Tu sei qui

"Da grande diventerò felice"

Contenuto in: 

Come di consuetudine, anche quest'anno, il plesso Staffetti ha attivato il laboratorio teatrale e si è inserito nella rassegna  “La classe va in scena”, programmazione  teatrale di spettacoli e saggi scolastici patrocinata dal comune di Massa Settore Istruzione e Cultura.
Il progetto è stato realizzato  dalle insegnanti Giusi Benedetti e Aldalisa Nardini e ha visto la collaborazione di Alessandra Roselli, che, con grande professionalità e passione, è stata una delle protagoniste di questa bellissima iniziativa.
Il debutto dello spettacolo è previsto per il 1 giugno, con due repliche al mattino ed uno spettacolo serale nella suggestiva cornice  del Teatro dei Servi.
Gli alunni che si esibiranno sul palcoscenico sono i seguenti: Gaia Genovesi, Giulia Arrighi, Aurora Peschi, Lorenzo Caruso, Sara Vanelli, Samuele Rappelli, Fabio Bertelloni, Matteo Massa, Giulia Seni, Tommaso Nervi, Tommaso Quasso, Francesco Alvino, Beatrice Campochiaro, Alessandro Perna, Noemi Ragaglini, Melissa Alibani, Gabriele Petragnani, Fatima Zahara, Gaia Zoe Galli, Nicole Mustone, Fabio Bertocchi, Federico Boni, Martina Balloni, Carlotta Sferrazzo, Nicole Pintus, Giorgia Francini, Elena Torre, Tall Asshane, Asia Ricci, Rebecca Jacques, Giulia Vecchione, Simone Venturi, Andrea Marcuccetti, Giacomo Petragnani.
Lo spettacolo si intitola “Da grande diventerò felice” ed è liberamente ispirato al libro 
“Il libro di tutte le cose” di Guus Kuijer .
Il protagonista della storia è Thomas, uno di quei bambini che non si dimenticano per lungo tempo, forse mai. Un bambino infelice in una famiglia che lo è altrettanto.
Thomas ha  nove anni, vive in Olanda negli anni ’50, in una famiglia profondamente e bigottamente cristiana; il padre, capofamiglia per divina attribuzione, decide come ciascuno debba vivere, cosa si possa fare e cosa invece sia proibito. Thomas non ha mai potuto leggere libri in casa se non la Bibbia. Thomas non ha mai invitato amici. Thomas vede il padre picchiare la madre rea di aver risposto o alzato lo sguardo. Thomas conosce il dolore di un cucchiaio di legno battuto ripetutamente sulle natiche, ma soprattutto sente la tristezza, il peso di una vita che non è quella che vorrebbe per sé e per sua madre.
Ma Thomas non perderà mai la speranza e, nonostante la gabbia in cui è costretto a vivere, non perderà nemmeno  l’audacia e la curiosità dei bambini. 
Questa storia è un inno alla speranza, all’amore e al futuro, uno slancio in avanti nonostante le brutture della vita. 
Questo spettacolo teatrale è dedicato a tutti quelli che vogliono smettere di avere paura.
Così recita la sinossi: 

Prima che la storia abbia inizio…
“A voi possiamo anche raccontarlo: questa storia di Thomas è stata una sorpresa perfino per noi. A dire il vero volevamo scrivere una storia completamente diversa. Una storia commovente che facesse anche ridere. Avremmo parlato della nostra infanzia felice. Di padri che, prima di mettere a letto i propri figli, suonavano meravigliosamente il violino e di madri che li accompagnavano cantando con tanta grazia. Dei nostri amici, dei nostri fratelli e delle nostre sorelle che ci adoravano. Avremmo intitolato questa storia “Le avventure di bambini felici” e sarebbe stata perfetta da raccontare a Natale. I bambini, ma anche i padri, le madri, i nonni, le nonne e perfino il Primo Ministro l’avrebbero ascoltata tutta d’un fiato.
Ma poi abbiamo incontrato Thomas.
E abbiamo capito che anche i bambini infelici hanno il diritto di parlare”.

 

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.

CODICE MECCANOGRAFICO MSIC81800C - PARTITA IVA 92018270451