Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Il Conte Staffetti all'Open Day

Contenuto in: 

Sabato 24 novembre, nelle ore pomeridiane, uno strano personaggio si aggirava all’interno della Staffetti! Strano per il suo abbigliamento…mantella e cappello a cilindro neri, guanti e sciarpa di seta candidi, eleganti scarpe scure; strano per il suo modo di fare….inchini, riverenze e tanta gestualità; strano per il suo modo di parlare…parole desuete, costruzioni lessicali ormai poco frequenti. No, non si era in presenza di un fantasma ovviamente, ma di un pretesto teatrale grazie al quale un giovane attore (ex alunno della Staffetti ed attuale studente del liceo classico Rossi, che ci ha supportati per i vestiti di scena attingendo al suo famoso Laboratorio Teatrale), ha impersonato il conte Luigi Staffetti per accogliere in maniera simpatica i genitori in visita alla Staffetti. 
Mentre infatti i numerosi docenti presenti si trovavano insieme alla collaboratrice della dirigente, la prof.ssa Desiderio, a fare gli onori di casa in maniera formale ed istituzionale, è apparso come per magia il “conte Staffetti” ed ha subito catturato la curiosità dei presenti con le sue movenze e la sua dialettica, raccontando il piacere di avere una scuola - questa scuola -  a lui dedicata, perché…….a questo punto ha invitato tutti a seguirlo per scoprire le tante e varie attività che i docenti delle Staffetti avevano messo in piedi. 
Tantissimi i visitatori di questo sabato pomeriggio, che speriamo di rivedere il prossimo anno come parte integrante della nostra comunità scolastica, ai quali è stato offerto un piccolo assaggio di come si vive la scuola alla Staffetti: officina letteraria della drammatizzazione, officina letteraria della lettura, officina delle lingue straniere, officina della musica, officina dell’inclusione, officina digitale, officina matematica, officina artistica……quante officine! Del resto, con questa parola si intende “qualsiasi luogo ove si lavora e si produce, anche a scopo culturale” (Treccani) ed i docenti di questa scuola si identificano pienamente in questa filosofia didattica e lo fanno in maniera decisamente creativa. Questa almeno è stata l’opinione espressa dalle persone che li hanno incontrati ieri per la prima volta ma anche da chi li conosce già da tempo, dopo che i bambini hanno assaporato gaufres, hanno programmato ai computer per far muovere personaggi (coding), hanno utilizzato un drone didattico per raccogliere biglietti su cui erano scritte alcune frasi a carattere inclusivo, hanno realizzato piccoli manufatti artistici, hanno recitato o si sono immersi in un avvolgente mondo di letture, hanno “dialogato” in inglese con filmati e cartoni, sfruttando anche i nuovi ambienti digitali allestiti alla Staffetti. Tutto questo dopo aver prima ascoltato una musica non solo suonata con gli strumenti tradizionali, ma anche utilizzando …il proprio corpo! A questo punto non serviva nulla si specifico, perciò sono stati coinvolti tutti: i futuri studenti in visita insieme agli alunni della Staffetti che si sono presentati numerosi ieri pomeriggio e tutti desiderosi di vivere e far vivere la propria scuola con allegria, entusiasmo, e serietà.

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451