Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

La Malaspina a Roma e a palazzo Montecitorio

Contenuto in: 
Davanti a MontecitorioI giorni 6, 7 e 8 marzo, le classi II A e II C della Malaspina hanno partecipato al viaggio di istruzione a Roma accompagnate dalle insegnanti di lettere Bianca Maria Ferrari e Paola Biagioni, dall'insegnante di musica Gabriella D'Onofrio e dal vicepreside professor Giovanni Vullo.
Anticipato dalla lezione tenuta qualche giorno fa alla Malaspina dalla deputata Martina Nardi agli studenti delle due classi, il viaggio è iniziato prima dell'alba. Il gruppo, accompagnato da Marco, autista esperto e simpatico, ha raggiunto la capitale nelle ore centrali del mattino, in una splendida giornata di sole.
Dopo un tour panoramico della città e una pausa pranzo con vista Colosseo, le classi e i loro accompagnatori hanno iniziato la visita dei luoghi più belli del centro storico: Piazza di Spagna, Trinità dei Monti, Fontana di Trevi; e poi Piazza Navona, il Pantheon e la bellissima chiesa di San Luigi dei Francesi con gli splendidi quadri del Caravaggio. Insomma un'immersione completa nella storia, nella cultura, nello sfarzo e nella bellezza dell'arte antica.
Arrivati in hotel e sistemate le valigie, il gruppo, stanco e affamato, è stato accolto nella sala ristorante dal gioviale e sorridente signor Antonio.
Poi tutti insieme a guardare la partita Porto-Roma e a chiacchierare un po'.
Il secondo giorno il gruppo ha visitato la Basilica di San Pietro in Vaticano alla quale fa da coronamento la monumentale piazza San Pietro. È la più grande delle quattro basiliche papali di Roma, uno degli edifici più importanti del mondo e centro del cattolicesimo. Secondo la tradizione sorge nel luogo dove fu sepolto l'apostolo Pietro nel 64 d.C. Dopo la visita, tutti a pranzo ad assaggiare i diversi gusti della pinsa romana e poi rientro in hotel per il cambio d'abito. Eleganti ed eccitati, i ragazzi hanno raggiunto in pullman palazzo Montecitorio, per l'attesissima visita. All'interno il gruppo è stato accolto da Stefania Cevenini, un'affabile assistente parlamentare, che aveva il compito di guidare i ragazzi e gli insegnanti all'interno del palazzo, nonché di illustrare la sua storia e le sue funzioni. Dopo essere passati sotto il metal detector, condizione obbligatoria per chiunque voglia accedere all'edificio, e aver ascoltato le regole da rispettare durante la visita, emozionatissimi e in assoluto silenzio i visitatori hanno seguito Stefania nel Transatlantico, un lungo ed ampio corridoio chiamato così perché l'arredamento ricorda quello delle grandi navi transoceaniche. Qui si riuniscono i parlamentari prima di entrare in aula. È stato inoltre possibile osservare la Sala Verde, utilizzata dai parlamentari per la lettura dei quotidiani e della stampa periodica, e finalmente entrare nell'aula della Camera dei Deputati. Fatti accomodare in tribuna, i ragazzi hanno assistito in silenzio ad un'interpellanza in materia sanitaria, e poi, sciolta la seduta, hanno ascoltato Stefania che ha fornito spiegazioni dettagliate sulle funzioni svolte all'interno dell'aula e le hanno rivolto alcune domande, incuriositi dalla maestosità dell'ambiente e dalla luce proveniente dal cosiddetto “velario”, il soffitto composto da vetri decorati. Purtroppo non è stato possibile visitare le altre sale a causa della presenza di commissioni di deputati impegnate nel loro lavoro ma l'esperienza è stata davvero emozionante ed indimenticabile. Usciti dal palazzo, dopo l'immancabile foto di gruppo, alunni ed insegnanti si sono fermati all'interno della galleria “Alberto Sordi”, per un po' di shopping nella libreria Feltrinelli e nei negozi circostanti.
Il terzo giorno, dedicato alla visita dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina, le classi e i rispettivi insegnanti hanno formato due gruppi per effettuare più agevolmente la visita guidata all'interno del palazzo. I musei sono una delle raccolte artistiche più grandi del mondo, dal momento che espongono l'enorme collezione accumulata nei secoli dai Papi. È uno dei luoghi più visitati in assoluto ed ospita opere di arte antica, medievale, rinascimentale e contemporanea. Spettacolare la galleria degli affreschi “delle carte geografiche” dove i ragazzi hanno potuto individuare la città di Massa sulla carta dell'antica Etruria ed osservare la volta del salone completamente e straordinariamente affrescata. Senza dubbio l'emozione più grande ha riguardato l'ingresso nella Cappella Sistina, la cappella principale del palazzo apostolico, nonché uno dei più famosi tesori culturali ed artistici della città del Vaticano. Fu costruita tra il 1475 e il 1481, all'epoca di Papa Sisto IV Della Rovere, da cui prese il nome. È conosciuta in tutto il mondo sia perché è il luogo nel quale si tiene il conclave per l'elezione pontificia, sia perché è decorata con una delle opere d'arte più apprezzate e celebrate della civiltà artistica occidentale: gli affreschi di Michelangelo Buonarroti che ricoprono la volta e la parete di fondo. Uno spettacolo indescrivibile!
Il viaggio si è concluso con il rientro a casa in tarda serata. Bilancio più che positivo e iniziativa sicuramente da ripetere. Arrivederci Roma!!!
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451