodato d’uso. La domanda deve essere presentata entro il 30 giugno.
I genitori interessati dovranno allegato alla domanda una dichiarazione ISEE in corso di validità.
Il modulo e il regolamento sono disponibili presso la Segreteria o possono essere scaricati utilizzando i seguenti collegamenti:

04/06/2019 - Partita di calcio... tra gli obiettivi sostenibili!

Vittoria!Lo scorso 31 maggio le classi III B, III D e III F del plesso Malaspina si sono ritrovate insieme ai loro professori Angelica Arrighi, Marcello Giglioli, Carmen Menchini e Pierandrea Poma al Campo Sportivo di Montignoso per disputare, giocando in classi miste con gli studenti dell'Ipsia Barsanti, il Torneo Triangolare per gli obiettivi sostenibili dell'Agenda 2030.
La partita ha concluso un percorso iniziato con il Meeting per i Diritti Umani e proseguito poi con la Marcia Globale (Walk The Global Walk), che ha sensibilizzato i nostri studenti riguardo tematiche importanti come la salvaguardia dell'ambiente, il diritto all'istruzione per tutti, la lotta contro le differenze sociali ed economiche, la creazione di città ecosostenibili e la parità di genere. Proprio in difesa di questi obiettivi, uno per ogni squadra compresi gli arbitri, si è voluta disputare questa simbolica partita.
I nostri ragazzi (Lorenzo Loffredo, Riccardo Loffredo, Antonio Maisto e Samuele Menchini della III B; Christian Baldoni, Tommaso Bellè, Nicolò Bocci, Luigi Porta, Thomas Tognoni, Cristian Tongiani, Stefano Zollini della III D; Tommaso Bologna, Andrea Bertoncini, Matteo Catola, Sebastiano Cepele, Erik Cobaj, Edoardo Ludovico D'Ancona, Robinson Pjetra e Tommaso Pucci della III F), suddivisi dal professor Giglioli in squadre bilanciate insieme con i ragazzi ben più grandi dell'Ipsia, si sono fatti valere buttandosi nella mischia e segnando a più riprese fino alla vittoria finale tra i cori di incitamento dei compagni sugli spalti.
Da segnalare il corpo arbitrale costituito dagli studenti Davide Fruzzetti e Francesco Nannetti che ha lasciato grande autonomia ai calciatori.
La partita è stata giocata alla presenza del Presidente della Provincia e Sindaco di Montignoso Gianni Lorenzetti, della Dirigente Scolastica Addolorata Langella, della rappresentante dell'Ufficio Scolastico Provinciale Giuliana Opromolla e della rappresentante Oxfam Italia Alessia Martini ed è stata organizzata dalla professoressa Ilaria Ciuffi dell'Ipsia, che ha curato tutti gli aspetti dell'evento.

03/06/2019 - In arrivo il giornalino della scuola

Il giornalino della scuola!Terminati i lavori nelle classi seconde della Malaspina e della Staffetti e terminato il lavoro redazionale nel Laboratorio di Giornalismo del plesso Malaspina, anche l’edizione 2018-2019 del giornalino della scuola è stata mandata in stampa.
Guidati dalle insegnanti Paola Barattini, Elena Belligi, Giuseppina Benedetti, Paola Biagioni, Maria Lucia Cancellara, Bianca Maria Ferrari, Agata Lunardini, Aldalisa Nardini e Maria Riccarda Panighini, i ragazzi e le ragazze delle classi II A, II B, II C e II E del plesso Malaspina e delle classi II A, II B, II D, II E e II G del plesso Staffetti hanno condotto sondaggi e interviste, hanno scritto anteprime di libri e svolto inchieste, scattato foto, disegnato vignette e costruito grafici affrontando nei loro articoli i temi della salute, della scienza, degli animali, dell’ambiente, della letteratura e della storia. E la redazione degli studenti del Laboratorio di Giornalismo della Malaspina hanno completato il giornalino raccontando i successi dei nostri alunni, i loro allori sportivi, gli spettacoli teatrali messi in scena dalla scuola e i traguardi raggiunti dal nostro Istituto.
Il giornalino è come sempre il frutto del progetto “Il quotidiano in classe” che dal lontano 2002 porta il giornalista professionista Alberto Sacchetti a collaborare con gli studenti, le studentesse e gli insegnanti delle classi seconde della Malaspina e della Staffetti; ed è il risultato del lavoro redazionale svolto all’interno del Laboratorio di Giornalismo condotto a classi aperte nelle ore pomeridiane dal professor Federico Guidotti in collaborazione con lo stesso Sacchetti.
Cliccando sulla copertina è possibile sfogliare l’edizione digitale del giornalino.

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451