Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Nicola Codega alla Staffetti

Contenuto in: 

"Voi siete più fortunati di come eravamo noi: avete tanti contatti con la realtà, non solo coi libri di testo": con queste parole si è presentato agli studenti delle classi terze della Staffetti l'atleta Nicola Codega, che ha accolto l'invito rivoltogli dalle prof.sse Anna Barone e Francesca Tonelli.
Bene, potrebbe notare qualcuno, ma...non è poi così infrequente che uno sportivo incontri delle scolaresche! Verissimo, si potrebbe rispondere, ma noi diciamo che avreste dovuto esserci, perché i presenti hanno ascoltato la testimonianza diretta di un giovane atleta che, a seguito di un brutto incidente stradale, sta vivendo la propria vita su una sedia a rotelle, senza aver perso il gusto non solo per apprezzare il mondo circosatante, ma soprattutto per affrontare le sfide e le nuove prove.
Nicola ha raccontato il dramma dell'incidente, la fatica della ripresa, l'energia della nuova vita, la caparbietà di rimettersi in gioco non solo come persona ma anche come sportivo.
Con ironia l'atleta carrarese ha narrato con l'ausilio di immagini i tanti e vari sport in cui si è cimentato dopo il trauma: se prima era un vincente in atletica, poi ha sperimentato sci, vela, arrampicata, per trovare infine soddisfazione nel tennis. Ed ecco allora che ha "sfidato" i ragazzi presenti a giocare con lui proprio in questo sport....."casualmente" aveva con sé sia le racchette sia la sedia a rotelle da competizione: gli studenti, con entusiasmo contagioso, hanno risposto prima giocando in piedi ma poco dopo giocando seduti sulla carrozzina, perché, come suggerisce anche il titolo del primo libro scritto da Nicola Codega (Tutti in piedi), con la forza di volontà, la voglia di vivere, la tenacia ed il sostegno di chi ti sta intorno si può riuscire a contrastare un destino avverso.
Esempio di vita e non solo di sport, Nicola ha parlato anche dei tanti altri suoi interessi, che spaziano dalla recitazione alla scrittura di libri (ne ha scritti due) agli incontri nelle scuole alla musica: già un po' preparati dalle prof.sse Barone e Tonelli, i ragazzi infatti non si sono certo tirati indietro quando il nostro ospite ha proposto di cantare la canzone che lui ha composto per raccontarsi, dal significativo titolo "Vai, vai, vai", ovviamente a squarciagola perché ispirati da una tale personaggio.

 

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451