Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Comunicazioni 2017-2018

Circolari e news indirizzate ai docenti

Cerca
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 18/12/2017
Si allega il pieghevole illustrativo del Corso "Il bambino con diabete a scuola" per il personale docente ed ausiliario operante nella scuola. Il corso si terrà il 10 gennaio 2018 dalle 14.00-19.00 nell'Aula Lorenzo il Magnifico del Meyer Health Campus, via Cosimo il Vecchio 26, Firenze.
Per le modalità di iscrizione, si prega di consultare l'allegato.
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 18/12/2017
Percorso Formativo da 24 CFU
Il possesso dei  24 CFU rappresenta il requisito necessario per la partecipazione al concorso nazionale per titoli ed esami per l'accesso al percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (Percorso FIT) su posti comuni e di sostegno, ai sensi del DLgs 13 aprile 2017, n. 59. Il D.M. 10 agosto 2017, n. 616e la nota MIUR 25 ottobre 2017, n. 29999, hanno fornito precisazioni in merito alle caratteristiche dei 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.
L'Università di Firenze ha normato la suddetta materia con il  Regolamento per l'organizzazione e la gestione dei percorsi formativi per l'acquisizione delle competenze di base nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche (pdf).
Modalità di iscrizione ai percorsi formativi
Quando si deve presentare la domanda
La domanda di iscrizione può essere presentata a partire dalle ore 9 del giorno 6 dicembre 2017 entro e non oltre le ore 13 del giorno 22 dicembre 2017.
Non saranno ammesse domande presentate al di fuori dei suddetti termini.
Dove si deve presentare la domanda
La domanda può essere presentata soltanto in forma cartacea e consegnata dal richiedente o da persona da lui delegata presso il Punto Immatricolazione Capponi - via Gino Capponi, 9 - Firenze, aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.
Non saranno accolte domande inviate in altro modo.
Cosa deve essere consegnato alla presentazione
La domanda deve comprendere:
  1. modulo domanda di iscrizione ( pdf) - da compilare in ogni sua parte e sottoscrivere ove previsto
  2. fotocopia documento di identità in corso di validità
  3. ricevuta bollettino pagamento conto corrente postale relativo alla quota di iscrizione e alla quota relativa ai CFU da conseguire (si veda di seguito la voce pagamenti)
  4. eventuale attestazione del valore ISEE 2017, valido per le prestazioni erogate nell'ambito del diritto allo studio universitario.
  5. eventuale attestazione rilasciata da altra istituzione universitaria o accademica ai sensi della nota MIUR n. 29999 del 25 ottobre 2017 in cui siano indicate le attività svolte comprese di SSD, CFU, votazione finale e obiettivi formativi e/o programma affrontato;
  6. fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità (per i soli studenti stranieri/internazionali residenti all'estero);
  7. piano di studio ( pdf - aggiornato al 7 dicembre 2017) - Il piano dovrà prevedere attività formative per un totale di 24 CFU, con un minimo di 6 CFU in almeno 3 dei seguenti ambiti:
    • Pedaggia, Pedagogia speciale e didattica dell'inclusione;
    • Psiclogia;
    • Antrpologia;
    • Metdologie e tecnologie didattiche
Gli studenti che hanno presentato richiesta di convalida all'Università di Firenze o ad altro Ateneo/AFAM e che al momento della presentazione della domanda non fossero ancora in possesso dell'attestazione relativa ai CFU, non devono presentare il piano di studio al momento dell'iscrizione al percorso, ma dovranno inviarlo via posta elettronica entro il 5 gennaio 2018 all'indirizzo formazioneinsegnanti(AT)adm.unifi.it insieme alla ricevuta del pagamento relativo ai CFU da conseguire
Pagamenti
I pagamenti relativi alla partecipazione al percorso formativo prescelto sono così determinati:
  • versamento degli oneri amministrativi pari a € 16: da pagarsi da parte di tutti coloro che sono iscritti a un Corso di Laurea, Laurea Magistrale, Laurea Magistrale a ciclo unico, Dottorato, Scuola di Specializzazione dell'Università degli Studi di Firenze;
  • versamento degli oneri amministrativi pari a € 50: da pagarsi da parte di tutti coloro che non 
    sono iscritti a un Corso di Laurea, Laurea Magistrale, Laurea Magistrale a ciclo unico, Dottorato, Scuola di Specializzazione dell'Università degli Studi di Firenze e che, pur avendo presentato richiesta di riconoscimento non sono ancora in possesso dell'attestato relativo alle attività formative già svolte;
  • versamento in unica soluzione degli oneri amministrativi pari a € 50 e della quota di iscrizione alle attività formative alle quali si intende partecipare, così come determinato dal "Regolamento per l'organizzazione e la gestione dei percorsi formativi per l'acquisizione delle competenze di base nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche". L'importo complessivo sarà quindi determinato dalla somma di:  oneri amministrativi: € 50,00 | quota di iscrizione per ciascuna attività formativa da 6 CFU:  € 90,00
L'importo totale determinato come sopra potrà essere ridotto qualora, contestualmente alla domanda di iscrizione, sia presentata una attestazione di possesso di valore ISEE valido per l'anno 2017 per le prestazioni erogate nell'ambito del diritto allo studio universitario.  Le quote dovute per ciascuna attività formativa da 6 CFU in relazione alle diverse fasce di capacità contributiva sono riportate nella seguente tabella:
ISEE
Quota di iscrizione per 6 CFU 
Quota di iscrizione per 24 CFU
Fino a 13.000
0
0
oltre 13.000 fino a 18.000
50
200
oltre 18.000 fino a 30.000
80
320
oltre i 30.000
90
360
I suddetti pagamenti devono essere effettuati mediante un unico versamento sul c/c postale n. 30992507, intestato a Università degli Studi di Firenze - Corsi post laurea - 50121 Firenze - Piazza S. Marco, 4, - causale obbligatoria: "Iscrizione al PF24 a.a. 2017/18".
Esenzioni e riduzioni
Sono tenuti al pagamento dei soli €16,00 di oneri amministrativi:
  • gli studenti con disabilità, con riconoscimento di handicap ai sensi dell'articolo 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, o con un'invalidità pari o superiore al 66%
  • tutti coloro che alla data di presentazione della domanda sono iscritti a un Corso di Laurea, Laurea Magistrale o Laurea Magistrale a ciclo unico, Dottorato, Scuola di Specializzazione dell'Università degli Studi di Firenze.
Gli studenti dell'Università di Firenze iscritti al percorso formativo per l'acquisizione dei 24 CFU che concluderanno il proprio corso di studi (con la discussione della tesi) prima del completamento dell'acquisizione dei 24 CFU potranno in ogni caso completare l'acquisizione dei CFU previsti dal percorso stesso.
Offerta formativa
L'Università di Firenze ricorre sia agli insegnamenti ordinari (pdf) che ad ulteriori attività formative nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche (di seguito AF - pdf) appositamente attivate ogni anno ai sensi della vigente normativa.
Contatti
Unità Funzionale "Sportello Unico Capponi" 
Segreteria Post Laurea 
via G. Capponi, 9 - 50121 Firenze 
orari di apertura al pubblico: lunedì, mercoledì, venerdì, 9 - 13 
casella di funzione: formazioneinsegnanti(AT)adm.unifi.it
Approfondimenti (link a siti esterni)
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 18/12/2017
Si informa che, in vista della prova preselettiva del concorso a Dirigente Scolastico, l’Associazione Professionale “Proteo Fare Sapere”, riconosciuta dal MIUR, in collaborazione con la FLC di La Spezia, Lucca e Massa Carrara, organizza un corso di preparazione alle prove del concorso. Il corso sarà articolato in 8 incontri in presenza (di cui uno di esercitazione pratica sui test) di 3 ore ciascuno, inoltre saranno messi a disposizione materiale informativo on line e cartaceo sugli argomenti trattati e, a richiesta l’accesso alla banca dati nazionale di Proteo. Il corso sarà tenuto da relatori con provata esperienza del mondo della scuola e dell’università e dei concorsi e si terrà a Viareggio. Gli incontri si terranno tra gennaio e marzo 2018.
Un successivo incontro di esercitazione sui test è previsto per marzo in base alla comunicazione del MIUR sulla data della prova preselettiva. Alla fine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza riconosciuto dal MIUR. Il costo previsto è di 180 euro (120 per gli iscritti FLC) che può essere pagato con la Carta Docenti. Il corso sarà attivato con un minimo di venticinque iscrizioni.
Gli interessati potranno inviare il modulo di preiscrizione/prenotazione (non vincolante) che alleghiamo a: massacarrara@flcgil.it o a proteolucca@libero.it entro il 31-12-17.
Per Proteo Fare Sapere
Alessi Roberta
Per informazioni:
Lucca: Alessi Roberta cell. 3333026815
Massa Carrara: Caleo Fabiola cell.3477946328
La Spezia: Rocca Silvio cell.3491282582
FLC CGIL tel. 0585 848334 / 0585 026654 / 0583 441528 / 0187 547260 / Fax: 0583 441555
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 16/12/2017
Si comunica che il primo incontro del Corso di Formazione "SCUOLA E SOCIETÀ: innovare per migliorare" di I.R.A.S.E. Nazionale, utile come preparazione al concorso per dirigenti scolastici (identificativo su SOFIA: 9442) inizierà giovedì 21 dicembre dalle ore 15 alle ore 18 presso l'IIS Gentileschi di Carrara con l'intervento della prof.ssa LORENZA PATRIARCA, dirigente scolastica Nicolò Tommaseo di Torino: "La scuola nel dettato costituzionale con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione, alle competenze Stato-Regioni, al riordino delle autonomie locali e all'autonomia scolastica. L'assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell'infanzia, del primo e secondo ciclo di istruzione e le innovazioni introdotte dalla legge 107/2015".
La partecipazione è riservata a coloro che entro il 20 dicembre avranno regolarizzato la propria iscrizione sulla piattaforma SOFIA.
Il corso è valido come credito formativo e, ai sensi degli artt. 64 e 67 del CCNL 2006/2009 è previsto l'esonero dal servizio.
N. protocollo: 69 - Data di emissione: 14/12/2017
Pubblicata il: 14/12/2017
Le attività previste dal Progetto Educativo Zonale (P.E.Z.), al quale la nostra scuola aderisce da diversi anni e che fa parte del nostro Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) avranno inizio da dicembre e riprenderanno a gennaio, al termine delle vacanze natalizie.
La psicologa, dott.ssa Moisè, effettuerà un servizio di sportello ed incontri propedeutici con le classi, sarà, cioè, a disposizione di insegnanti, genitori ed alunni per consulenza e interventi relativi a varie forme di disagio e difficoltà che possono intralciare il rendimento scolastico dei ragazzi, con inizio venerdì 22 dicembre, dalle ore 8.00 alle ore 10.00 presso la sede Malaspina.
Lo sportello sarà ulteriormente disponibile da gennaio, con il seguente calendario:
da martedì 09.01.2018, dalle ore 8.00 alle ore 9.00 sede Turano
da martedì 09.01.2018, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 sede Staffetti
da venerdì 12.01.2018, dalle ore 8.00 alle ore 10.00 sede Malaspina
I Sigg. genitori che desiderano un appuntamento con la Dott.ssa Moisè possono chiamare al numero telefonico 339-5495964 e/o lasciare un messaggio.
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 13/12/2017
Si pubblica nota MIUR del 24/11/2017, n. 6263, relativa al Concorso “Quel fresco profumo di libertà - Paolo Borsellino”, corredata del bando di concorso e scheda di partecipazione.
Il concorso si rivolge agli studenti e alle studentesse delle scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie
Termine presentazione domanda: 15 marzo 2018.
ALLEGATI
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 13/12/2017
Con la presente Nota si comunicano alle scuole interessate le più rilevanti iniziative che avranno luogo nel corrente anno scolastico nell’ambito del progetto PP&S, promosso da questa Direzione Generale a sostegno dell'acquisizione delle competenze relative all’approccio didattico basato sul “Problem Posing” e “Problem Solving”:
- A far data dal 1° novembre 2017, la partecipazione al progetto e l’accesso alla piattaforma informatica “Fare laboratorio” sono aperti a tutte le istituzioni scolastiche secondarie di primo grado; le modalità di accesso e partecipazione sono pubblicate nella pagina iniziale della piattaforma di cui sopra, all’indirizzo http://www.progettopps.it.
- Il giorno 23 febbraio 2017 si terrà, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università Roma Tre, in via Ostiense 159 - Roma, il Convegno nazionale dal titolo “Permeabilità epistemologica tra matematica, scienze e filosofia”, aperto alla partecipazione dei docenti di matematica, fisica, scienze e filosofia; la giornata di lavoro costituirà un’utile occasione di confronto e riflessione sulle profonde connessioni esistenti tra questi ambiti disciplinari e sulle conseguenti implicazioni didattiche. Successivamente verranno fornite da questa Direzione generale, tramite i consueti canali, le informazioni organizzative necessarie per la partecipazione dei docenti interessati.
Si invitano gli Uffici Scolastici Regionali in elenco a dare la massima diffusione alla presente nota a tutti gli istituti secondari di primo e secondo grado della regione di propria competenza.
Confidando nella consueta collaborazione, si coglie l'occasione per porgere cordiali saluti.
Il Direttore Generale
Maria Assunta Palermo
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 13/12/2017
Si trasmette il bando di cui all'oggetto con la relativa scheda di adesione.
Il dirigente
Raffaele Zarbo
ALLEGATI
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 11/12/2017
Rettifica!La restituzione dei profili orientativi da parte dell'esperto dott. Paolo Giorcelli ai genitori delle classi terze del plesso Staffetti, inizialmente prevista per l'11 dicembre, si svolgerà mercoledì 13 dicembre 2017 dalle ore 16.30 alle ore 20.00.
Nella stessa giornata è prevista la partecipazione degli studenti delle classi terze al Meeting dei Diritti Umani di Firenze e il loro rientro alla stazione di Massa alle ore 16.20 circa; l'esperto dott. Giorcelli, affinché i genitori possano riprendere i propri figli alla stazione e organizzarsi per poter partecipare alla restituzione dei profili, si è reso disponibile a partire dalle ore 16.30; sempre allo scopo di facilitare le operazioni di restituzione dei profili, gli alunni della classe III A saranno accompagnati dai loro insegnanti a scuola, dove verranno prelevati dai loro genitori.
La nuova scansione oraria è pertanto la seguente: III A 16.30-17.05; III B 17.05-17.40; III C 17.40-18.15; III D 18.15-18.50; III E 18.50-19.25; III F 19.25-20.00.
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 10/12/2017
Collegamento al sito del Comune di MassaSi comunica che, come da ordinanza n° 127 del Sindaco di Massa, domani lunedì 11 dicembre 2017, tutte le scuole del Comune di Massa resteranno chiuse per allerta meteo.
Le lezioni riprenderanno regolarmente il giorno martedì 12 dicembre.
Per qualsiasi aggiornamento, si prega di consultare il sito della scuola oppure quello del Comune di Massa.
La restituzione dei profili orientativi presso la scuola Staffetti è rimandata a mercoledì 13 dicembre 2017 dalle 16.30 alle 20.00.
N. protocollo: 68 - Data di emissione: 07/12/2017
Pubblicata il: 07/12/2017
Si comunica che l’organizzazione sindacale FederATA ha proclamato lo Sciopero Nazionale di tutto il personale ATA per il giorno 15 dicembre 2017.
Nel suddetto giorno non sarà possibile garantire il regolare svolgimento delle lezioni anche in ordine agli orari di entrata e di uscita.
I genitori, pertanto, sono invitati ad accompagnare i figli a Scuola ed informarsi delle eventuali modifiche orarie.
Il personale ATA è invitato a dichiarare adesione (volontaria) entro il 12.12.2017 alle ore 12.00.
Tutto il personale non scioperante è tenuto a comunicare alla Segreteria, entro le ore 8.00 del giorno 15.12.2017, la non adesione allo sciopero stesso.
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 05/12/2017
Ottava edizione del concorso nazionale rivolto alle scuole primarie, secondarie di I grado e secondarie di II grado, statali e paritarie italiane, degli Stati dove è previsto e attuato l’insegnamento in lingua italiana ed alle Scuole italiane all’estero. La scadenza per la presentazione dei lavori è fissata al 10 gennaio 2018.
(prot. n. 15959 del 28-11-2017)
N. protocollo: 66 - Data di emissione: 05/12/2017
Pubblicata il: 05/12/2017
Si comunica che il giorno venerdì 15 dicembre nel plesso Malaspina e lunedì 18 dicembre nel plesso Staffetti, dalle ore 16,30 alle ore 18,30, si svolgeranno i Tavoli Orientativi aperti agli studenti delle classi terze e alle loro famiglie.
In tale occasione le rappresentanze degli Istituti Superiori della provincia presenteranno la loro offerta formativa.
Si raccomanda la partecipazione di tutti gli studenti accompagnati da almeno un genitore.
Nel caso ipotetico in cui nessuno dei genitori potesse essere presente, è comunque raccomandata la partecipazione degli alunni per l'intera durata dell'evento.
Si comunica inoltre che nelle date sopraindicate, saranno distribuiti ai genitori, nei rispettivi plessi di appartenenza, i consigli orientativi compilati dai Consigli di Classe.
Nel caso in cui i genitori non potessero essere presenti, la scheda del consiglio orientativo sarà consegnata agli studenti il giorno dopo, o, in caso di assenza dell'alunno, appena possibile.
I genitori dovranno firmare sul diario del figlio l'avvenuta consegna.
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 01/12/2017
L’Istituto storico italiano per il medio evo (ISIME), ente pubblico non economico che opera nel settore della ricerca e dell’editoria scientifica, e più in generale della diffusione della cultura storica, indice la VIII edizione del concorso nazionale di scrittura Raccontare il Medioevo, rivolto alla scuola secondaria di I grado.
Obiettivi
Scrivere il Medioevo vuole essere per gli studenti un modo per dare libertà alle proprie idee e alle proprie parole, ma anche un canale di accesso a un momento essenziale e fondante del nostro passato, delle nostre identità locali e della più ampia, e talvolta sfuggente, identità nazionale. Il Medioevo è, d’altronde, nell’immaginario collettivo e nella cultura mediatica, il luogo per eccellenza delle radici e dell’esotico, delle streghe e dei folletti, delle cattedrali gotiche e delle grandi costruzioni giuridiche, dell’invenzione degli occhiali e delle pene sulla pubblica piazza. Il Medioevo immaginato potrà essere ripensato e meglio conosciuto, sgrossato e ripulito dai molti luoghi comuni che lo accompagnano. Il Medioevo cristiano e quello della cosiddetta “economia chiusa”, quello del feudo e quello del mito comunale sono tutti aspetti di un Medioevo poli­cromo che, tra verità storica e falsa incrostazione storiografica, potrà costituire un ter­reno ideale per muoversi in libertà e scrivere storia e storie.
Temi assegnati
In questa edizione i racconti partecipanti dovranno riguardare una delle seguenti sezioni tematiche:
1. Il Medioevo della mia città o del mio territorio;
2. 2018: anno europeo del patrimonio culturale. Medioevo: origine di patrimoni culturali politici, religiosi, artistici.
3. Esuli e migranti nel Medioevo.
Caratteristiche dei testi
Tenendo conto delle competenze linguistiche, storiche e letterarie acquisite dagli studenti nel loro percorso formativo, gli elaborati potranno essere il risultato del lavoro svolto da un’intera classe o da un gruppo di ragazzi di una o più classi con la guida di almeno un insegnante. Non saranno invece ammessi racconti proposti da singoli alunni.
Ciascun racconto dovrà essere preceduto da un frontespizio e seguito da un resoconto metodologico.
Il frontespizio conterrà i dati identificativi della scuola (nome, indirizzo postale, numero di telefono, indirizzo e-mail istituzionale), degli autori (nome, cognome, classe di appartenenza) e dell’insegnante referente (nome, cognome, indirizzo e-mail).
Il resoconto, elaborato dall’insegnante referente, fornirà i seguenti dati:
1) la sezione tematica nella quale si partecipa;
2) il numero di alunni partecipanti al progetto e le loro classi di appartenenza;
3) il numero di docenti coinvolti e le materie da loro insegnate;
4) quando e dove è stato svolto il lavoro di ricerca e di scrittura;
5) le indicazioni metodologiche seguite;
6) se la stesura del racconto è stata preceduta da lezioni mirate a una più precisa contestualizzazione storica degli eventi narrati;
7) se sono state utilizzate fonti e quali;
8) se si è fatto uso di bibliografia specialistica e quale;
9) se sono state effettuate visite didattiche collegate all’iniziativa e dove;
10) se ci si è avvalsi della collaborazione di altre istituzioni e quali.
La lunghezza massima prevista è di 15.000 caratteri (spazi inclusi) per il racconto e di 10.000 caratteri (spazi inclusi) per il report metodologico. È possibile inserire qualche immagine sia nel racconto sia nel report, a condizione di non superare in alcun modo le dodici pagine complessive, tra frontespizio, racconto, report e immagini.
Scadenze
Le scuole che intendono partecipare al concorso sono invitate a compilare la scheda allegata e a inviarla all’indirizzo scuola.storica@isime.it entro il 2 febbraio 2018, in modo da consentire ai coordinatori del progetto di fornire eventuali indicazioni aggiuntive o chiarimenti.
I racconti partecipanti (completi di frontespizio e report metodologico) dovranno poi pervenire, esclusivamente in formato pdf, all’indirizzo e-mail scuola.storica@isime.it entro e non oltre il 30 marzo 2018.
Limiti alla partecipazione
Ciascuna scuola potrà partecipare al massimo con due racconti.
Giuria e premiazione
Gli elaborati saranno valutati da una giuria, nominata dal Presidente dell’ISIME, costituita dai coordinatori del progetto, da rappresentanti dell’ISIME, da rappresentanti del MIUR e da esperti di narrativa storica. I tre racconti migliori saranno pubblicati on-line nel sito web dell’ISIME, e i loro autori riceveranno una targa e un dono in libri. La pre­mia­zione avverrà nel corso del mese di maggio presso la sede dell’ISIME.
Supporto alla progettazione
Nel sito web dell’ISIME, all’interno della sezione curata dalla Scuola storica nazionale di studi medioevali, sono presenti i racconti premiati nelle precedenti edizioni e i relativi percorsi didattici.
Contatti
Per chiarimenti e indicazioni le scuole partecipanti sono invitate a scrivere ai coordinatori didattici e scientifici del concorso, all’indirizzo e-mail scuola.storica@isime.it.
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 01/12/2017
Il concorso "Limita lo spreco - aiuta il mondo" è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado della Toscana ed è promosso dall'Ufficio Scolastico Regionale della Toscana in collaborazione con la Regione Toscana. Il concorso prevede l’adesione e l’impegno a predisporre una raccolta alimentare nelle scuole per il giorno 21.03.2018 e/o la partecipazione del concorso collegato al progetto. Le adesioni alle iniziative del progetto possono essere anche distinte l’una dall’altra. Adesioni maria.desimone8@istruzione.it entro e non oltre il 20 dicembre 2017.
Allegati
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 01/12/2017
Cosa resta oggi del Risorgimento? E cosa dobbiamo lasciarne alle generazioni future? Partecipa anche tu a questo progetto che intende raccogliere impressioni, emozioni e ricordi sulla storia di questo periodo che hanno lasciato lasciato un segno nella tua vita. Ripercorrendo gli eventi principali, soffermandosi sui protagonisti e sugli ideali che li mossero (ideali che ancora oggi coltiviamo) si potrà valutare cosa rimane oggi del Risorgimento.
Il concorso è gratuito e aperto a tutti (senza limiti di età) e si potrà partecipare inviando una poesia, un saggio, un racconto o un'intervista/dialogo.
Il concorso è promosso da Endas Emilia Romagna in collaborazione con la delegazione regionale dell'Associazione Mazziniana Italiana e con il Museo Civico del Risorgimento di Bologna e coordinato da Alessandra Casanova (coordinamento e sviluppo delle attività culturali Endas sul territorio). 
Il progetto si inserisce nell'ambito del progetto culturale regionale Intrecciare cultura promosso da Endas Emilia Romgna con il sostegno della Regione Emilia Romagna.
N. protocollo: - Data di emissione:
Pubblicata il: 01/12/2017
Si trasmette, in allegato, una brochure predisposta dalla Sede di Firenze della Banca d'Italia, riepilogativa di tutte le iniziative di Educazione Finanziaria in Toscana per l’anno 2017-2018.
In particolare si richiama l’attenzione sui seguenti argomenti:
- per  le adesioni  ai corsi, sia come docenti che come scuole (rivolte quindi direttamente agli alunni) e sia presso la Filiale di Livorno o Pisa che presso la scuola direttamente, dovranno qui pervenire entro il 15 DICEMBRE P.V., al fine di poter organizzare il calendario (che verrà successivamente portato a conoscenza degli interessati);
- per il premio INVENTIAMO UNA BANCONOTA il termine di presentazione delle domande è fissato al 22 GENNAIO 2018; le scuole delle classi vincitrici riceveranno un contributo in denaro di € 10.000 per il supporto e lo sviluppo delle attività didattiche;
- per la competizione  internazionale “GENERATION €URO STUDENTS’ AWARD”  destinata agli studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie superiori, organizzata dalla Banca Centrale Europea (BCE) il termine di iscrizione e il test preselettivo devono essere effettuati, a cura dell’insegnante,  entro il 17 NOVEMBRE P.V.
Si ringrazia per l’attenzione e si inviano cordiali saluti.
N. protocollo: 62 - Data di emissione: 29/11/2017
Pubblicata il: 29/11/2017
Si comunica che martedì 5 dicembre 2017 si terrà il ricevimento pomeridiano dei genitori, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, nei relativi plessi di appartenenza.
I ricevimenti del mattino sono sospesi decorrere da lunedì 4 dicembre 2017 a venerdì 22 dicembre 2017 compresi.
N. protocollo: 60 - Data di emissione: 27/11/2017
Pubblicata il: 27/11/2017
Si comunica che il giorno mercoledì 29 novembre avrà luogo presso i vari plessi scolastici una prova di evacuazione con simulazione di terremoto che coinvolgerà tutta la popolazione scolastica alla presenza del R.S.P.P. Paolo Amorfini che supervisionerà la corretta effettuazione delle stesse secondo il seguente ordine:
Plesso Staffetti: ore 8.30 circa;
Plesso Malaspina: ore 9.30 circa;
Plesso Turano: ore 10.15 circa.
In caso di pioggia le prove di evacuazione saranno rinviate a data da destinarsi.
Qui di seguito si ricordano a tutti le regole generali di base da seguire in caso di TERREMOTO.
Si invitano i Docenti a leggere e a far memorizzare agli alunni le indicazioni più utili:
• NON tentate di evacuare il locale durante le scosse, ma riparatevi sotto una struttura solida (banco, architrave della porta o vicino ai muri portanti, ecc.) ed a distanza da vetri o finestre. Se i banchi o le strutture sono troppo piccoli per proteggere l’intero corpo cercate di proteggere almeno il capo e il tronco.
• Allontanatevi da finestre, vetrate, armadi perché cadendo potrebbero ferirvi.
• Evacuate lo stabile in maniera ordinata e senza farvi prendere dal panico solo alla fine del sisma, all’ordine di evacuazione.
• Nel percorrere eventuali scale mantenetevi in vicinanza della parete laterale.
• Raggiungete l’area sicura di raccolta e sostate, per classi, lontano da edifici, lampioni, linee elettriche o alberi perché potrebbero cadere e ferirvi.
Nello specifico la prossima simulazione avverrà conle seguenti modalità:
SIMULAZIONE SCOSSA SISMICA
Ad un certo punto della giornata scolastica udirete il suono della CAMPANELLA (suono ben diverso dal solito segnale di emergenza), tale suono starà a simboleggiare l’inizio delle scosse del terremoto, pertanto dovrete attivarvi secondo le regole base sopra ricordate (ripararsi sotto i banchi o altra struttura resistente).
Una volta intercorso un lasso di tempo analogo alla durata di una scossa sismica (15-20 secondi) l’incaricato dovrà lanciare l’allarme di evacuazione (TRE SUONI DI SIRENA (scuole secondarie)/TROMBA NAUTICA (scuola primaria/infanzia): ciò starà a significare che sono cessate le scosse del terremoto, pertanto potrete uscire da sotto i banchi o altri ripari, e intraprendere l’evacuazione della Scuola sempre seguendo le sopra richiamate regole base.
RIPARARSI DURANTE LA SCOSSA SISMICA
Se disponibili in numero sufficiente, è possibile utilizzare i banchi e le cattedre, avendo cura di riparare prioritariamente la testa e la nuca (se possibile inserirsi completamente sotto i tavoli). Qualora non sia possibile ripararsi in questo modo, identificare all’interno dei locali i cosiddetti “muri portanti”, ovvero muri più spessi, privi di finestre e/o vetri che possano rompersi, a cui potersi schiacciare per tutta la durata della scossa. È altresì possibile identificare muri più sicuri degli altri laddove siano presenti pilastri e/o travi (ovvero lo “scheletro” della struttura), oppure in presenta di architravi (non stazionare al di sotto di porte che presentino vetri).
In caso di simulazione è opportuno mantenere la posizione fino alla diffusione del segnale di evacuazione. In caso di reale emergenza è necessario invece attendere l’esaurimento dell’evento tellurico, preoccupandosi di non muoversi fino a che non saranno trascorsi alcuni secondi dalla completa conclusione della scossa.
IL SEGNALE DI EMERGENZA E L'EVACUAZIONE
Così come previsto dal piano di emergenza, il segnale di evacuazione dell'edificio scolastico sono tre suoni di tromba nautica. Non appena viene udito il segnale di emergenza sopra descritto è bene che i presenti abbiano ben chiaro che non si deve agire con fretta, ma bensì ragionatamente. Innanzitutto è possibile portare con sé lo stretto indispensabile, a differenza dei casi di evacuazione causa incendio in cui è bene lasciare tutto dove si trova.
Una volta pronti per l’uscita è bene procedere lungo le pareti dei muri e non nel mezzo a corridoi o aule, a causa di possibili distacchi di materiali dai soffitti. È inoltre necessario prestare la massima attenzione a ciò che è presente sui pavimenti (detriti, crepe, cedimenti), così come sui soffitti stessi, osservando continuamente ed attentamente che non vi siano situazioni di pericolo tali da mettere a rischio l’incolumità dei presenti (se ad esempio si nota che un soffitto sta per cedere proprio nel punto che si sta percorrendo può essere utile procedere lungo il muro opposto).
Tale attenzione deve essere posta anche prima di varcare una porta, sia interna che esterna, dove frammenti di cemento o altro materiale possono colpire i presenti.
ATTENZIONE: è bene che tali osservazioni avvengano anche durante le eventuali esercitazioni, in modo che risultino naturali ed intuitive nel momento del bisogno.
Una volta compiuta l’evacuazione è necessario radunarsi presso i punti di raccolta concordati e non rientrare per alcun motivo nei locali.
NOTA BENE: benché si tratti di una vera e propria emergenza, è possibile che tutto ciò si svolga con più calma rispetto all’eventualità di un incendio in ragione del fatto che tra due scosse di terremoto trascorre solitamente un lasso di tempo sufficiente a concludere tutte le operazioni. Non si tratta dunque di una lotta contro il tempo, come nel caso dell’incendio, ma di una prova di attenzione e lucidità (resta comunque inteso che anche nel caso di emergenza incendio la lotta contro il tempo non debba portare ad azioni affrettate o avventate, generando panico).
Ovviamente non occorre qui specificare che in caso di terremoto reale la campanella non verrà mai usata (il suono della campanella rappresenta unicamente un espediente per “simulare” le scosse di terremoto).
SI RACCOMANDA AI DOCENTI DI VOLER ISTRUIRE LE CLASSI AL RISPETTO DELLE DIREZIONI DI ESODO PRESTABILITE PER CIASCUN LOCALE (ovviamente: a meno che non risultino per qualche motivo impraticabili) per non sovraffollare inutilmente e pericolosamente alcune vie di uscita.
Si ricorda infine come, in generale, sia importante che tutti i docenti, una volta evacuato l’edificio e raggiunto l’esterno, mantengano il gruppo della classe ben unito e ben lontano da edifici o altre strutture che potrebbero crollare per gli effetti dell’evento in atto (terremoto in primis).
Una volta raggiunta la zona sicura di raccolta, ogni docente ha il compito di mantenere unita e incolonnata la classe e si deve porre alla testa del gruppo così costituito. In questo modo egli risulterà ben visibile e diventerà più facilel’opera di coordinamento e di scambio di informazioni con il Responsabile delle Emergenze o il Comandante dei soccorsi esterni indispensabile in caso di sinistri.
I docenti devono quindi essere tempestivi e precisinella compilazione del modulo di evacuazione (per registrare l’appello effettuato a seguito di un evacuazione dello stabile e per organizzare eventuali soccorsi) che dovrà essere consegnato al coordinatore delle emergenze. Gli stessi docenti devono preventivamente e periodicamente verificare che, sia nel registro di classe, sia nel proprio registro personale, risulti presente una copia di tale modulo. Se proprio nella concitazione di una evacuazione non fosse reperibile tale Modulo dovrà essere per lo meno compilato un foglio bianco con le stesse indicazioni (essenzialmente: classe evacuata, nominativi di eventuali feriti o dispersi e firma).
[Da leggersi in tutte le classi]
N. protocollo: 58 - Data di emissione: 27/11/2017
Pubblicata il: 27/11/2017
L’Istituto Comprensivo Malaspina-Staffetti comunica che, per orientare adeguatamente i genitori interessati alle iscrizioni dei propri figli per l’anno scolastico 2018/19, sarà a disposizione delle famiglie allo scopo di illustrare il Piano dell’Offerta Formativa e per far visitare gli spazi educativi e laboratoriali, durante le giornate di scuola aperta, con le seguenti modalità:
sabato 16 dicembre 2017 dalle ore 16.00 alle ore 18.00
sabato 20 gennaio 2018 dalle ore 16.00 alle ore 18.00
I Collaboratori del Dirigente Scolastico presenteranno il Piano dell’Offerta Formativa nel plesso Staffetti il giorno 16 dicembre alle ore 16.00 e nel plesso Malaspina il giorno 20 gennaio alle ore 16.00.
I Docenti organizzeranno dei laboratori ludico-didattici sul tema dell’accoglienza ispirati alle discipline artistiche, scientifiche, letterarie e musicali, in entrambi i plessi. Per consentire il miglior coinvolgimento degli alunni in visita, tali attività sono programmate secondo una scansione oraria.
Affinchè l’iniziativa risulti piacevole ed efficace, si suggerisce di rispettare il più possibile gli orari delle attività proposte. Durante lo svolgimento dei laboratori, i genitori saranno liberi di assistere alle attività o, accompagnati dal personale docente, potranno visitare il plesso scolastico e richiedere ulteriori informazioni.
Gli insegnanti e il personale dei suddetti plessi scolastici comunicano inoltre, per chi fosse impossibilitato ad intervenire nei suddetti giorni, che in qualsiasi momento possono essere contattati per concordare ulteriori momenti informativi.

Pagine

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451