Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Malaspina "A porte aperte"

Contenuto in: 
"A porte aperte"In occasione della Giornata Internazionale dei Diritti dei Migranti (18 dicembre) e della Giornata Mondiale dei Diritti Umani (10 dicembre), le classi III C e III E della Malaspina hanno concluso il progetto triennale "A porte aperte" organizzato dalla professoressa Maria Lucia Cancellara in collaborazione con lo SPRAR di Pisa.
Nel 2016 il tema di riflessione era stato quello dei pregiudizi nei confronti dei migranti, anche facendo riferimento anche alle storie familiari degli stessi alunni e a quelle degli emigrati italiani tra '800 e '900.
L'anno seguente gli studenti e le studentesse avevano studiato, a partire dall’analisi della Carta dei Diritti dell’Infanzia, la piaga del lavoro minorile, ma avevano anche scoperto come alcuni giochi come mosca cieca e nascondino, con modalità simili, ma nomi sempre diversi, accomunino i ragazzi e le ragazze di tutte le latitudini.
Quest'anno il tema affrontato è stato quello dell’identità: analizzando prima gli elementi che costituiscono l’identità del singolo e poi impersonando identità geograficamente o culturalmente lontane, i ragazzi e le ragazze hanno avuto modo di confrontarsi anche con temi difficili come le mutilazioni genitali femminili, le spose bambine, le guerre di religione e le violenze nelle carceri.
L’ultima lezione del triennio è stata aperta anche ai genitori e ad altri docenti ed ha visto la presenza speciale di due richiedenti asilo provenienti da Pisa: Muhammed Jallow e Abdulay Jallow che hanno raccontato la loro esperienza ai presenti, i problemi legati al riconoscimento della loro identità, i motivi della loro partenza dai luoghi d’origine e il viaggio percorso per arrivare in Italia, intavolando un dialogo con i presenti.
La giornata si è conclusa in Aula Magna, dove gli alunni della classe III C hanno suonato "Imagine" di John Lennon e quelli della III E hanno letto la poesia "Casa" della poetessa britannica di origine somala Warsan Shire; al termine tutti gli studenti hanno ricevuto il diploma di partecipazione e hanno vissuto tutti insieme un momento di festa.
Questo progetto triennale è stato una grande occasione di crescita per tutti e un modo per “aprire le porte delle menti al mondo”.
Un ringraziamento particolare va a Rachele Imperio, Melania Barantini dello SPRAR di Pisa, Carlo Perazzo dello SPRAR di Massa, Muhammed e Abdulay, i genitori dei ragazzi e gli insegnanti che hanno collaborato per la buona riuscita di questa attività.
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451