Benvenuti

Istituto Comprensivo Statale
Malaspina-Staffetti

  • Scuola dell’Infanzia di Turano
  • Scuola Primaria di Turano
  • Scuola Secondaria di primo grado Malaspina
  • Scuola Secondaria di primo grado Staffetti

Dirigenza e Amministrazione presso la Scuola Secondaria di primo grado Staffetti

18/02/2015 - Campionato di Giornalismo

Collegamento alla pagina della Malaspina-Staffetti sul sito de «La Nazione»È stata pubblicata stamani sulle pagine locali del quotidiano «La Nazione» la prima delle due pagine con cui la nostra scuola concorrerà all'edizione 2014/2015 del Campionato di Giornalismo.
I redattori e i disegnatori del Laboratorio di Giornalismo del plesso Malaspina della nostra scuola, coordinati dal professor Federico Guidotti e dal giornalista Alberto Sacchetti, hanno condotto un'inchiesta su fumetti e videogiochi e hanno scoperto che, tra gli studenti, i videogiochi hanno largamente superato i fumetti e che in edicola Tex è campione di incassi (ma tra i giovani che si recano in fumetteria vanno forte i manga).
La pagina può essere votata qui.
Complimenti a tutti i nostri giovani redattori: Lucrezia Bertilorenzi, Giulio Gallo, Alen Marku e Filippo Navari (classe I A); Allegra Ballerini, Giada Bondielli, Gabriele Cantoni, Matteo Felicetti, Elena Ricci e Sofia Tognetti (classe II A); Lisa Pardini, Domenico Pepe, Carlotta Ricci e Daria Rohan (classe III A); Daiana Marku, David Matrescu, Luca Biancardi e Alessandro Stefanini (classe III E)!

16/02/2015 - Van Gogh a Milano

La Staffetti alla ScalaAlla vigilia dell'EXPO 2015, le studentesse e gli studenti delle classi III C e III D, con alcuni alunni della classe II E del plesso Staffetti, accompagnati dalle insegnanti Daniela Del Sarto, Monica Ferrari, Maria Rosaria Ferri, Concetta Ferlisi e Alfonsina Ramagini, si sono recati a Milano per visitare la mostra "Van Gogh. L’uomo e la terra" allestita a Palazzo Reale.
Gli studenti hanno potuto ammirare una selezione di oltre 50 opere dell'artista, provenienti dal Kröller-Müller Museum di Otterlo, dal Van Gogh Museum di Amsterdam, dal Museo Soumaya-Fundación Carlos Slim di Città del Messico, dal Centraal Museum di Utrecht e da collezioni private che non sono normalmente accessibili.
Tra le opere esposte sono da citare: l'Autoritratto del 1887, il Ritratto di Joseph Roulin del 1889, la Vista di Saintes Marie de la Mer del 1888, la Testa di pescatore del 1883 e Bruciatore di stoppie, seduto in carriola con la moglie del 1883.
Oltre alla mostra, le ragazze e i ragazzi della Staffetti hanno potuto passeggiare per le strade del capoluogo lombardo e ammirare alcuni celeberrimi e importanti monumenti della città: dal Castello Sforzesco all’Arco della Pace, dal Duomo alla Galleria Vittorio Emanuele II.
Per concludere in bellezza la visita della città, che ospita uno dei teatri lirici più famosi del mondo, i nostri alunni hanno poi potuto visitare il Museo Teatrale alla Scala che custodisce le memorie di almeno quattro secoli di musica e che si trova proprio a fianco del famosissimo Teatro alla Scala.

07/02/2015 - Diego ai Giochi della Geografia di Carrara

Diego Orrico premiato ai Giochi della GeografiaSabato 31 gennaio e sabato 7 febbraio, presso l'istituto Zaccagna di Carrara, è stata disputata la prima edizione dei Giochi della Geografia. Centinaia di studenti delle province di Massa-Carrara e della Spezia si sono confrontati, sia individualmente che a squadre, nella soluzione di giochi geografici al computer riguardanti elementi naturali, città e Stati dell’Europa e del mondo e nella costruzione di puzzle  geografici.
Durante la prima giornata della manifestazione, i colori del nostro Istituto sono stati difesi, nella competizione individuale, da Diego Orrico, della classe III E del plesso Malaspina.
La redazione on line de «La Gazzetta dell'Aula» ha intervistato Diego al ritorno dalla manifestazione.
Cosa ti ha spinto a partecipare ai giochi della geografia?
«Volevo mettermi alla prova e pensavo di poter ottenere un buon risultato».
In che cosa consistevano i giochi?
«Appena arrivato alla scuola Zaccagna di Carrara, ho subito affrontato la prima prova: occorreva costruire un puzzle in un'ora di tempo. Dopo il puzzle, per noi che avevamo scelto i giochi individuali, occorreva risolvere dei piccoli quiz al computer».
Come ti sei classificato? che cosa hai vinto?
«Mi sono classificato terzo su circa 50 partecipanti ai giochi individuali. A me e ai primi due classificati è stato regalato un cofanetto sulla cucina coreana, degli atlanti e altro materiale didattico relativo alla geografia».
Di seguito alcuni collegamenti relativi alla manifestazione:
«La Gazzetta dell'Aula» - Laboratorio Giornalismo Malaspina

05/02/2015 - Sportello pedagogico

Pedagogic help

A partire da lunedì 9 febbraio, la dott.ssa Ilaria Nicolini, pedagogista, effettuerà servizio di sportello di ascolto e consulenza pedagogica per studenti, genitori e docenti per interventi relativi alle seguenti forme di disagio e difficoltà:
  • disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disortografia, disgrafia, discalculia)
  • strategie educative per problemi di comportamento, disattenzione e iperattività (ADHD)
  • insuccesso e/o disagio scolastico; demotivazione allo studio; difficoltà nello studio; metodo di studio; promozione delle abilità di studio
  • orientamento scolastico e formativo (conoscenza di sé, delle proprie attitudini e capacità, orientamento nella scelta della scuola secondaria di secondo grado etc.)
  • sostegno educativo alla genitorialità (problematiche, dubbî e ansie legati ai processi di crescita dei figli; preadolescenza; stili e metodi educativi; rapporti e conflitti genitori/figli)
  • interventi di pedagogia e didattica speciale per alunni diversamente abili
  • interventi di pedagogia e orientamento narrativi, di educazione alle emozioni e di apprendimento cooperativo sul gruppo classe
  • consulenza ai docenti relativamente a chiarimenti e delucidazioni sulle diagnosi rilasciate dai servizi specialistici ASL, sugli interventi posti in essere dagli stessi Servizi Specialistici e supporto pedagogico per la stesura dei Piani Didattici Personalizzati
  • indicazioni operative ai docenti per promuovere l’inclusione scolastica ai sensi della normativa sui BES
  • consulenza su tecnologie e strategie per compensare i DSA

La dottoressa Nicolini sarà a disposizione secondo il seguente calendario:

  • Lunedì, dalle ore 10,30 alle ore 11,30 presso il plesso Malaspina
  • Lunedì, dalle ore 11,40 alle ore 13,00 presso il plesso di Turano
  • Giovedì, dalle ore 9,00 alle ore 13,00 presso il plesso Staffetti

Per contattare la dott.ssa Nicolini i genitori e gli insegnanti possono

30/01/2015 - Premio "Un Poster per la Pace"

Stamani, nell'Aula Magna del plesso Staffetti della nostra scuola, è avvenuta la premiazione del concorso di disegno "Un Poster per la Pace", indetto dal Lions Club, associazione culturale che si occupa di varie attività di solidarietà, sia raccogliendo fondi, sia promuovendo attività didattiche rivolte alle scuole.
Il tema del concorso di quest'anno era “Pace, amore, comprensione”; hanno partecipato le classi seconde del plesso Staffetti in cui insegna la professoressa Stefania Sola.
Il Lions Club è un’organizzazione che opera in oltre 200 paesi, negli ospedali e nei centri per anziani, in aree colpite da calamità naturali, nelle scuole. I Lions svolgono attività di volontariato e offrono aiuto, leadership, pianificazione e sostegno. Le Sezioni locali contribuiscono servire i bisogni specifici delle comunità, e portano nelle aule insegnamenti di vita pratica a oltre 12 milioni di bambini nel mondo.  
Per decenni il Concorso “Un Poster per la pace” ha aiutato oltre quattro milioni di giovani a esprimere la loro creatività, le aspirazioni e le speranze per il mondo.
Ogni anno i Lions club di tutto il mondo organizzano il concorso  presso le scuole locali e i gruppi giovanili. Questo concorso artistico per bambini incoraggia i giovani di tutto il mondo a esprimere la propria visione della pace. Per oltre 25 anni, milioni di bambini di circa 100 paesi vi hanno preso parte.
Erano presenti alla premiazione presso la Staffetti  le signore Vera Rosi Luini, Osanna Bellatalla e Lina Vetrugno membri del Lions Club.
Ha introdotto la Dirigente Scolastica, professoressa Iole Cimoli, la quale si è rivolta agli studenti spiegando loro l'importanza dell'opportunità di andare a scuola e imparare, perchè quello che fanno nell'età dell'adolescenza determinerà la loro vita futura.
Il primo classificato è risultato l'alunno Elia Raul Gianpietri, della classe II B, che è stato premiato con un diario e si è classificato per la fase regionale del concorso.
Sono stati inoltre premiati  gli alunni Cristina Novani e Alam Rahul della classe II A, Giulia Marchetti della classe II F, Alessia Massa e Jennifer Shipheja della classe III D
Molti gli elaborati apprezzati dalla giuria che esprimevano le emozioni dei ragazzi rispetto ad un tema di non facile interpretazione. 
«La Gazzetta dell'Aula» - II F Staffetti

26/01/2015 - Alla Filanda di Forno

Un alternatore della FIlanda di FornoStamani le classi II A della Malaspina e I F della Staffetti, accompagnate dalle insegnanti Maria Laura Borzone, Lorenza Corsetti, Stefania Sola e Aldalisa Nardini e dallo storico locale Massimo Michelucci, hanno visitato la Filanda di Forno per conoscere la sua storia.
L'iniziativa è stata promossa dal Consiglio Comunale dei Ragazzi del comune di Massa.
Lo storico, che ha dedicato all'ex Cotonificio Ligure alcune importanti ricerche, ha illustrato ai ragazzi la storia dell'edificio; i ragazzi, da parte loro, hanno rivolto all'esperto molte domande e scattato diverse foto.
Al termine della visita, gli studenti delle classi in visita hanno voluto condividere con gli utenti del sito della nostra scuola quello che hanno appreso.
La “Filanda” era una fabbrica di cotone, progettata e costruita dall'ingegner Frimi nel 1891; a quei tempi si chiamava “Cotonificio Italiano” poi, nel 1895, è diventata “Cotonificio Ligure”. Dava lavoro a ben ottocento operai, soprattutto donne, ma anche uomini e bambini, nonostante il fatto che una legge del 1886 vietasse il lavoro minorile.
La fabbrica era alimentata dalla sorgente del fiume Frigido: i macchinari erano collegati per mezzo di cinghie ad una turbina che girava spinta dall'acqua; la turbina veniva comandata da un timone che regolava il flusso dell'acqua. Attualmente c'è ancora una turbina che produce energia elettrica.
A quel tempo direttore della fabbrica era Ernesto Lombardo, un uomo che era molto legato alla chiesa cattolica e che dirigeva gli operai in modo paternalistico. L'orario di lavoro era di dodici ore al giorno, con una pausa di un’ora per il pranzo; il convitto annesso alla fabbrica garantiva pasti caldi e l'ambiente era più salubre di quanto non lo fosse nelle case degli stessi operai.
Lo stabilimento era formato da più edifici: l’edificio principale era formato da tre piani, di cui due interrati; al primo piano c'erano i magazzini e gli uffici, al secondo i macchinari, mentre al terzo si trovava l'appartamento del direttore. Inoltre c'era un convitto, dove dormivano le donne, e un palazzo dove abitavano gli operai. L'edificio principale era dotato di grandi finestre che favorivano l'illuminazione durante il giorno.
La Filanda, nonostante la grave crisi economica, rimase attiva anche durante la prima guerra mondiale, ma non riuscì a superare la seconda, così gli stabilimenti furono affidati alla Marina Militare. Due anni dopo, nel luglio del 1944, i Tedeschi, durante la ritirata, la incendiarono e molte parti andarono distrutte, come la struttura a colonne di ghisa e la pavimentazione in legno ispirate alle architetture industriali inglesi dell’Ottocento.
Acquistata dal Comune di Massa nel 1983, la Filanda è stata ristrutturata ed oggi è sede di un museo archeologico industriale multimediale ed ospita iniziative ed eventi culturali.
«La Gazzetta dell’Aula» – II A Malaspina – Laboratorio Giornalismo Malaspina

26/01/2015 - Sospensione ricevimento mattutino

Si ricorda ai genitori degli alunni della Scuola Media Malaspina-Staffetti che i ricevimenti mattutini degli insegnanti rimarranno sospesi da lunedì 2 a sabato 14 febbraio.
I ricevimenti riprenderanno pertanto il giorno lunedì 16 febbraio.

24/01/2015 - Tutti a Teatro!

Stamani il gruppo di studenti della Scuola Media Malaspina-Staffetti che ha aderito alla sperimentazione della quarta ora di Inglese (a cui si è unita anche la III B) ha concluso la prima parte del progetto con un'uscita per assistere al musical "Fame".
Nel corso del primo quadrimestre gli studenti hanno preparato con la professoressa Simona Mercanti il libretto teatrale: sono state lette ed ascoltate le varie scene e le musiche originali. Durante la preparazione sono state inoltre approfondite alcune tematiche prendendo spunto da parti e key words presenti nel libretto. È stato un vero e proprio tuffo negli anni Ottanta che ha stimolato la curiosità degli studenti di fronte ad uno stile di vita così diverso dal loro: acconciature insolite, scaldamuscoli e scarpette da ballo!
I ragazzi hanno seguito con entusiasmo lo show e si sono divertiti ad intonare le famose canzoni dell'opera presentata. Hanno particolarmente apprezzato la comicità degli attori madrelingua che con professionalità e simpatia hanno saputo interpretare con bravura e chiarezza il capolavoro di David De Silva: l'azione scenica è stata infatti presentata in modo diretto ed avvincente. Questo collage d’immagini colorate e frizzanti, le sue musiche scatenate e le melodie romantiche, che raccontano una storia di college e di primi amori hanno letteralmente stregato gli alunni. Al termine dello show gli attori hanno interagito con il pubblico rispondendo alle domande dei giovani spettatori.
È stato davvero un piacere leggere sui visi degli alunni la soddisfazione durante tutto lo spettacolo a riprova della validità di questo modo alternativo di “fare” Inglese.

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina
Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.
Il sito utilizza alcune clipart del Florida Center for Instructional Technology, College of Education, University of South Florida (rilasciate sotto la Free Classroom License) e clipart del progetto OpenClipart.